Alvaro Recoba si ritira: il video con i top gol del Chino

Alvaro Recoba si ritira: il video con i top gol del Chino

L'attaccante ex Inter dice addio al calcio giocato, ripercorriamo le azioni più spettacolari dell'uruguaiano

da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Alvaro Recoba si ritira: il video con i top gol del Chino

    Con più voglia di allenarsi, di faticare e con più dedizione e sacrificio, Alvaro Recoba avrebbe vinto almeno un Pallone d’Oro nella sua storia da calciatore e probabilmente avrebbe fatto, un po’ di più, la storia dell’Inter. Oggi, all’età di 40 anni, ha annunciato il suo ritiro ufficiale dal calcio giocato, anche se l’addio vero e proprio avverrà giovedì 31 marzo.

    Alvaro “El Chino” Recoba è stato uno dei calciatori più talentuosi e tecnici che il calcio italiano abbia visto negli ultimi 20 anni. Genio e Sregolatezza. Lo si usa per molti giocatori ma per l’uruguaiano, nato a nella Capitale Montevideo, è un epiteto calzante.

    Il mancino di Recoba ha incantato la Serie A, l’Inter e soprattutto Massimo Moratti. Il presidente (ai tempi) dell’Inter ha avuto una sconsiderata pazienza con il calciatore sudamericano che tra dubbi tattici, problemi fisici e poca dedizione ha spesso stancato l’ambiente nerazzurro ma non il presidente che adorava, quasi venerava, quel giocatore capace di alcune prodezze possibili solo al mancino di un’altra epoca e paese.

    Velocità, tecnica, dribbling, potenza e precisione sopraffina nel tiro.
    Il tiro da lontano era una peculiarità immensa di Recoba che riusciva a battere i portiere con “bolidi” da fuori area ma anche con incredibili e “morbidi” pallonetti. Punizioni e calci d’angolo erano le altre specialità della casa, soprattutto quest’ultimo, “il gol olimpico” era una caratteristica de El Chino.

    I migliori 10 gol di Alvaro Recoba

    La capacità di creare arte dal nulla è sempre stata una delle capacità più incredibili di Alvaro Recoba ed è per questo che secondo l’autore dell’articolo e seconda la redazione, il gol più bello in Italia, e probabilmente in assoluto, è quello della stagione 1999/2000 contro il Lecce.

    Stop, sombrero al volo e pallonetto al portiere.

    Fenomeno controverso amato da tanti e rimpianto da tutti. In totale all’Inter ha realizzato 53 gol in 175 presenze mentre con la maglia dell’Uruguay ha realizzato 10 reti in 68 gare. Oltre che all’Inter, Recoba, in Serie A, ha giocato per il Venezia e nel Torino mentre gli esordi in Uruguay li ha fatti con Danubio e Nacional. Oltre ad Italia ed Uruguay, Alvaro Recoba ha giocato, poco, in Grecia con la maglia del Panionios.

    423

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI