Higuain e Icardi, doppiette argentine in A e Balotelli risponde dalla Francia

Higuain e Icardi, doppiette argentine in A e Balotelli risponde dalla Francia

La nuova stagione si apre con grandi performance da parte degli attaccanti di peso

da in Calcio, News Sport, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Higuain e Icardi, doppiette argentine in A e Balotelli risponde dalla Francia

    Festival delle doppiette in Europa con i grandi numeri nove che rispondono presente dai campionati del Vecchio Continente. In questo senso, la Serie A mette in mostra le belle performance delle sue perle argentine con Gonzalo Higuain della Juventus e Maurito Icardi dell’Inter. Tuttavia, anche la Ligue 1 non scherza e sorprende con il suo giocatore meno atteso (e dunque più atteso, paradossalmente) ossia Mario Balotelli, che bagna il debutto con la maglia del Nizza con due reti convincenti. Scendiamo più nello specifico con tutte le considerazioni del caso e qualche dato statistico degno di nota.

    Il migliore acquisto dell’Inter è sicuramente un giocatore che già era in casa, ma che ha rischiato di andarsene: parliamo di Maurito Icardi che con la doppietta nella terza giornata di campionato, per il ribaltone a San Siro sul Pescara, ha raggiunto le 50 reti in neroazzurro andando a superare un certo Ronaldo. Già, proprio il Fenomeno, che si era fermato a 49 in campionato. “Il merito è di tutti – ha affermato a caldo l’argentino – abbiamo lottato fino alla fine e sono davvero contento”.

    Gonzalo Higuain non la smette di segnare: sarà anche sovrappeso come tante malelingue hanno osservato, ma sta continuando con la stratosferica media che già teneva a Napoli l’anno scorso. Il centravanti ha messo a segno due gol contro il Sassuolo ed è così a quota 3 gol in 3 match, in meno di 120 minuti totali di gioco. Ha raggiunto nomi leggendari come John Charles, Totò Schillaci e Roberto Baggio.

    Infine, Mario Balotelli. L’ex nerazzurro e rossonero oltre che ex-Manchester City e ex-Liverpool, ha dimostrato di essere ancora capace di giocare e con la sua nuova avventura a Nizza bagna il debutto con una doppietta notevole. Statisticamente, ha messo a segno qualcosa che nemmeno Ibra era riuscito a fare con il PSG nel 2012. Super Mario sceglie la via dell’umiltà, sperando che sarà il suo nuovo corso: “Non paragonatemi a lui perché è un leone ovunque lo metti, io ho bisogno di sentirmi apprezzato”.

    444

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioNews SportSport

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI