Calciomercato serie A 2016: tanti flop e colpi sfumati

Calciomercato serie A 2016: tanti flop e colpi sfumati

I misteri del calciomercato, da Cassano a Balotelli passando per Santon e il dubbio su Jovetic

da in Calcio, Calciomercato, Prodotti Sport, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Calciomercato serie A 2016: tanti flop e colpi sfumati

    Agosto è passato, il calciomercato è terminato (qui la lista completa con i trasferimenti conclusi) e l’estate sta finendo, come cantavano un tempo i Righeira, ma dopo aver parlato di tutti i grandi colpi di mercato, soffermiamoci su tutti i trasferimenti bizzarri, i colpi sfumati e ancora la gestione di qualche giocatore che ha semplicemente fatto drizzare i capelli a tifosi e addetti ai lavori.

    Pensando ai flop del calciomercato di quest’estate non possiamo non pensare ad Antonio Cassano. Il pibe de Bari ha rifiutato diverse squadre che si erano proposte di acquistarlo, anche solo temporaneamente con la formula del prestito, l’ultimo sondaggio era stato fatto dal Palermo ma non c’è stato niente da fare, Cassano, nonostante sia fuori dalla rosa della Sampdoria, ha preferito rimanere a Genova invece che giocare gli ultimi mesi della sua carriera. Il giocatore barese, ex attaccante di Roma, Real Madrid, Milan e Inter, percepirà comunque 700 mila euro all’anno senza giocare. E’ stata una scelta di cuore, per Genova e per la famiglia, oppure Fantantonio non ha più questa gran voglia di giocare a calcio? Nel frattempo Giampaolo lo avrà in allenamento anche se pare che Antonio si alleni da solo, isolato, senza nessun altro attorno, chissà se durante la stagione arriverà la pace tra Ferrero e Cassano.

    Giornata di shopping per Mario e Enoch Balotelli in via Montenapoleone

    Da Cassano passiamo a Balotelli. L’ex Liverpool è riuscito ad accasarsi al Nizza e si è presentato, sui social, con la frase “mi manda Garibaldi” giusto per far capire di che pasta è fatto Super Mario. Il colpo del Nizza è arrivato gratis. Klopp e la società inglese hanno lasciato andare l’attaccante a titolo gratuito, per loro, l’importante era sbarazzarsene. Lo diciamo da molto tempo ma questa volta, a questi livelli, parliamo comunque di Ligue One ed Europa League, è l’ultima occasione per Mario Balotelli che ha 26 anni ha già una carriera in clamorosa discesa. L’ex bandiera e capitano del Liverpool Carragher ha scritto su Twitter: “Balotelli gratis al Nizza, è comunque troppo caro”. L’ex giocatore dei Reds aveva già criticato Super Mario affermando che in lui non vedeva talento e che è stato il giocatore più sopravvalutato che lui abbia mai visto. Balotelli riparte dalla Francia, il suo valore è “zero”, dunque può solo migliorare.

    Il colpo di Galliani nelle ultime ore di mercato si chiama Mati Fernandez. Il giocatore cileno stava per trasferirsi al Cagliari ma Montella ha chiesto al centrocampista cileno di venire a Milanello perché c’è bisogno di uno come lui.

    Cagliari e Milan hanno puntato forte sullo stesso giocatore: o il Cagliari punta all’Europa League o il Milan a non retrocedere, quale delle due? Il retroscena dell’affare non è stato ancora chiarito ma la squadra sarda non ha mandato ancora giù il rospo, il calciomercato è anche questo.

    Jovetic Inter

    Parte o non parte? Potrebbe essere una rubrica di Striscia la notizia ed invece è stata l’angoscia da mercato per molti giocatori come Jovetic, Brozovic, Bacca, Icardi e Pavoletti. Il montenegrino fino all’ultimo sembrava potesse andare alla Fiorentina che si era sbarazzata di diversi giocatori, come Rossi e Gomez, per far spazio ad un altro attaccante dallo stipendio pesante ma Corvino non è riuscito a trovare l’accordo con l’Inter che pretendeva l’obbligo di riscatto fissato a circa 15 milioni di euro e la Viola, invece, voleva un prestito secco al massimo con il diritto del riscatto ma cosi non è stato e Jo-Jo è rimasto nella rosa di Frank De Boer.

    Alex Witsel Belgio

    Anche la Juventus ha dovuto fare i conti con il tempo e non è riuscita a chiudere né per Witsel, né per Matuidi. Il francese voleva la Juve ma il PSG non era soddisfatto della proposta economica della squadra torinese e allora Marotta e Paratici hanno deciso di buttarsi sul belga dello Zenit che tra l’altro quest’anno non farà la Champion League. Sembrava cosa fatta con il giocatore che secondo alcune fonti aveva già effettuato le visite mediche ma alla fine lo Zenit si è opposto e l’affare è saltato mandando su tutte le furie la dirigenza bianconera che aveva raggiunto l’accordo per il trasferimento già qualche giorno prima.

    Sempre parlando di Juventus anche il brasiliano Hernanes non è partito in direzione Grifone forse proprio in risposta al mancato acquisto di Witsel non ha voluto liberarsi di un centrocampista che potrà rivelarsi utile quando Asamoah partirà per la Coppa d’Africa. Un altro giocatore in uscita è Lichtsteiner. Lo svizzero dopo l’arrivo di Dani Alves e il ritorno di Cuadrado si è visto le porte chiuse sulla fascia di destra e ha voluto fortemente lasciare Torino ma la società e soprattutto Allegri si sono opposti mandando su tutte le furie il giocatore.

    Santon Inter

    E chiudiamo con Santon. Il terzino dell’Inter era destinato a vestire la maglia del Napoli ma c’è stato l’intoppo visita medica: secondo i medici della squadra allenata da Maurizio Sarri, il giocatore non era idonea per essere tesserato ma questo problema, riscontrato dal Napoli, non è stato verificato dall’Inter che ha mandato in campo regolarmente il calciatore. I misteri del calciomercato.

    1019

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioCalciomercatoProdotti SportSport

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI