Champions Roma: da oggi in vendita i mini abbonamenti

Abbonamenti Champions League 2017/2018 Roma: da oggi si possono acquistare i tagliandi che permettono di vedere le tre partite del girone

da , il

    Champions Roma: da oggi in vendita i mini abbonamenti

    Roma in Champions League: da oggi è possibile sottoscrivere i mini abbonamenti per la fase a gironi della Champions League 2017/2018. Sul sito ufficiale sono state rese note le modalità di acquisto per tutti i tifosi che vogliono assistere alle partite. Andiamo a vedere dunque cosa dice il comunicato ufficiale dell’As Roma pubblicato sul sito ufficiale nella gioranata di ieri.

    “AS Roma rende noto che a partire dalle ore 12.00 di giovedì 22 giugno 2017 potranno essere sottoscritti mini-abbonamenti e Voucher Elettronici validi per le 3 gare della fase a gironi UEFA Champions League 2017-18. La vendita seguirà il seguente calendario: 1. Prevendita riservata agli Abbonati AS Roma Stagione 2017-18: dalle ore 12.00 di giovedì 22 giugno, alle ore 20.00 di lunedì 25 luglio 2017; 2. Vendita Libera: dalle ore 12.00 di martedì 26 luglio, alle ore 20.00 di mercoledì 23 agosto 2017″.

    Andiamo a vedere quali sono i prezzi per i mini abbonamenti validi per le tre gare interne del girone di Champions League 2017/2018 della Roma.

    Prezzi Roma
    Prezzi Roma 2

    Durante la fase di prelazione, chi ha acquistato l’abbonamento per il campionato di serie A 2017/2018 potrà comprare il mini abbonamento/Voucher 3 gare Ucl confermandone settore e posto (a esclusione, per motivi organizzativi Uefa, dei settori 3BS-3BD-5BD-5BL-5BS-36AD (file 42-54). Per esercitare la prelazione, dovrà essere presentato obbligatoriamente l’abonamento 2017/2018 (Asr Club Privilege/As Roma Card + tagliando segnaposto o tessera Home).

    Il mini abbonamento potrà essere sottoscritto in formato digitale (caricato su As Roma Club Privilege/As Roma Card + tagliando segnaposto o Tessera Home) oppure in formato Voucher Elettronico As Roma Club Home. In questo caso, andrà consegnata all’operatore una fotocopia del proprio documento d’identità, fermo restando l’obbligo di esibizione dello stesso documento in originale.