Francesco Totti: cosa farà er Pupone dopo il ritiro dalla Roma?

Domenica 28 maggio alle 18 Roma-Genoa, l'ultima del capitano giallorosso con la maglia della Magica. Ecco quali sono gli scenari futuri

da , il

    Francesco Totti: cosa farà er Pupone dopo il ritiro dalla Roma?

    Francesco Totti tra poche ore giocherà la sua ultima partita con la maglia della Roma. Quel giorno è arrivato, temuto e atteso dai tifosi giallorossi. Contro il Genoa, domenica 28 maggio alle 18, l’ultima esibizione in un Olimpico stipato all’inverosimile. Il capitano sarà probabilmente in campo dall’inizio. La domanda che tutti si fanno è: adesso che farà Totti, dopo una vita in calzoncini e maglietta giallorossi?

    Una sua frase: “Contro il Genoa sarà l’ultima volta che potrò indossare la maglia della Roma” lascia presagire che il numero 10 non voglia ancora ritirarsi, anche se a settembre farà 41 anni. Se lo facesse – se si ritirasse – per lui sarebbe pronto da subito un contratto di sei anni da dirigente della Magica. Altrimenti, si aprono parecchie strade, alcune un po’ fantasiose, altre invece più praticabili. Ricordando comunque che Totti è molto legato alla famiglia e che quindi lasciare Roma – anche se solo per un po’ di tempo – sarebbe molto difficile per lui.

    Il presidente del Trastevere – società di serie D – ha provato timidamente a proporre: “Se non è possibile per lui continuare a coltivare la sua passione a Trigoria, non posso che rinnovargli l’invito a venire a noi, magari andando a giocare un uno stadio Flaminio riqualificato”. Suggestivo, ma praticamente impossibile. E allora vediamo le proposte più serie, che non mancano. Due strade portano all’estero: Stati Uniti o Paesi Arabi. Il Miami di Alessandro Nesta, Seconda divisione americana, lo aspetta, ma c’è pure un’offerta da Doha, in Qatar. A Dubai, negli Emirati Arabi, l’Al-Nasr ha appena ingaggiato Cesare Prandelli, mentre Diego Maradona ora allena l’Al-Fujairah e chissà che due numeri 10 non si ritrovino proprio qui.

    In Italia, Massimo Ferrero prova il colpo per la sua Sampdoria, ma pure il presidente del Chievo Campedelli e Vincenzo Montella, allenatore del Milan, provano a stuzzicare il capitano della Roma. Difficile che scelga una squadra italiana dopo aver vissuto nella Roma. L’ultima ipotesi, sullo sfondo, è che Eusebio Di Francesco (papabile nuovo allenatore della Roma) faccia cambiare idea a Totti sulle velleità di giocare ancora un anno. Facendogli indossare subito giacca e cravatta. Lo scopriremo domenica, al fischio finale di Roma-Genoa.