Valentino Rossi news: “In Germania ho fatto il massimo”

Al Sachsering quinto posto per Valentino Rossi, che ora è a dieci punti dal primo in classifica nella graduatoria generale del MotoGp

da , il

    Valentino Rossi news: “In Germania ho fatto il massimo”

    Niente ripetizione di Assen, dove aveva vinto, ma tutto sommato un buon risultato per Valentino Rossi in Germania: la quinta piazza che mantiene aperto il Mondiale di MotoGp. Le qualifiche e le warm up non invitavano infatti all’ottimismo il pilota della Yamaha che, in gara, ha sfoderato però la grinta che lo contraddistingue sempre. Il primo posto nella classifica generale è a 10 punti, adesso.

    Vale, dopo l’arrivo, ammette: “Non si può essere contenti per un 5° posto, ma per come è andato questo week end e stamattina, posso dire che abbiamo preso il meglio che si potesse fare perché la gara non è stata male. Abbiamo sofferto tanto e alla fine essere tra i primi cinque è buono”. Un’altra piccola delusione è rappresentata dall’impossibilità di lottare con il compagno di squadra Maverick Viñales: “Ma lui aveva due decimi di passo meglio di me”. Aggiunge il Dottore: “Abbiamo lavorato tanto nelle prove, abbiamo pure avuto un po’ di sfortuna con due rotture della moto nuova. Poi, in gara, la gomma media è stato un azzardo che ha pagato”.

    L’aveva detto alla vigilia, Rossi: “E’ un Mondiale strano, ogni gara è diversa da quella precedente”. E così è stato anche al Sachsering: Gp tiratissimo, tutto con il coltello tra i denti. Non ho tolto nemmeno la visierina. Alla fine ho dato tutto, sono a 10 punti dalla vetta, ma siamo tutti lì, è tutta da giocare. Anche se Marquez mi ha sorpassato. Forse se ieri avessi avuto almeno la possibilità di fare un giro con la dura, raggiungendo la seconda fila, penso che con Pedrosa ci sarei potuto stare”.

    Il telaio nuovo della Yamaha fa discutere: “Non è un 2016, ma deriva da quello 2017 ed è modificato. Se oggi avessi avuto il telaio 2017 sarebbe stata una disfatta. Folger ha guidato bene tutto il week end, lui ha il 2016, ma è stato bravo, anche nelle prove guidava meglio, grandi complimenti a lui. Con la Honda la differenza di oggi è stato il degrado della gomma posteriore, nel finale penso che lui potesse fare altri 15 giri”.