Giocatore espelle l’arbitro: Dursun ruba il cartellino e caccia il direttore di gara

Giocatore espelle l’arbitro: Dursun ruba il cartellino e caccia il direttore di gara

In Turchia, il calciatore Dursun sottrae il cartellino rosso all'arbitro e lo espelle

da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Giocatore espelle l’arbitro: Dursun ruba il cartellino e caccia il direttore di gara

    Dursun, giocatore della squadra turca Trabzonspor, dopo l’ennesima espulsione di un giocatore della sua squadra da parte dell’arbitro, in una partita importante contro il Galatasaray, ha sottratto dalle mani il cartellino al direttore di gara e lo ha espulso.

    Il campionato turco, la Super Lig, è uno dei più calorosi e focosi del mondo. Ieri è andata in scena una delle partite più importanti della giornata del massimo torneo dell’ex Anatolia, Galatasaray-Trabzonspor. La squadra di casa, la partita si è giocata alla Turk Telekom Arena di Istanbul, uno stadio bollente -altro che il San Paolo di Napoli- è riuscita, alla fine di uno spettacolo piuttosto poco elegante, a vincere 2 a 1 contro la squadra della città di Trebisonda.

    Il Trabzonspor è in vantaggio per 1-0 contro la squadra di casa, grazie alla rete di Zengin su calcio di rigore. La prima frazione di gioco si conclude con il vantaggio per gli ospiti ma il caos inizia nella ripresa. Il direttore di gara inizia a rendersi protagonista di alcune decisioni quantomeno discutibili: prima espelle Hurmaci per doppia ammonizione, poi, dopo il pareggio di Podolski, espelle, sempre per doppio giallo, Demir.

    A questo punto il Trabzonspor sta giocando in 9 con due espulsioni dubbie e sta pareggiando il match a poco meno di 5 minuti dal termine della gara ed il clima all’interno dello stadio è diventato caldissimo ma è solo l’inizio: all’86° della ripresa l’arbitro fischia un rigore a favore del Galatasaray, inesistente secondo la squadra ospite che inizia a protestare con il direttore di gara.

    Il terzino ex Lazio, Cavanda e a questo punto Dursun, entrato al posto di Ylmaz, decide di mettere le cose “a posto” sottraendo il cartellino “killer” all’arbitro e, una volta preso in mano il cartellino rosso, lo mostra all’arbitro. Bitnel, il direttore di gara, non apprezza il gesto e una volta recuperato il cartellino lo rinfaccia al giocatore.

    Il Trabzonspor è in 7 uomini e il Galatasaray realizza il gol del 2-1 su calcio di rigore con Inas. Nei pochi minuti rimasti il Trabzonspor cerca di non prendere altri cartellini rossi poiché ne sarebbe bastato soltanto un altro per decretare la vittoria a tavolino da parte del Galatasaray.

    402

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI