Porto Juventus: highlights, pagelle e sintesi del 2-0 bianconero [VIDEO]

Facile 0-2 negli ottavi di finale della partita di Champions League tra Porto e Juventus: highlights, pagelle, risultato finale e sintesi del match. Chi si è perso Porto Juve ieri sera può riviverla qui

da , il

    Porto Juventus: highlights, pagelle e sintesi del 2-0 bianconero [VIDEO]

    Porto Juventus: highlights da guardare e riguardare nella partita da 0-2 che ha visto i due titani della porta, nemici/amici per la pelle, Gigi Buffon e Iker Casillas. In questa partita di andata degli ottavi di finale di Champions League la Juventus ipoteca il passaggio del turno, dunque i quarti di finale della competizione, sfruttando al meglio la superiorità numerica dal 27′ del primo tempo. Qui il riassunto della partita, le pagelle con i migliori e i peggiori, gli highlights e i gol, segnati da Pjaca e Dani Alves nella ripresa. Due giocatori entrati in campo, due mosse vincenti dunque da parte di Massimiliano Allegri.

    Porto Juventus: highlights

    Ecco il video con gli highlights di Porto Juventus 0-2.

    Porto Juventus: le parole di Allegri

    Porto Juventus: le parole di Massimiliano Allegri dopo il fischio finale e la vittoria per 2-0: “E’ stata una prova di maturità. Bravi tutti i ragazzi che son venuti a Oporto, c’è da migliorare in verticale, ma siamo soddisfatti. Ci vuole voglia, il momento è caldo e dobbiamo dare il massimo fino in fondo. Oggi siamo stati maturi e consapevoli dei nostri mezzi, le gare le puoi sbloccare anche alla fine, ma conta comandare il gioco”. D’obbligo chiedere del caso Bonucci: “Era un caso chiuso già prima della partita. Queste cose capitano nell’anno. Anzi, dobbiamo ringraziare Leo per aver alzato la tensione. Sabato giocherà con l’Empoli? Ho cinque difensori centrali a disposizione e giochiamo a quattro: ho abbondanza. Ringrazio i medici per aver recuperato Barzagli e Chiellini”.

    Riassunto del match Porto Juventus, dunque. Con le azioni principali.

    Porto Juventus: riassunto del match nel primo tempo

    LaPresse

    Porto Juventus, riassunto del match nel primo tempo, con i portoghesi che partono forte, cercando di sfruttare la spinta emotiva data da uno stadio tutto esaurito. Al 6′, punizione da posizione centrale di Brahimi, concessa per fallo di Chiellini su Andrè Silva. Il pallone termina alto. Due minuti dopo, ci prova Ruben Neves, da fuori, ma la palla esce di molto. Per vedere la prima azione della Juventus bisogna attendere il 18′, quando Ivan Marcano anticipa all’ultimo momento Higuain in area di rigore.

    Cinque minuti dopo, il Pipita di testa per l’accorrente Dybala, che però calcia troppo sopra la traversa, con il corpo sbilanciato. La svolta del match tra il 25′ e il 27′: l’ex Inter Alex Telles commette due falli nel breve volgere di 120 secondi. Prima il giallo, poi il rosso. Il Porto è in 10 uomini. Al 28′, Pjanic su punizione serve Cuadrado, che tira fuori di poco, con la palla che gira verso l’esterno all’ultimo momento. Alla mezzora Espirito Santo, tecnico del Porto, decide di togliere il capocannoniere, Andrè Silva, per inserire Miguel Layun, che va a prendere il posto in fascia di Telles.

    Scelta prudente, dunque. E’ la Juve che fa possesso palla e prova a forza il muro. Al 39′ Higuain tenta la conclusione da dentro l’area, una deviazione quasi inganna Casillas, che mette in angolo. Rimpianti al primo minuto di recupero quando Dybala, da fuori area, colpisce l’ennesimo palo della sua stagione.

    Porto Juventus: riassunto del match nel secondo tempo

    LaPresse

    Porto Juventus: riassunto del match nel secondo tempo. La Juve entra in campo più imprecisa e il Porto prova a mettere la testa fuori. Al 48′, Layun crossa da sinistra, di testa Herrera la mette fuori, con Buffon che controlla. Dybala e Khedira ci provano dalla distanza al 53′ e al 60′ perché l’area di rigore è troppo affollata. Espirito Santo fiuta la possibilità del colpo e, al 61′, mette dentro il più offensivo Jesus Corona per Ruben Neves. Al 66′ Higuain va vicinissimo al gol, con un tiro di destro a giro che esce sfiorando il palo, a Casillas battuto.

    La sostituzione che cambia la partita avviene al 67′: Pjaca prende il posto di Cuadrado nella Juventus.

    I gol di Porto Juventus

    LaPresse

    Il nuovo entrato Pjaca trasforma subito in oro un rimpallo, dopo un tentato assist di Dybala. E’ il 72′, il giocatore in corsa da dentro l’area sentenzia Casillas di destro collo pieno. Il Porto annaspa e, due minuti dopo è Dani Alves, che ha appena sostituito Lichtsteiner, a infilare la seconda banderilla nel corpo dei portoghesi: il crosso è di Alex Sandro, da sinistra, il brasiliano è in posizione regolare in area di rigore: stop e sinistro a battere ancora Casillas: Porto 0, Juventus 2.

    C’è ancora il tempo per vedere Claudio Marchisio sostituire Paulo Dybala e Khedira, in scivolata, sfiorare il tris. Poi l’arbitro fischia ed è festa grande in casa Juventus.

    Porto Juventus: le pagelle del Porto

    LaPresse

    Porto Juventus: ecco le pagelle del Porto.

    Casillas 6, Maxi Pereira 6.5, Ivan Marcano 7, Felipe 5.5, Alex Telles 4, Danilo 6, Brahimi 6.5, Ruben Neves 5.5, Hector Herrera 6.5, Andrè Silva 6, Francisco Soares 5, Miguel Layun 6.5, Jesus Corona 5.5, Diogo Jota s.v. All.: Espirito Santo 5.5.

    Porto Juventus: il migliore del Porto

    LaPresse

    Ivan Marcano 7: nel primo tempo, con tre interventi decisivi, dice di no agli attacchi bianconeri. Fondamentale, in particolare, l’anticipo su Gonzalo Higuain al 18′. Nella ripresa, si arrocca sul fortino e va un po’ in confusione nel finale, quando la Juve passa due volte.

    Porto Juventus: il peggiore del Porto

    Alex Telles 4: l’ex interista in due minuti combina la frittata con due interventi da codice penale e conseguenze espulsione. In Champions League, dove ogni errore si paga, commette un’ingenuità imperdonabile, lasciando la squadra in dieci già al 27′.

    Porto Juventus: pagelle della Juventus

    Buffon 6: Fa praticamente da spettatore. L’unico momento di adrenalina è quando litiga con un guardalinee per un fuorigioco non visto.

    Lichtsteiner 6: Spesso in proiezione offensiva, non troppo pericoloso. Ha il merito di causare l’espulsione di Alex Telles.

    Barzagli 6: Il Muro non deve neanche sporcarsi troppo. Tutto è tranquillo dalle sue parti.

    Chiellini 6: Come il suo compagno di reparto, niente da segnalare. Sempre concentrato. A buoni livelli.

    Alex Sandro 7.5: Gioca, corre, crossa. E’ davvero l’uomo in più nel primo e nel secondo tempo. Sforna pure l’assist per il 2-0 in uno dei tanti palloni buttati in area della Juventus.

    Khedira 6.5: Domina a centrocampo, fa valere esperienza e piazzamento. S’inserisce, ma prova soprattutto la botta da fuori.

    Pjanic 6: Va un po’ a sprazzi. Meglio nel primo tempo, con i cambi gioco che mettono in difficoltà i radar portoghesi.

    Mandzukic 5.5: Marione non è in serata, o forse è ben marcato. Fatto sta che, a parte un paio di spizzate di testa, scompare un po’. E non ‘è neanche bisogno delle sue proverbiali corse dietro all’avversario in fase difensiva.

    Dybala 6.5: Colpisce il palo nel primo tempo, cuce il gioco e prova a duettare con Higuain come in campionato. La fortuna, negatasi nel primo tempo, ricompare per l’1-0: il suo passaggio sbagliato diventa assist per Pjaca.

    Cuadrado 5: Sbaglia tanto, fino alla sostituzione. Soprattutto nel secondo tempo, è molto cercato dai compagni, ma difficilmente prende l’iniziativa di saltare l’uomo, preferendo cross innocui dalla trequarti.

    Pjaca 7: Il primo gol con la maglia della Juventus in un incontro così importante. Serata da ricordare, cinque minuti dall’ingresso in campo per superare un monumento come Casillas.

    Dani Alves 7: Pure lui entra sul terreno di gioco e segna. Averne di cambi così.

    Marchisio s.v.

    Allegri 7: Geniale? Due cambi, due gol. E il caso Bonucci è dimenticato. O meglio: resta come precedente per tutto lo spogliatoio. Guai a sgarrare. Che tanto potete pure accomodarvi in tribuna, chi gioca ha sempre ragione poi.

    Porto Juventus: il migliore della Juventus

    LaPresse

    Alex Sandro 7.5: Sgroppate continue per l’ex della partita. L’esterno della Juventus ha forza e fiato. Su di lui le marcature saltano spesso. E il cross per il 2-0 è un vero e proprio cioccolatino, Dani Alves lo scarta e se lo mangia con piacere.

    Porto Juventus: il peggiore della Juventus

    LaPresse

    Cuadrado 5: Il sudamericano non incide. Anzi, è pure deleterio con i tanti cross sbagliati. E dire che Allegri, nella ripresa, aveva chiesto alla squadra di assecondarne i movimenti, servendolo spesso.

    La Juventus si qualifica se

    LaPresse

    Porto Juventus: la Juventus si qualifica se, nella partita di ritorno allo Juventus Stadium (14 marzo prossimo) vince, pareggia o perde con una sola rete di scarto. Se invece fosse il Porto a vincere 3-1, 4-2 e così via, sarebbero i lusitani di Espirito Santo a passare il turno e a qualificarsi per i quarti di finale di Champions League. In caso di 2-0 per il Porto, si andrebbe ai supplementari e, se il risultato non dovesse cambiare neanche dopo 120′, si andrebbe ai calci di rigore.