Calciomercato invernale serie A: come sono cambiate le squadre

Movimenti, probabili formazioni e voti ai 20 club della massima serie

da , il

    Calciomercato invernale serie A: come sono cambiate le squadre

    Chi si è rinforzato, chi ha sbaraccato? Il mese di gennaio, per i tifosi di calcio, è un mese di sogni, speranze e delusioni. Si apre e si chiude, infatti, il calciomercato invernale. Un mese di trattative che serve a riparare eventuali falle venute fuori durante la prima parte di stagione, a sistemare il bilancio o a programmare gli acquisti da fare in futuro. Ieri sera, alle 23, si è chiusa la sessione e quindi, oggi, è tempo di analisi per le 20 di serie A, con relativi voti. Vediamo chi si è mosso meglio e chi peggio.

    Il calciomercato invernale di serie A non è stato particolarmente scoppiettante, ma alcuni ottimi affari sono stati fatti.

    Atalanta

    LaPresse

    L’Atalanta ha badato, come al solito, a valorizzare i suoi giovani cercando, in qualche caso, di realizzare plusvalenze. Così si spiega la cessione di Caldara alla Juventus (ma il difensore resta a Bergamo fino al 2018), mentre Gagliardini è partito subito in direzione Inter. I nerazzurri non si sono indeboliti, però, perché sono riusciti a portare a casa Mounier e Cristante. Insomma, si può continuare a puntare all’Europa, anche perché è rimasto Kessie.

    Probabile formazione: Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessie, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez. All.: Gasperini.

    VOTO 6.5

    Bologna

    LaPresse

    Poco presente sul mercato, il Bologna. Che si merita la sufficienza, ma non di più. I rossoblù hanno prelevato Petkovic, dal Trapani, abbagliati da ciò che il giocatore aveva fatto la scorsa stagione, trascinando i siciliani a un passo dalla promozione in serie A. E’ stata sfoltita la rosa, con le cessioni di Acquafresca, Floccari, Gomis, Morleo, Ferrari e Mounier (con pasticcio annesso, ma non per colpa dei felsinei). Il ritorno in piena forma di Verdi potrebbe essere il vero acquisto.

    Probabile formazione: Mirante; Krafth, Gastaldello, Maietta, Masina; Nagy, Viviani, Dzemaili; Verdi, Destro, Krejci. All.: Donadoni.

    VOTO 6

    Cagliari

    LaPresse

    Faragò, che arriva dal Novara, potrebbe regalare sorprese. C’è molto interesse per le sue prestazioni in serie A. E’ tornato pure Ibarbo, che bisogna vedere se troverà spazio in un attacco comunque piuttosto completo. In porta, cambio della guardia con lo scontento Storari sostituito da Gabriel. Anche in questo caso, però, parliamo più che altro di aggiustamenti in corso d’opera. Del resto, la classifica è abbastanza tranquilla. Il Cagliari ha resistito al pressing finale del Milan per Di Gennaro.

    Probabile formazione: Rafael; Isla, Ceppitelli, Bruno Alves, Pisacane; Dessena, Di Gennaro, Padoin; Farias; Borriello, Sau. All.: Rastelli.

    VOTO 6

    Chievo

    LaPresse

    Maran si ritrova con un solo volto nuovo, arrivato proprio nell’ultimo giorno di mercato dal Genoa: Gakpè. Sarà sufficiente per affrontare senza patemi il girone di ritorno? Nel capitolo cessioni, nessuna di rilievo: sono partiti Parigini, Floro Flores e Jallow, tutti e tre giocatori offensivi. Ci si fida molto, evidentemente, del veterano Pellissier e di Meggiorini.

    Probabile formazione: Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, De Guzman; Birsa; Pellissier, Meggiorini. All.: Maran.

    VOTO 5.5

    Crotone

    LaPresse

    La rosa non è stata alterata. Gli ultimi segnali di risveglio potrebbero aver spinto la Società a continuare con la formazione che, al momento, è molto distaccata dalla zona salvezza. Fino all’ultimo si è provato a riportare in Calabria Budimir, inutilmente; è arrivato dal Nova Gorica l’attaccante Kotnik. Dal Latina, invece, è stato preso Acosty. E’ partito però Palladino e questa è una grossa perdita, anche per l’esperienza del giocatore.

    Probabile formazione: Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Barberis, Crisetig, Stoian; Trotta, Falcinelli. All.: Nicola.

    VOTO 5.5

    Empoli

    Quando è partito Saponara, i tifosi hanno pensato che la Società si sentisse ormai così tranquilla, vista la classifica e il vantaggio dalle ultime tre, da potersi permettere anche una cessione illustre. Nelle ultime ore di mercato, però, è arrivato anche il sostituto, El Kaddouri, che effettivamente potrebbe trovare molto più spazio che a Napoli ed essere un’arma importante. Forse anche di più di Saponara. C’è stata anche la cessione di Gilardino, con la chiara intenzione di dare a Mchedlidze più responsabilità, oltre che il posto da titolare garantito al fianco di Marilungo

    Probabile formazione: Skorupski; Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Diousse, Croce; El Kaddouri; Mchedlidze, Marilungo. All.: Martusciello.

    VOTO 5.5

    Fiorentina

    LaPresse

    Saponara si ritrova di nuovo in una grande e non in provincia: saprà sfruttare questa occasione? Corvino ha pensato soprattutto ai giovani (vedasi Castrovillari) e Kalinic alla fine ha deciso di rinunciare ai soldi cinesi per continuare a guidare i Viola. Questa Fiorentina non sarà da Champions, ma può tranquillamente giocarsi le sue chance per un posto in Europa. E ha mantenuto inalterato il centrocampo.

    Probabile formazione: Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez, Astori; Chiesa, Vecino, Badelj, Oliveira; Bernardeschi, Borja Valero; Kalinic. All.: Sousa.

    VOTO 6.5

    Genoa

    LaPresse

    Il solito Genoa che cambia tutto in inverno. Ci ritroviamo con una squadra completamente nuova, dopo le partenze di Rincon, Pavoletti, Ocampos, tre titolari, e gli arrivi di Hiljemark, Cataldi, Taarabt, Morosini, Beghetto. E’ tornato Palladino, che potrà essere un ricambio prezioso oltre che un uomo spogliatoio importante. Così come Pinilla. Insomma, Preziosi pare averci visto giusto anche questa volta. E in estate Simeone porterà un bel po’ di soldi in cassa.

    Probabile formazione: Lamanna; Izzo, Burdisso, Munoz; Lazovic, Hiljemark, Veloso, Laxalt; Taarabt, Rigoni; Simeone. All.: Juric.

    VOTO 6.5

    Inter

    LaPresse

    L’Inter si merita il titolo di regina dell’inverno, non foss’altro che perché ha strappato alla concorrenza Gagliardini. E lo ha inserito subito titolare, inserendo il turbo in campionato. La riprova è che la sua assenza in Coppa Italia è costata l’eliminazione. Poco male, visto che ad Appiano Gentile si stanno divertendo nella rincorsa a un posto in Champions, dopo l’inizio disastroso, e magari anche a dare fastidio alla Juventus. Da non trascurare poi il capitolo bilancio, con le cessioni di Jovetic, Ranocchia e Felipe Melo che hanno alleggerito il monte ingaggi.

    Probabile formazione: Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, D’Ambrosio; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. All.: Pioli.

    VOTO 7.5

    Juventus

    LaPresse

    La Juve, come suo costume, non ha pensato solo al presente, ma anche al futuro. E ha preso Caldara (per il 2018) e Orsolini (per l’estate prossima): due giovani italiani che serviranno per abbassare l’età media. Ma ha pensato anche al presente con Rincon, centrocampista funzionale ai progetti di Allegri. Ha perso Evra (non sostituito) e forse avrebbe avuto bisogno di un altro innesto a centrocampo che, invece, a quanto pare arriverà a giugno (Tolisso).

    Probabile formazione: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio; Dybala, Pjanic, Mandzukic; Higuain. All.: Allegri.

    VOTO 7

    Lazio

    Pochi affari per una squadra che ha preferito mantenere la sua intelaiatura. E’ partito Cataldi che, poco alla volta, aveva trovato sempre meno spazio. E’ rimasto Keita, anche se in estate la sua partenza pare ormai scontata. Ha rinnovato il capitano, Biglia, e questa è un’ottima notizia per Simone Inzaghi. E poi c’è quel Milinkovic-Savic che continua a progredire.

    Probabile formazione: Marchetti; Basta, De Vrij, Wallace, Radu; Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic; Anderson, Immobile, Keita. All.: Inzaghi.

    VOTO 6

    Milan

    LaPresse

    Il Milan si è mosso bene sul mercato, con un budget praticamente inesistente. E’ arrivato Ocampos, dal Genoa, così come Deulofeu, di cui si parlava benissimo quando iniziò la carriera con il Barcellona. C’è stato un cambio come secondo di Donnarumma (Storari per Gabriel). Luiz Adriano e Niang sono partiti; in particolare il secondo, talento finora mai espressosi completamente, aveva litigato con Montella e dunque doveva assolutamente cambiare aria. Ma Ocampos e Delofeu paiono poter sostituire il francese senza grossi problemi. Peccato per l’infortunio di Bonaventura, a cui il Milan non ha voluto (o potuto) replicare con un acquisto last minute.

    Probabile formazione: Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Pasalic; Suso, Bacca, Deulofeu. All.: Montella.

    VOTO 6.5

    Napoli

    LaPresse

    Pavoletti è arrivato all’inizio del mercato, Gabbiadini è stato venduto bene negli ultimissimi minuti di mercato. Insomma, il Napoli ha dato il ‘la’ ai colpi e ha chiuso la porta. Interessante, ma giovane, pure il brasiliano Leandrinho. Con il ritorno di Milik, ci sarà abbondanza in attacco, ma questi saranno problemi di Sarri. La squadra dà la sensazione di poter continuare a inseguire scudetto o Champions League senza grossi problemi.

    Probabile formazione: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly; Ghoulam; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All.: Sarri.

    VOTO 7

    Palermo

    LaPresse

    A salvezza compromessa, pure Zamparini ha confermato di non crederci più. Due arrivi, Silva e Sunjic, ma anche gli addii di Quaison e Hiljemark. La sensazione è che i rosanero stiano già pensando alla prossima stagione in serie B. Oppure Zamparini si fida talmente tanto di Diego Lopez da sperare in un miracolo.

    Probabile formazione: Posavec; Rispoli, Gonzalez, Goldaniga, Aleesami; Jajalo, Chochev, Bruno Henrique; Diamanti; Trajkovski, Nestorovski. All.: Diego Lopez.

    VOTO 5

    Pescara

    Gli abruzzesi hanno provato a rimescolare le carte, anche se la situazione classifica è drammatica. E’ arrivato Gilardino, a cui si chiedono i gol che sono mancati tanti finora. In difesa Stendardo e Bovo portano esperienza, buoni inserimenti sui calci d’angolo e conclusioni da lontano e da fermo. Anche Muntari, a centrocampo, può dire la sua. E’ anche vero, però, che se n’è andato un metronomo come Aquilani, così come Manaj. Il mercato è stato sicuramente vivace, ma non abbastanza da conquistare la sufficienza.

    Probabile formazione: Bizzarri; Zampano, Stendardo, Bovo, Biraghi; Verre, Memushaj, Muntari; Benali, Caprari; Gilardino. All.: Oddo.

    VOTO 5.5

    Roma

    LaPresse

    Forse ci si aspettava un altro colpo dalla Roma, non soltanto Grenier dal Lione. Non è arrivato. Ma si dice che sia stato bloccato Kessie per giugno e questo sarebbe un gran colpo. I giallorossi, per il resto, hanno lasciato partire solo Iturbe, puntando sulla solidità raggiunta con Spalletti che, peraltro, sapeva che bisognava fare i conti con il fair play finanziario e non si poteva volare troppo in alto.

    Probabile formazione: Szczesny; Rudiger, Manolas, Fazio; Bruno Peres, Nainggolan, Strootman, Emerson; Salah, Perotti; Dzeko. All.. Spalletti.

    VOTO 6.5

    Sampdoria

    LaPresse

    Mercato poco movimentato per la Sampdoria. Ferrero ha piazzato un colpo nell’ultimo giorno con l’arrivo del difensore Simic. In precedenza, Bereszynski per colmare il vuoto della partenza di Pereira. Opzionato Verre per l’estate, preso Djuricic a centrocampo. Insomma, investimenti ridotti al minimo per cercare di arrivare a fine stagione senza patemi e con qualche soddisfazione. Sapendo che quello Schick in estate potrebbe portare un bel po’ di soldini.

    Probabile formazione: Viviano; Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Praet; Bruno Fernandes; Muriel, Quagliarella. All.: Giampaolo.

    VOTO 6

    Sassuolo

    LaPresse

    Aver resistito agli assalti per Pellegrini e Defrel è il maggior merito del Sassuolo che, a poche ore dal termine del mercato, ha riportato in Italia pure l’ex Roma Scamacca, attaccante di cui si dice un gran bene. E poi non bisogna dimenticare che in mezzo al campo è arrivato Aquilani, che subito ha portato piedi buoni e ordine nel reparto di Di Francesco.

    Probabile formazione: Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Aquilani; Berardi, Pellegrini, Politano; Matri. All.: Di Francesco.

    VOTO 6+

    Torino

    LaPresse

    Toro molto attivo sul mercato, a conferma che il Cairo di oggi ha molte più ambizioni di quello di ieri. Dalla Roma è arrivato Iturbe in un reparto già affollato ed è stato riscattato in anticipo Iago Falque. Preso pure Carlao, i granata hanno bloccato il giovane portiere Milinkovic Savic jr., di cui si dice molto bene. Non è arrivato il centrocampista di cui si vociferava dall’inizio del mercato e questa è l’unica falla del mercato invernale del Torino. Ed è stato ceduto, dopo tanti anni in granata, l’esperto Vives.

    Probabile formazione: Hart; Zappaoosta, Rossettini, Castan, Barreca; Benassi, Valdifiori, Baselli; Iago Falque, Belotti, Ljajic. All.: Mihajlovic.

    VOTO 6+

    Udinese

    LaPresse

    Mercato da sufficienza per l’Udinese. E’ tornato Alexis Zapata, si punta a valorizzare il nerazzurro Gnoukouri. Da vedere Jaadi (centrocampista ex Ascoli, rientrato dal prestito) e Ranegie (attaccante del Watford). Ceduti Wague, così come Penaranda, a inizio mercato. Quest’ultimo, dopo l’estate, sarebbe dovuto essere il grande acquisto friulano, ma ha steccato, probabilmente anche per la giovane età.

    Probabile formazione: Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Fofana, Kums, Jankto; De Paul, Zapata, Thereau. All.: Delneri.

    VOTO 6