NBA 2016/17: sorprese e squadre favorite, protagonisti e statistiche

NBA 2016/17: sorprese e squadre favorite, protagonisti e statistiche
da in Basket, NBA, Prodotti Sport, Sport
Ultimo aggiornamento: Venerdì 25/11/2016 07:17

    NBA Preseason, Golden State Warriors vs Los Angeles Lakers

    Partita la stagione 2016/17 dell’NBA ossia del campionato americano di basket, quello più ricco e spettacolare al mondo e siamo pronti con una piccola guida introduttiva che vi racconterà delle squadre partecipanti e delle favorite per il titolo. Chi succederà a Cleveland? Chi avrà la meglio tra San Antonio e Golden State? E come si comporteranno Utah e Portland? Scopriamo tutto comprese le informazioni e le statistiche su questa ricca serie di appuntamenti che ci aspetta con 82 partite da oggi al 12 aprile prossimo quando terminerà la Regular Season. Succulento il piatto anche il giorno di Natale con cinque match compresi i derby di Los Angeles e il remake della finale tra Cleveland e Golden State stessi. Sarà poi il turno dell’All Stare Game dal 17 al 19 febbraio con i migliori campioni e le gare di abilità dai tre punti e delle schiacciate. Infine, i Playoff dal 15 aprile con i quarti di finale della Eastern e Western Conference. Le Finals inizieranno invece il primo giugno.

    GOLDEN STATE WARRIORS – Naturalmente i Golden State Warriors sono in prima posizione nonostante la delusione della sconfitta per 4-3 in finale l’anno scorso contro Cleveland nonostante l’incredibile record di 73 vittorie nella stagione regolare. Il più atteso è sempre lui Steph Curry, il cecchino dei tre punti. CLEVELAND CAVS – Di contraltare troviamo i Cleveland Cavs con l’ormai mitologico LeBron James, che può fare la differenza in attacco così come in difesa. SAN ANTONIO SPURS – Citiamo anche gli esperti dei San Antonio Spurs con giocatori di grandissimo valore e dal passato glorioso (non che il futuro sia da meno) come Ginobili e Parker e come dimenticare Pau Gasol? La più internazionale e la possibile mina vagante con niente da perdere e tutto da guadagnare. LOS ANGELES CLIPPERS – Infine, i Los Angeles Clippers con il fenomenale play puro Chris Paul e il potentissimo pivot DeAndre Jordan.

    ATLANTIC DIVISION: in questo raggruppamento troviamo i buoni Boston Celtics, i non così quotati Brooklyn Nets così come i cugini dei New York Knicks e i Philadelphia 76ers con l’interessante rookie Joel Embiid. Naturalmente ci sono anche i Toronto Raptors, mai da sottovalutare. CENTRAL DIVISION: non moltissime speranze per i Chicago Bulls poi troviamo i favoriti dei Cleveland Cavaliers, una buona squadra come i Detroit Pistons così come i solidi Indiana Pacers e i Milwaukee Bucks che ancora devono riprendersi dall’infortunio di Middleton. SOUTH-EAST DIVISION: si parte l’elenco con Atlanta Hawks per passare a Belinelli con i Charlotte Hornets e i “decaduti” dei Miami Heat che non si sa se riusciranno a raggiungere i playoffs. Stesso discorso per gli Orlando Magic, mentre i Washington Wizards si portano dietro troppe promesse non mantenute. PACIFIC DIVISION: passiamo alla Western Conference con i Golden State Warriors in prima linea con i rivali dei Los Angeles Clippers, mentre non si dovrebbe puntare molto sui Los Angeles Lakers né sui Phoenix Suns dell’intrigante Devin Booker. Cosa combineranno i Sacramento Kings? NORTH-WEST DIVISION: abbonati ai playoff, i Dallas Mavericks se la vedranno con i sempre ostici Houston Rockets così come i Memphis Grizzlies, mentre l’anello debole è quello dei New Orleans Pelicans. Infine, il team ben organizzato e espertissimo dei San Antonio Spurs. SOUTH-WEST DIVISION: i Denver Nuggets hanno accolto il nostro Gallinari e se la vedranno con i pronosticati dei Minnesota Timberwolves, gli outsiders di Oklahoma City Thunder e gli interessantissimi Portland Trail Blazers. Da non sottovalutare affatto gli Utah Jazz.

    678

    PIÙ POPOLARI