Trapattoni difende Pellè dalla reazione su Ventura

Trapattoni difende Pellè dalla reazione su Ventura

L'ex commissario tecnico della nazionale non condanna l'attaccante per il brutto gesto durante la sostituzione

da in Calcio, Nazionale italiana di calcio, News Sport, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Trapattoni difende Pellè dalla reazione su Ventura

    Si parla ancora del caso Pellè questa volta con la voce del mitico Trap: Giovanni Trapattoni ha infatti esposto la sua idea su ciò che avvenuto in merito alla reazione dell’attaccante azzurro nel momento della sostituzione contro la Spagna, con la mancata stretta di mano al commissario tecnico Ventura, sia anche per la successiva decisione di escluderlo dalla nazionale. “Una reazione che ci può stare”, ha commentato l’ex-mister della nazionale, che si è anche soffermato su ciò che è capitato a Buffon ossia sulla papera che l’ha visto protagonista proprio contro gli iberici e che poteva causare un danno non da poco in vista qualificazione. Leggiamo tutte le dichiarazioni del Trap.

    Breve riassunto: secondo tempo del match tra Italia e Spagna, il commissario tecnico Ventura richiama in panchina Pellè che non la prende bene e che rifiuta platealmente di stringere la mano al mister. Qualcosa che va a fare coppia con il brutto e ridicolo gesto ai rigori contro la Germania con “Mo ti faccio lo scavetto” e successivo calcio orripilante contro Neuer a EURO 2016. Da qui la decisione di rispedire a casa, o meglio dire in Cina, Graziano che difficilmente rivedrà la maglia della nazionale con tanta facilità. Ebbene, noi avevamo espresso il nostro punto di vista. Che cosa ha dichiarato Trapattoni?

    In occasione dell’inaugurazione della nuova stagione del Csi ha commentato: “La reazione di Pellè ci può stare. Poi, il ragazzo si è reso conto da solo e si è avveduto: ha chiesto scusa.

    Anch’io ho avuto qualche giocatore che, al momento della sostituzione, ha avuto una reazione spontanea e istintiva, però poi si sono sempre scusati“. Come a dire che l’agonismo può anche obnubilare per qualche istante. E per quanto riguarda l’erroraccio in uscita di Buffon? “C’è chi sbaglia un rigore, chi davanti alla porta tira fuori. Ci sta che anche il portiere possa prendere un goal così”.

    389

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioNazionale italiana di calcioNews SportSport

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI