Festival di Sanremo, Inter, Roma: tutti contro la Juve

Dalla manifestazione canora alla tifoseria nerazzurra ai giocatori giallorossi: è una crociata anti bianconera

da , il

    Festival di Sanremo, Inter, Roma: tutti contro la Juve

    E’ passata quasi una settimana dal derby d’Italia Juventus-Inter, ma gli animi non si sono distesi. Anzi. Continuano a fioccare le polemiche, alimentate non soltanto dalle tifoserie. Al Festival di Sanremo, nella terza serata dell’edizione 2017, i comici Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu hanno inserito – tra le loro paure – pure una calcistica, di cui parleremo a breve. Intanto, la tifoseria dell’Inter ha organizzato per il prossimo incontro con l’Empoli una ‘panolada’ di protesta contro gli arbitri. E non poteva mancare, in questa crociata anti juventina, la voce del romanista Radja Nainggolan.

    Partiamo da Sanremo, che quest’anno sta vivendo molto in funzione del calcio. Dopo Francesco Totti, che ha divertito ed è stato un successo, sono arrivati Luca e Paolo. E’ il secondo che dice al primo: “Ho paura di perdere su un rigore che non c’è, o per un gol in fuorigioco o per un errore arbitrale”. Luca chiede: “Ma per quale squadra tifi?”. Paolo risponde: “La Juve”. Luca chiosa: “Allora tranquillo, non succederà”.

    Nel frattempo, come detto, la tifoseria dell’Inter ha organizzato una protesta mutuata dal calcio spagnolo: domenica sventoleranno i fazzolettini bianchi per protestare contro le decisioni arbitrali. In particolare, contro le squalifiche inflitte a Perisic e Icardi dopo il match perso 1-0 allo Juventus Stadium domenica scorsa. Un membro del club ‘Templari’ spiega:La Juventus sostiene che non sappiamo perdere e non conosco vergogna. Non è possibile che in serie A arbitri il figlio di Pairetto, che tutti sappiamo cosa ha fatto con Bergamo. Sappiamo che il silenzio in tempi passati non ha prodotto nessun risultato. Solamente quando si è voluto stanare Calciopoli, qualche segnale dalla proprietà è arrivato”. Nel pomeriggio, John Elkann si era lasciato scappare una battuta al veleno contro l’Inter: “Non sanno perdere, anche se dovrebbero essere abituati”. A cui la Società milanese aveva risposto con un comunicato in cui diceva di non aver mai parlato della Juve, ma solo degli errori arbitrali. “Il Club non comprende perché la Juventus Fc continui a riferirsi all’Inter, mentre la nostra attenzione non è mai stata su di loro. Abbiamo, nei toni corretti e nelle sedi appropriate, cercato un confronto su quelle che riteniamo decisioni arbitrali discutibili in una partita importante per noi e per la serie A”.

    Poi c’è Radja Nainggolan: Odio la Juve da quando sono nato. Avrei dato i cogl… per batterli e considera che, con il Cagliari, allo Stadium non ho mai perso. Sono venuto alla Roma apposta per batterli visto che hanno avuto sempre aiuti. Li odio perché vincono sempre per un rigore o una punizione”. Il centrocampista belga ha parlato con alcuni tifosi giallorossi all’estero di Trigoria, ma il suo dialogo è stato ripreso da uno smartphone che era nelle vicinanze.