Bonucci va in tribuna, la lite con Allegri e tutte le sue sfuriate

Tutte le litigate di Leonardo Bonucci tra compagni di squadra, avversari e arbitri

da , il

    Bonucci va in tribuna, la lite con Allegri e tutte le sue sfuriate

    Bonucci va in tribuna. Questa la sentenza dopo la lite con Allegri annunciata dallo stesso tecnico bianconero. Il difensore per motivi disciplinari finisce in tribuna contro il Porto nella gara valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League. Il difensore della Juventus ha un carattere forte e, talvolta, finisce per scontrarsi con qualcuno, compagno, allenatore, arbitro o avversario che sia. L’ultimo caso è quello Allegri – Bonucci, durante la partita con il Palermo. Il tecnico della Juventus e il difensore se ne dicono tante, ripresi dalle telecamere; al fischio finale, Bonucci corre negli spogliatoi, probabilmente per un faccia a faccia con Max. Quando la tempesta pare ormai lontana, il tecnico bianconero annuncia che Bonny – per motivi disciplinari – andrà in tribuna contro il Porto per l’andata degli ottavi di finale di Champions League.

    Sangue caldo, nervi che ogni tanto saltano. Anche questo è Leonardo Bonucci, uno dei migliori difensori in circolazione. Vediamo alcuni litigi famosi del centrale della Nazionale azzurra e della Juventus.

    Lite Bonucci-Iaquinta

    LaPresse

    Litigio Bonucci – Iaquinta nel 2011, con Delneri sulla panchina della Juventus, nella vittoria per 1-0 contro l’Inter. Leonardo non è ancora il leader che oggi conosciamo, ma studia per diventarlo. L’attaccante bianconero entra in campo al 65′ al posto di Luca Toni, ma non è positivo il suo impatto. Il giocatore appare svogliato e viene ripreso da Bonucci, duramente. Difendere il minimo vantaggio è importantissimo contro i campioni d’Italia in carica. Bonucci pretende impegno anche da chi non è partito titolare e lo dice a muso duro a Iaquinta. A conferma che le scorie di questa litigata verranno successivamente dimenticate, Bonucci verrà convocato come testimone da Iaquinta quando il papà verrà arrestato.

    Rissa in discoteca Bonucci-Vidal

    Qui non parliamo di un litigio di Leonardo Bonucci con qualche compagno, ma di un episodio avvenuto nel marzo del 2012. leonardo Bonucci e Arturo Vidal sono in discoteca, al ‘Tabata’, noto locale notturno torinese. Iniziano a volare cubetti di ghiaccio, una goliardata; dall’altra parte, però, c’è un personaggio già noto alle forze dell’ordine e definito ‘poco raccomandabile’. Prima che la situazione degeneri completamente, i buttafuori intervengono. I due giocatori della Juventus possono lasciare il locale senza subire danni.

    Nella partita successiva, anche in questo caso per sdrammatizzare, Vidal e Bonucci festeggiano un gol facendo finta di prendersi a pugni reciprocamente.

    Lite Bonucci-Marchisio

    LaPresse

    La lite Bonucci-Marchisio non è mai stata confermata dai diretti interessati che, anzi, ci hanno scherzato su. L’indiscrezione era della ‘Gazzetta dello Sport’, dopo il match della Juventus contro il Milan nel novembre 2012, con Antonio Conte in panchina. Claudio avrebbe detto a Leonardo, nel primo tempo: “Stiamo perdendo per colpa tua”. Su twitter, i due compagni di squadra successivamente hanno sorriso alla notizia. Marchisio ha scritto: “Leo, hai letto del nostro presunto litigio? Mah…”. Risposta di Bonucci: “Sono rimasto stupito anche io!!!. Mah…ci vediamo al campo”.

    Lite Bonucci-De Rossi vs Balotelli

    LaPresse

    Mondiali del 2014, assolutamente negativi per l’Italia. Urla negli spogliatoi: Leonardo Bonucci e Daniele De Rossi – due leader della vecchia guardia – vengono alle mani con Mario Balotelli, considerato il principale colpevole dell’eliminazione azzurra. Si sente distintamente urlare il difensore della Juventus: “Imbecille, esci subito da questo spogliatoio”. Poco dopo, il Balo verrà ripreso dalle telecamere da solo, sul pullman, con un umore visibilmente nero.

    Lite Bonucci-Chiellini

    LaPresse

    Lite Bonucci-Chiellini a gennaio 2016. La Juventus vince 2-1 al Luigi Ferraris contro la Sampdoria. Leonardo Bonucci è decisivo, con il lancio che permette a Paul Pogba di sbloccare il match. Khedira raddoppia nel secondo tempo, ma Antonio Cassano riapre la partita e mette i brividi alla Juve. Al fischio finale, Bonucci e Chiellini si mettono a battibeccare in campo, con accuse reciproche per aver permesso ai blucerchiati di andare vicini al pari.

    A chiarire cosa è successo è proprio Bonucci, davanti alle telecamere e ai microfoni: “Perché abbiamo litigato con Chiellini? Non c’è bisogno di fare a botte, sono semplici discussioni in campo. Però servono per mantenere accesa quella fiamma di cattiveria e di fame che ognuno di noi deve avere dentro. E serve anche a tenere sveglio tutto il gruppo. Ci siamo chiariti con Giorgio, la discussione era sulla gestione della palla sull’ultima punizione, dove potevamo fare meglio anziché buttarla via, ma è stato un qui pro quo e basta”.

    Bonucci-Rizzoli testa a testa

    Aprile 2016, derby della Mole tra Juventus e Torino. Leonardo Bonucci protesta e inizia un vero e proprio faccia a faccia con l’arbitro Nicola Rizzoli. Qualcuno ci vede anche una testata del difensore all’arbitro e ci si stupisce che il direttore di gara non abbia preso alcun provvedimento contro lo juventino. L’arbitro spiegherà qualche giorno dopo: “Nessuno parli di testa contro testa perché queste sarebbero scene da film, non è andata affatto così”.