Lionel Messi: dalla Cina offrono 100 milioni di euro a stagione

Lionel Messi: dalla Cina offrono 100 milioni di euro a stagione

La Pulce riceve una proposta shock per un contratto senza precedenti e senza paragoni

da in Calcio, Calciomercato, FC Barcellona Calcio, Leo Messi, News Sport, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Lionel Messi: dalla Cina offrono 100 milioni di euro a stagione

    Quanto vale Lionel Messi? Nonostante il Pallone d’Oro sia stato monopolizzato da Ronaldo nelle ultime stagioni, per l’età più verde e per un talento che unisce la fantasia a piedi sopraffini, l’argentino è generalmente considerato il più forte giocatore degli ultimi anni. Per averlo sarebbe necessario firmare un assegno pesantissimo non soltanto per il Barcellona, ma anche per la Pulce stessa. In questo momento, però, nessuno può andare a pareggiare l’offerta che i cinesi dell’Hebei Fortune – quelli di Lavezzi e Gervinho, per intenderci – avrebbero preparato per lui. Di quanto stiamo parlando? Di qualcosa come 100 milioni di euro… a stagione.

    Sarebbe proprio di 100 milioni di euro, peraltro netti, l’offerta messa sul piatto dall’Hebei Fortune come riportato dall’indiscrezione di Sky Sports Uk che andrebbe ben oltre i 40 milioni netti che Carlos Tevez avrebbe accettato per giocare nello Shanghai Shenua. Somme ormai senza più senso e luogo. Ricordiamo che attualmente, nel club allenato da Manuel Pellegrini, Lavezzi gode di un contratto di 13 milioni all’anno e Gervinho di un particolare accordo per ricevere 150 mila euro a partita. Messi ne guadagna 24 di milioni all’anno, ma il Barca vuole rinnovare dopo il 2018 a 35 milioni.

    Più seriamente, quale sarà la casacca di Lionel Messi per la stagione 2017/18? La Pulce è al centro di un vero e proprio caso di calciomercato che lo vede conteso tra la sua squadra di appartenenza praticamente da sempre ossia il Barcellona e due tra le potenze economiche del calcio moderno ossia il Manchester City in Premier League in Inghilterra e il Paris Saint Germain (PSG) in Ligue 1 in Francia. Entrambi i club, finanziati da tonnellate di dollari dagli Emiri, non hanno mai fatto mistero di puntare al talento purissimo argentino, il migliore giocatore dell’ultimo ventennio insieme a Cristiano Ronaldo e la prossima estate potrebbe scatenarsi un’asta mai vista prima. Scopriamone di più.

    A dare la voce della prossima guerra di calciomercato è l’emittente RTL che ha riferito del lavoro sottobanco del PSG tramite il suo emissario Patrick Kluivert (che peraltro al Barca ci ha giocato dal 1998 al 2004) che starebbe corteggiando da tempo Jorge Messi, padre e procuratore di Leo, per portare l’argentino alla corte dei parigini. Sarebbe naturalmente una mossa quasi miliardaria (in euro) considerando che la clausola rescissoria di 250 milioni di euro e il contratto pesantissimo che spetterebbe all’argentino.

    Messi ha recentemente rinnovato per la nona volta il proprio contratto con i blaugrana inserendo una postilla che garantisce la possibilità di potersi liberare a fine carriera per chiuderla come era stata iniziata, in patria, con i Newell’s Old Boys.

    Ma è ancora prematuro parlare di ritiro per l’attaccante ventinovenne che potrebbe andare a cambiare casacca dopo diciassette stagioni e una media gol a partita che si avvicina a una rete a match. Il PSG è il candidato numero uno soprattutto grazie alla disponibilità economica e per la voglia di rivalsa dopo aver “perso” Neymar la scorsa estate. Il brasiliano era a un passo dal trasferirsi in Francia, ma è arrivato il no del giocatore e tutto è saltato sul più bello. Tuttavia, non bisogna dimenticare che anche il Manchester City ha da tempo praticato l’impervio sentiero che porta al giocatore più forte del mondo, facendo valere il suo budget altrettanto illimitato, alla faccia del fair play finanziario (ma ricordiamoci che è uno dei club che guadagna di più in termini di diritti televisivi e dalle coppe).

    A Manchester, Messi troverebbe Guardiola che l’aveva già allenato proprio a Barcellona e una schiera di campioni in cerca di riscatto dopo stagioni in cui si è raccolto una minima parte di ciò che si è seminato. Come terminerà? L’ultima parola, naturalmente, spetterà al campione.

    684

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioCalciomercatoFC Barcellona CalcioLeo MessiNews SportSport
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI