Michael Schumacher ultime news: non può camminare, querelata una rivista

Michael Schumacher ultime news: non può camminare, querelata una rivista
da in Formula 1, Michael Schumacher, Motor Sport, News Sport, Sport
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23/11/2016 07:17

    No, non può camminare: Michael Schumacher non versa in condizioni tali da poter addirittura utilizzare le proprie gambe per movimenti più o meno complessi. Una rivista chiamata Bunte aveva riportato nel dicembre 2015 questo scoop, ma è stato smentito categoricamente dalla famiglia, che ha querelato la testata per “Notizie false e speculazioni irresponsabili, non può farlo”, come riporta Sabine Kehm, portavoce di Schumacher. E ora sembra che l’avvocato della famiglia, Felix Damm, potrebbe richiedere un risarcimento alla famiglia Schumacher per una somma compresa tra i 50 e i 100 mila euro.

    Nonostante le ultime notizie davvero preoccupanti sulle condizioni di salute di Michael Schumacher, arriva un barlume di speranza grazie a una recente dichiarazione di Luca Cordero di Montezemolo, che ha affermato “So quanto è forte Schumacher e sono sicuro che grazie alla sua determinazione, che sarà fondamentale, saprà venir fuori da questa difficilissima condizione. Me lo auguro davvero”. In occasione della stessa dichiarazione, il numero uno del Cavallino Rampante ha anche aggiunto che, senza dubbio, Schumacher sia stato “il più grande pilota della storia della Ferrari“. Ricordiamo che il tedesco è in coma da due anni a seguito dell’incidente sulle nevi di Maribel. Nelle prossime pagine, tutti gli ultimi aggiornamenti.

    Sempre più drammatici gli ultimi aggiornamenti e le ultime news sulla salute di Michael Schumacher che da ormai due anni è in condizioni molto critiche in seguito all’incidente sulle nevi di Meribel. L’ex-campionissimo vive segregato nella villa-clinica privata personale sul lago di Ginevra ed è costantemente seguito da uno staff di 15 medici specialisti. Il costo di mantenimento di tutto questo sistema è altissimo e la moglie Corinna ha già dovuto vendere le case a Oslo e Dubai, il jet privato, addirittura la storica Ferrari F2000 con la quale è stato vinto il terzo titolo. E gli sponsor? Solo alcuni come Audemars Piguet, Schuberth e Hormann, Deutsche Vermögensberatung, Mercedes-Benz e Rosbacher rimangono fedeli, ma altri si sono già defilati, ultimo in ordine di tempo la società produttrice di GPS Erlinyou. Scopriamo tutte le altre informazioni sul tedesco.

    Sembra ci siano ormai pochissime speranze per Michael Schumacher: il pilota tedesco potrebbe trovarsi nella fase più critica da quando è rimasto vittima di un tremendo trauma cranico a seguito di una caduta durante una sciata. Lo riporta il quotidiano TheBitBag, che racconta di un quadro clinico di molto peggiorato negli ultimi mesi, con la frase che avrebbe pronunciato un neurochirurgo che non lascerebbe molto spazio all’ottimismo: pare che l’organismo del tedesco stia peggiorando di giorno in giorno e che non stia reagendo bene alle cure, che ogni movimento e tentativo di comunicazione sia ormai vano. Solo un miracolo potrebbe salvare il campionissimo.

    Jean Todt parla di Michael Schumacher e delle condizioni del campionissimo di F1 ormai da due anni nella sua prigione fisica a seguito dell’incidente sugli sci a Maribel. La difficilissima riabilitazione continua, le speranze sono sempre molto scarse, ma tutte le persone che amano il tedesco non smettono di pregare per lui. Il francese, presidente della Fia, ha comunicato che “Sta ancora lottando. Lo vedo spesso, e sta ancora combattendo”. Ricordiamo che dopo sei mesi di coma farmacologico è ora a casa dopo essere stato ricoverato a Losanna, in Svizzera.

    Non perde le speranze Ross Brawn, il celebre ingegnere britannico che è stato direttore tecnico della Ferrari negli anni d’oro dei successi di Michael Schumacher. E proprio di Schumi ha parlato affermando che “Sono sempre in contatto con Corinna e con la famiglia, sono sempre aggiornato. Sono andato a trovarlo alcune volte. Credo ci sia solo da pregare, un giorno forse migliorerà. Ad ogni modo sarà un processo lungo, ma la speranza è l’ultima a morire”. Più che buone nuove sono semplicemente dichiarazioni che sottolineano la situazione difficile dell’ex-pilota tedesco, ancora in coma dopo l’incidente sugli sci a Maribel ormai due anni fa.

    Brutte notizie per Michael Schumacher. L’ex campione del mondo della Formula 1 non sta migliorando e il suo recupero, dopo il grave incidente sciistico a Meribel subito nel Dicembre del 2013, si sta rivelando sempre più complicato e lungo. A lanciare l’allarme è stato il quotidiano Daily Express: “I progressi dell’ex campione di Formula Uno sono dolorosamente lenti, e non si intravedono miracoli all’orizzonte”. L’intervista è stata fatta ad una fonte anonima ma pare molto vicina alla vicenda. Secondo il Daily Express Schumacher pare abbia perso 25 chilogrammi e che sia ancora incapace di parlare, di camminare e che abbia una coscienza molto limitata dell’ambiente che lo circonda. Se fosse confermata è una notizia molto brutta per Schumacher, la sua famiglia e i suoi fans. Il campione tedesco, seppur sia seguito da una equipe di 15 specialisti tra neurologi, fisioterapisti e logopedisti, coordinati dal luminare Richard Frackowiak, non riesce a progredire nella riabilitazione. Inoltre, secondo François Payen, uno dei medici che ha curato il tedesco per circa sei mesi al Centre Hospitalier Universitaire di Grenoble, ci vorranno almeno tre anni per vedere qualche miglioramento nello stato psico-fisico di Michael Schumacher.

    La famiglia di Michael Schumacher, nella fattispecie la moglie Corinne, ha citato in tribunale due magazine tedeschi per aver diffuso notizie false sull’ex pilota. Il giornale “Bunte” e il magazine “Freitzeit-Revue” verranno sanzionate per aver pubblicato dei titoli e notizie, senza alcun fondamento, sulla guarigione dell’ex ferrarista. “Schumacher ha pronunciato alcune parole” e “Schumacher ha aperto gli occhi” sono i titoli incriminati e pubblicati dai due giornali in questione. Per la famiglia Schumacher è sicuramente una piccola ma significativa vittoria dopo i tanti mesi passati a dover smentire notizie false sullo stato di salute di Michael. Nelle ultime settimane, la villa di Gland sul lago di Ginevra in Svizzera dove Schumi sta proseguendo la riabilitazione, è stata invasa da droni alla ricerca di foto, video e scoop e per questo motivo sono aumentate le misure di sicurezza. Intanto, da quasi due mesi, non si hanno notizie ufficiali sullo stato di salute del campione che sta proseguendo nella sua lunga riabilitazione.

    Non c’è pace per Michael Schumacher. Il campione tedesco, in cura e rinchiuso nella sua casa di Ginevra da diversi mesi, è ormai sempre più sotto assedio mediatico e la sua privacy è sempre a forte rischio. I paparazzi, pur di ‘rubare’ uno scatto di Schumacher, si sono inventati anche l’utilizzo di droni. Sopra la villa di Ginevra stanno infatti volando da alcuni giorni molti droni alla disperata ricerca di foto del campione durante la sua fase riabilitativa. Dopo le presunte cartelle mediche rubate, interviste al personale medico non autorizzato e fotografie scattate dagli alberi circostanti la villa, ecco l’ennesimo tentativo per fare lo scoop sull’ex pilota di Formula 1. La famiglia del tedesco, pur di rendere difficile il lavoro dei paparazzi, ha recentemente costruito delle reti protettive intorno all’enorme villa e persino “colorato” tutte le porte-finestre pur di cercare di non essere fotografati. Sembra però che quest’ultimi si siano ingegnati pur di fare lo scoop della loro carriera e stiano utilizzando questi nuovi strumenti tecnologici. Tutto questo ovviamente dimenticandosi della sofferenza e della difficoltà in cui sta vertendo il sette volte campione del mondo di F1.

    Michael Schumacher sta continuando la sua lenta e lunga guarigione a Gland, sul lago di Ginevra. A spiegare la situazione clinica del campione tedesco ci ha pensato la sua manager Sabine Kehm: ” Michael sta facendo dei piccoli progressi ma la strada per una completa guarigione è purtroppo ancora molto lunga. Attualmente è impossibile dare notizie esatte sulle sue condizioni in quanto sono in continua evoluzione. Negli ultimi giorni, quando il clima lo permette con un bel sole, Michael viene trasportato in giardino per respirare su una speciale sedia a rotelle”. Poi la portavoce di casa Schumacher ha puntato il dito contro i paparazzi che presidiano la villa svizzera: “Ci sono fotografi dappertutto- ha tuonato Kehm- bisognerebbe anche capire la gravità del momento quando si invade la privacy della gente. La famiglia di Schumacher si può dire che è sotto assedio mediatico quando invece dovrebbe avere pace e serenità visto il momento che sta attraversando.” Intanto è uscita la notizia che Corinne, moglie del campione, stia vendendo parte dei beni familiari quali un jet privato, la villa di Maribel e una villa in Norvegia. La motivazione di queste vendite è molto semplice: “Questi sono beni che non verranno mai più utilizzati da Michael Schumacher visto il suo stato fisico e Corinne ha preferito liberarsene.”

    Michael Schumacher come sta? Da diverso tempo ormai non stanno più uscendo notizie sullo stato fisico del tedesco che sta cercando di riprendersi dopo il terribile incidente occorsogli quasi un anno e mezzo fa. L’ex campione del mondo della Formula 1 sta cercando lentamente di tornare alla vita di tutti i giorni ma sulle sue condizioni fisiche c’è un alone di mistero da ormai diverso tempo. Ora finalmente si è fatto chiarezza sul motivo per cui non si sa più nulla sul tedesco. A spiegare le motivazioni è Sabine Kehm, agente del tedesco. Girate la pagine per leggere le motivazioni per cui non sa più nulla sullo stato fisico dell’ex ferrarista.

    Sabine Kehm ha spiegato ciò che sta succedendo intorno a Michael Schumacher. La famiglia del campione, insieme ai suoi legali, ha infatti deciso di dire basta alle speculazioni. Durante questi ultimi mesi, troppo spesso a par nostro, sono uscite notizie infondante sullo stato fisico del tedesco. Cartelle cliniche rubate, notizie vere o fasulle vendute ai giornali hanno indispettito tutti i familiari del campione. Da qui la decisione di passare per vie legali. Il personale medico e paramedico ha firmato clausole molto restrittive che vietano in maniera categorica di diffondere notizie sullo stato del tedesco. Ai giornali e alle redazioni dei quotidiani sono state inviate diverse lettere dall’avvocato di Schumacher per spiegare che, in caso di diffusione di notizie false ed inopportune, verranno intraprese querele e vie legali. Da quel momento non sono più state rilasciate news sul tedesco che può cosi provare a ritornare quello di un tempo. I fans però sono in sobbuglio sui social network in quanto vorrebbero sapere come sta il loro amato campione.

    2200

    PIÙ POPOLARI