Euro 2016 Italia-Germania: le pagelle degli azzurri

Euro 2016 Italia-Germania: le pagelle degli azzurri

Bonucci risponde ad Ozil ma poi ci beffano i rigori

da in Calcio, Euro 2016, Nazionale italiana di calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Euro 2016 Italia-Germania: le pagelle degli azzurri

    E questa volta, ai calci di rigore, vincono loro, i tedeschi. Dopo una partita intensa anche se non bellissima contro la Germania, che ai tempi regolamentari finisce 1-1 grazie alle reti Ozil per la squadra di Low e di Bonucci su calcio di rigore, gli Azzurri perdono dagli undici metri, dopo diciotto conclusioni arriva l’errore, letale, di Darmian prima del gol di Hector. Italia a casa ma grazie di averci provato. Conte non è riuscito a fare il miracolo e alla fine abbiamo perso dove conta la qualità del singolo, finché si è giocato di squadra il livello era pari ma questo è il calcio e usciamo da Euro 2016 a testa alta.

    Difesa

    Buffon

    Come di consueto è difficile passare daI blocco Juventus che è, anche contro l Germania, una vera e propria botte di ferro, per più di un’ora, poi arriva il gol di Ozil che condiziona l’umore di tutto il reparto ma il trio Bonucci-Barzagli-Chiellini dimostra sempre molta attenzione e disciplina. Bravo Bonucci a calciare il rigore che regala il pareggio e la continuazione del sogno ma poi lo stesso difensore della Juventus nella gara di freddezza dagli undici metri perde contro Neuer e ci condanna. Bene, invece, il rigore calciato da Barzagli che ha fatto come al solito una gara encomiabile. Menzione per Buffon che ci regala un sogno fino al rigore di Hector che però passa sotto il braccio.

    Centrocampo

    Giaccherini

    Grava e non poco l’assenza di un regista di ruolo come De Rossi o Thiago Motta (che nonostante non fosse propriamente in forma sarebbe stato utile a livello tattico oltre che tecnico). Conte decide di spostare in mezzo al campo Parolo e di inserire al posto del laziale, il suo pupillo bianconero Sturaro come mezzala. Partita positiva quella del reparto di mezzo che è riuscito a fare molto bene il lavoro di filtraggio ma un po’ mio quello di regia e di ripartenza veloce, le idee, questa sera, non erano chiarissime e non sono state portata in campo nel modo giusto, forse merito anche della Germania. Florenzi e De Sciglio hanno dimostrato ancora una volta di poter fare gli esterni ad alto livello e di saper difendere e poi attaccare. Il difensore del Milan è ancora una volta uno dei migliori in campo. Anche questa volta tutti i meccanismi difensivi e le aperture in fase di attacco sono funzionate, certo però che avere Parolo al posto di De Rossi non ti garantisce la stessa identica qualità in mezzo al campo.

    Attacco

    Pellé

    Questa volta il solo sacrificio, la corsa e la forza di volontà non sono bastati, la Germania è troppo forte, e per batterla, forse, serviva anche un pizzico di qualità e fortuna cosa che, insieme, sicuramente non avevamo a questo europeo. Eder ha giocato come al solito una partita di autodistruzione, cercando di recuperare palloni a destra e a manca ma lasciando il supporto della manovra solo a Pellé che contro i giganti tedeschi ha faticato. Lo stesso bomber azzurro ha sbagliato il rigore in un momento decisivo, infatti, se avesse segnato l’Italia avrebbe vinto ed invece un brutto tiro parato da Neuer ha dato fora e coraggio alla Germania che poi, qualche rigore dopo, ha avuto più voglia e lucidità per vincere.

    Le Pagelle

    Conte

    Buffon 7 Ancora una volta, a 38 anni, dimostra perché è considerato uno dei migliori portieri della storia e forse una vittoria di Euro 2016 lo avrebbe consacrato e regalato direttamente alla leggenda.
    Chiellini-Bonucci-Barzagli 7 Non era facile giocare difensivamente contro questa Germania ma non subiscono quasi mai l’iniziativa dei giocatori della squadre di Low e sono sempre attenti e concentrati.
    De Sciglio 7 Talentoso e sereno, buona partita, come se fosse un veterano, e poi va a calciare con sicurezza baciando la traversa.

    Giaccherini 7 Altra partita molto intelligente di Giaccherini, il tutto fare tascabile di Antonio Conte.
    Sturaro 6 Corre sempre, calcia e rischia di segnare prima di tutti. Tanta quantità e meno qualità ma del resto potevamo aspettarcelo.
    Parolo – Florenzi – Darmian 6.5 Molto bene anche la corsia di destra con Florenzi e poi con Darmian che ha sostituito proprio il romanista che probabilmente, ma questo non possiamo saperlo, dagli undici metri non avrebbe sbagliato. Ottimo anche Parolo che ha dato più quantità che qualità in un ruolo che nella Lazio ha fatto pochissime volte.
    Eder 6 Peccato per il poco gioco macinato ma come sempre tanta corsa.
    Pelle 6.5 Prestazione da colonna portante degli Azzurri ma il rigore è una pugnalata.
    Zaza e Insigne s.v Buoni alcuni spunti del napoletano mai orse sarebbe servito prima. Orribile rigore di Zaza che prende una rincorsa che non è servita a nulla.
    Conte 8 Il nostro fuoriclasse questa volta non è riuscito a fare la differenza, abbiamo perso la partita dove, guarda a caso, si vede la qualità dei singoli e non del gruppo. Il match è finito in parità con i campioni del mondo.

    985

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioEuro 2016Nazionale italiana di calcioSport Ultimo aggiornamento: Domenica 03/07/2016 06:51
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI