Italia Campione del Mondo 2006: 10 anni dall’impresa di Berlino

Italia Campione del Mondo 2006: 10 anni dall’impresa di Berlino

Gli azzurri alzavano la quarta Coppa del Mondo, le foto più belle nel ricordo di una vittoria memorabile

da in Calcio, Nazionale italiana di calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Italia Campione del Mondo 2006: 10 anni dall’impresa di Berlino

    9 luglio, per gli italiani e per l’Italia intera non è una data qualunque. 10 anni fa, in Germania, l’Italia alzava la coppa del mondo nel 2006 dopo aver vinto ai calci di rigore contro la Francia. La Nazionale di Marcello Lippi, arrivata in terra tedesca con molto scettico e da un’annata sconvolta da Calciopoli, riuscì a vincere contro ogni pronostico.

    Buffon in porta, Zambrotta e Grosso sugli esterni, Cannavaro e Nesta, poi sostituito da Materazzi al centro della difesa, Pirlo, Gattuso, De Rossi o Perrotta e Camoranesi a centrocampo e Totti e Toni davanti con la possibilità di far entrare Alex Del Piero e Pippo Inzaghi. Marcello Lippi ha creato in poco tempo un gruppo ben assortito di corsa, sacrificio ma anche di immenso talento.

    Il debutto contro il Ghana è molto positivo, gli Azzurri riescono a vincere 2-0 grazie alle reti di Andrea Pirlo e Vincenzo Iaquinta. L’Italia non gioca un calcio bello e poetico ma riesce a difendersi molto bene e a ripartire con la verticalizzazioni di Andrea Pirlo e alle fantasie di Francesco Totti. Nella seconda partita arriverà il primo passo falso, il pareggio contro gli Stati Uniti, con l’espulsione di De Rossi e l’autogol di Zaccardo. L’ultima partita diventa fondamentale e l’Italia centra la vittoria contro la temibile Repubblica Ceca, 2-0 grazie a Materazzi e a Pippo Inzaghi. Fondamentali nelle vittorie contro Ghana e Rep. Ceca i giocatori che sono subentrati come Iaquinta e lo stesso Inzaghi.

    Totti rigore Italia-Australia 1-0 Mondiali 2006

    Gli Azzurri raggiungono gli Ottavi di Finale per affrontare l’Australia. La gara contro la squadra dell’Oceania è più complicata del previsto e solo un calcio di rigore conquistato da Fabio Grosso permette a Totti di segnare il suo primo gol nel mondiale e mandare l’Italia ai quarti di finale. Un risultato che ad inizio del percorso non era per niente scontato ma che Lippi ha saputo tracciare in maniera perfetta.

    Luca Toni Italia-Ucraina 3-0 Mondiali 2006

    L’Ucraina è la nostra avversaria ai quarti di finale, un percorso sino a questo momento favorevole a dire il vero ed infatti la gara contro la squadra di Shevchenko è una “passeggiata” per l’Italia che vince 3-0 grazie alle reti di Zambrotta e la doppietta di Luca Toni che in quella stagione arrivava dai 31 gol con la Fiorentina e la vittoria della Scarpa d’Oro.

    Fabio Grosso gol Italia-Germania 2-0 Mondiali 2006

    In semifinale ci sono i temibili e fortissimi tedeschi. Contro la Germania potrebbe essere benissimo una finale ed invece il destino si fa beffe della logica e mette faccia a faccia la squadra di Klinsmann contro quella di Lippi. La Germania, nazione di casa, cerca di fare gioco con Ballack, su tutti, cercando spesso la prima punta Klose ma Cannavaro, Materazzi e Buffon giocano una gara stellare e la partita oltre i 90 minuti regolamentari.

    ci sono altri 30 minuti di supplementari e poi lo spettro dei calci di rigore ma una magia di Andrea Pirlo imbecca sul finire del secondo tempo supplementare Fabio Grosso che con il mancino infila Lehmann. La Germania è distrutta ma cerca fino all’ultimo di pareggiare i conti ma la coppia neo entrata Giardino-Del Piero confeziona il contropiede che regala il 2-0 all’Italia con una rete spettacolare del capitano della Juventus. Si va a Berlino.

    Del Piero esulta dopo il gol del 2-0 alla Germania Mondiali 2006

    A Berlino, il 9 luglio del 2006, l’Italia incontro la grande Francia di Zidane che ha battuto il Brasile, detentore del titolo. La partita è calda, brividi scorrono sulla schiena di giocatori, staff, arbitri e tifosi. Al 7° del primo tempo la Francia è già in vantaggio grazie alla trasformazione del calcio di rigore, in pallonetto, di Zinedine Zidane. Da notare che l’Italia in tutto il torneo mondiale non ha subito gol su azione dagli avversari (autogol Zaccardo).

    Materazzi gol Francia Mondiali 2006

    L’Italia non molla e pareggia la partita grazie all’incornata di Marco Materazzi, già efficacissimo contro la Repubblica Ceca. La partita rimane in stallo sull’1-1. Poi, la pazzia di Zidane nel secondo tempo: Materazzi dice qualcosa, di provocatorio si presume, al francese che si gira e da una testata sul petto al difensore azzurro che cade a terra sofferente. Per fortuna quell’anno fu il primo anno di prova per la televisione e la moviola in campo, più o meno, uno degli arbitri vede tutto e avvisa il direttore di gara che mostra il cartellino rosso a Zidane. Non cambia molto, entrambe le squadre sono troppo stanche e si va ai calci di rigore.

    Materazzi colpito da Zidane Mondiali Germania 2006

    Arriva l’errore di David Trezeguet che calcia sulla traversa e poi segnano De Rossi, Del Piero e il quinto rigore, quello decisivo, lo batte Fabio Grosso, arrivato a questo Mondiale quasi come sconosciuto ma Lippi gli ha voluto dare fiducia e prima con il rigore procurato contro l’Australia, poi con il gol, bellissimo, contro la Germania e poi realizzando il gol decisivo dal dischetto contro la Francia diventa decisivo per questa nazionale. L’Italia è “CAMPIONE DEL MONDO, CAMPIONE DEL MONDO, CAMPIONE DEL MONDO, CAMPIONE DEL MONDO” per la quarta volta nella storia dei Mondiali.

    Sono passati dieci anni, quest’anno siamo usciti contro la Germania ma abbiamo comunque messo cuore e anima in ogni partita degli azzurri, sia i giocatori, sia l’allenatore ma anche noi addetti ai lavori e i tifosi. Sono passati dieci anni, non ci sono più i fenomeno come Totti, Del Piero, Pirlo, Cannavaro o gli uomini di corsa e si spogliatoio con la grinta di Gattuto o Perrotta ma abbiamo messo delle basi per poter dire la nostra anche ai prossimi mondiali di Russia del 2018. Sempre e comunque Forza Azzurri!

    1279

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioNazionale italiana di calcioSport Ultimo aggiornamento: Venerdì 08/07/2016 18:55
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI