Quanto guadagna un arbitro di serie A? E quanto guadagna un guardialinee?

Volete sapere quanto guadagna un arbitro di Serie A per dirigere una partita di calcio, o un guardialinee? Le cifre sono a diversi zeri, ma differiscono in base a variabili precise, anche in relazione allo 'storico' degli ingaggi. Facciamo un viaggio... nel portafogli degli arbitri!

da , il

    Quanto guadagna un arbitro di serie A? E quanto guadagna un guardialinee?

    Quanto guadagna un arbitro di serie A? In Italia gli arbitri in genere sono ‘part time’ ossia svolgono la carriera di arbitro di calcio di pari passo a quella lavorativa ‘ufficiale’, quindi a fine anno il compenso totale guadagnato può raggiungere livelli anche elevati. Nonostante questo macro dettaglio variabile da caso a caso, dato che non tutti hanno la possibilità di fare affidamento su due stipendi, va detto che ci sono diversi altri elementi che vanno a influire sugli stipendi degli arbitri di calcio di Serie A. Vediamo quali sono (in foto Paolo Tagliavento).

    Un arbitro di Serie A può guadagnare una cifra diversa rispetto a un suo stesso collega perché sostanzialmente lo stipendio annuale varia in base a tre fattori, che sono:

    • anzianità di servizio
    • numero di partite dirette e tipo
    • ruolo sostenuto in una specifica partita, che può dunque essere Arbitro centrale, Arbitro Addizionale o il cosiddetto Quarto uomo.
    LaPresse

    (Piero Giacomelli)

    QUANTO GUADAGNA UN ARBITRO DI SERIE A?

    Lo stipendio di un arbitro di Serie A è di circa 45mila euro (lordi) di base, all’anno, per chi è a inizio carriera, cifra che può salire fino agli 80mila euro destinati a remunerare gli arbitri internazionali. E ovviamente a questa cifra non abbiamo aggiunto i bonus presenza, che variano in base a quanti ingaggi ha ottenuto l’arbitro nell’arco dell’anno. Possiamo dire che per ogni partita diretta in Serie A, un arbitro centrale percepisce 3.800 euro in più rispetto alla cifra base, a cui va aggiunto il rimborso spese (in genere sotto questa voce c’è il viaggio e il vitto/alloggio in strutture di livello medio-alto). Nel principale Campionato di calcio italiano gli arbitri addizionali e gli assistenti guadagnano invece mille euro mentre il quarto uomo mette in tasca 500 euro.

    Ma non tutti gli arbitri dirigono partite nel Campionato di Serie A, ecco allora che il nostro viaggio continua nei portafogli degli arbitri di Coppa Italia e di Champions League.

    QUANTO GUADAGNA UN ARBITRO IN COPPA ITALIA?

    Un arbitro in Coppa Italia guadagna in base alla fase del torneo in cui ci si trova. Lo stipendio varia dai mille euro (per le prime partite) ai 3.800 euro della finale (e della Supercoppa italiana). A queste cifre vanno sommati i ‘soliti’ rimborsi.

    QUANTO GUADAGNA UN ARBITRO IN UN MATCH INTERNAZIONALE?

    Lo stipendio degli arbitri nelle competizioni internazionali oscilla da un minimo di 4.800 euro ad un massimo di 5.800 euro (finale) a partita.

    LaPresse

    QUANTO GUADAGNA UN GUARDIALINEE (O GUARDALINEE)?

    Lo stipendio dei guardalinee è di 23mila euro l’anno, ma oltre a questo fisso guadagnano 1.000 euro per ogni partita di Serie A e dai 1.440 euro ai 1.740 euro per un match internazionale.