Calciatori che vanno in Cina a giocare: i campioni che hanno detto no

Calcio, ci sono tanti giocatori che hanno rifiutato ingenti somme di denaro per il campionato cinese, scopriamoli

da , il

    Calciatori che vanno in Cina a giocare: i campioni che hanno detto no

    Per tanti calciatori che partono per la Cina, attratti da decine di milioni di euro netti all’anno di stipendio, ci sono campioni che invece hanno detto no e hanno rifiutato offerte davvero assurde. In questo articolo andremo a scoprire i più famosi che hanno preferito rimanere in Europa, nei campionati molto più blasonati della Chinese Super League. Non sembra sia tanto questione di cuore quella più recente, ossia dell’attaccante della Fiorentina Nikola Kalinic, ma di commissioni dell’intermediario. Fatto sta che il Tianjin Quanjian si è tirato indietro quando già sembrava fatta con 40 milioni di euro per il cartellino e 12 milioni a stagione per tre anni per il giocatore.

    Robert Lewandowski

    LaPresse

    L’attaccante polacco del Bayern Monaco Robert Lewandowski è quello che ci ha messo più coraggio di tutti avendo detto no a qualcosa come 40 milioni di euro all’anno da un club non specificato. La motivazione è che a 28 anni non era ancora pronto per un pensionamento e per tagliarsi, di fatto, da tutti i discorsi legati alle nazionali.

    Carlos Bacca

    LaPresse

    Dieci milioni di euro all’anno in Europa sono per pochissimi, in Cina sono quasi la media per i campioni esteri. Carlos Bacca aveva ricevuto offerte dalle varie squadre come lo Shanghai Shenhua, poi Tianjin e Guangzhou, ma è rimasto al Milan.

    Sinisa Mihajlovic

    LaPresse

    Col Toro è protagonista di alti e bassi e c’è chi non crede ce la farà a qualificarsi per l’Europa, Sinisa Mihajlovic ha detto no a un contratto non specificato (ma stimato in 5-6 volte quello italiano) per una squadra altrettanto misteriosa. Da allenare, naturalmente.

    Karim Benzema

    LaPresse

    Offerta sicuramente superiore ai 20 milioni di euro netti all’anno per il francese Karim Benzema in forza al Real Madrid da parte del club Tianjin Quanjian, ma non si farà niente e il galletto rimarrà tra i Blancos, anche se un po’ in ombra.

    Mauro Icardi

    LaPresse

    Addirittura di 35 milioni di euro l’offerta sempre degli irriducibili del Tianjin Quanjian per Mauro Icardi capitano interista, che però rimarrà ancora a Milano, non si sa bene per quanto. Chiedere a Wanda Nara per maggiori informazioni.

    Arjen Robben

    LaPresse

    Contattato da diverse squadre cinesi, Arjel Robben ha confermato di aver rifiutato ogni avances da parte degli assegni in bianco dei tycoon asiatici, affermando: “Andare in Cina significa ritirarsi”.

    Angel Di Maria

    LaPresse

    L’argentino del PSG non è contentissimo in Francia e sta seriamene pensando di andare a cercare esperienza altrove: la Cina potrebbe essere un’opzione ancora non del tutto esclusa. Ma per il momento è un no.