Fiorentina-Chievo, Carlos Sanchez festeggia i 3 punti ma è la Coppa Italia!

Il centrocampista della Viola 'festeggia' l'1-0 al Chievo parlando di 3 punti fondamentali, la gaffe si Twitter

da , il

    Fiorentina-Chievo, Carlos Sanchez festeggia i 3 punti ma è la Coppa Italia!

    Clamorosa gaffe di Carlos Sanchez, centrocampista colombiano della Fiorentina. Dopo la vittoria in Coppa Italia contro il Chievo, con un rigore di Bernardeschi al 90′, il sudamericano carica così i compagni su twitter: “Bello cominciare l’anno con 3 punti. Tre punti? Vuoi vedere che Sanchez era convinto che quella di ieri sera al Franchi fosse una partita di campionato e non un ‘dentro – fuori’ degli ottavi di finale di Coppa Italia?

    Qualcuno probabilmente poi glielo fa notare e il calciatore cambia il cinguettio: “Buono cominciare il 2017 con una vittoria”. Scompare il riferimento ai tre punti. Tra l’altro, Sanchez ha giocato pure titolare contro i veronesi al posto di Salcedo. Insomma, era in campo ma non sapeva bene per cosa stava giocando. Forse negli spogliatoi qualcuno avrebbe dovuto spiegarglielo, considerato che per lui questo è il primo anno in Italia.

    Carlos Alberto Sanchez Moreno, classe 1986, è infatti arrivato in prestito l’estate scorsa dall’Aston Villa, dopo la retrocessione della squadra inglese in seconda serie. Non si tratta comunque di un giovane alle prime armi, come si evince dai 30 anni già raggiunti. Ha iniziato la carriera nelle giovanili del Danubio, in Uuruguay; dal 2005 al 2007 ha giocato con il River Plate Montevideo. Nel 2007 l’arrivo in Europa, con la maglia dei francesi del Valenciennes. Ben sei anni con la stessa squadra, in Ligue 1.

    Nell’agosto del 2013 il trasferimento in Spagna, all’Elche, dove rimane una sola stagione, scendendo in campo in 31 occasioni. Arriva quindi l’occasione Aston Villa, per 4,7 milioni di sterline. Il 9 agosto del 2016, la Fiorentina lo prende in prestito oneroso di 300 mila euro, con diritto di riscatto fissato a tre milioni, che diventerà obbligatorio al raggiungimento del 50 per cento delle presenze. L’esordio in serie A avviene alla prima giornata, il 20 agosto, contro la Juventus allo Stadium. Il 28 agosto arriva il primo gol al Franchi, proprio contro il Chievo Verona. Insomma, la gaffe è doppia: i clivensi erano già stati affrontati e battuti a Firenze, come potevano giocarci di nuovo per il campionato?