Il Compleanno dei Campioni: Ronaldo, Neymar e Tevez uniti dal 5 febbraio

Il Compleanno dei Campioni: Ronaldo, Neymar e Tevez uniti dal 5 febbraio

Un giorno, una coincidenza, tre compleanni per i campionissimi del calcio professionistico

da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Il Compleanno dei Campioni: Ronaldo, Neymar e Tevez uniti dal 5 febbraio

    Cristiano Ronaldo, Neymar e Tevez. Cos’hanno in comune? Sono calciatori, certo. Sono fuoriclasse, certo. C’è qualcosa che, però, li contraddistingue dagli altri calciatori: sono nati nello stesso giorno, il 5 febbraio. Una data importante per loro ma anche per lo sport a cui hanno dedicato la vita, il calcio.

    Partiamo dal più giovane dei tre, Neymar. L’attaccante brasiliano compie 24 anni, classe 1992. Quando l’esterno del Sao Paulo è arrivato in Europa, in molti, temevano che sarebbe stato un flop per via del suo fisico gracilino. Dal 2013 ad oggi, in Catalogna, ne ha fatta di strada. Certo, giocare al fianco di campioni come Messi, Iniesta e Xavi ( e poi Suarez) aiuta a crescere ma il suo talento è infinito, tanto che quest’anno è arrivato terzo nella corsa per il pallone d’oro. Prima o poi sarà suo.

    Da un brasiliano ad un argentino che, lo scorso anno, ha fatto una scelta di cuore: ha lasciato l’Europa, nello specifico l’Italia, per l’esattezza Torino, quindi la Juventus, per tornare dalla sua famiglia in Argentina. Come avrete capito -più specifico di cosi non potevo essere- sto parlando di Carlitos Tevez, l’ultimo grande numero 10 dei bianconeri. Tevez ha fatto, seppur per poco tempo, la storia della Juve, portandola ad una strepitosa finale di Champions League, poi persa proprio contro il Barcellona di Neymar. Da Torino è volato via, per tornare nella sua squadra, la squadra di Riquelme e di Diego Armando Maradona, il Boca Juniors. Per lui, quest’oggi, si spengono 32 candeline.

    E chiudiamo la rassegna della giornata dei compleanni dei campioni con CR7, Cristiano Ronaldo. Il giocatore portoghese è il fenomeno per eccellenza.

    La sua storia parte da lontano, da una cittadina portoghese, dove il piccolo Cristiano si allenava giorno dopo giorno e, da grande, voleva fare il calciatore. Nessuno avrebbe mai pensato che, due decenni dopo, CR7 diventasse un simbolo per il suo paese, per la sua città – che gli ha dedicato una statua – per i tifosi del Manchester United -per cui rimane l’ultimo grande numero 7 nella storia dei Red Devils – ed, infine, che diventasse una leggenda della squadra più titolata di Spagna e la più blasonata del mondo, il Real Madrid. Cristiano Ronaldo, con i blancos, ha realizzato 343 gol in 328 presenze. Quest’oggi compie 31 anni e non vuole fermarsi.

    NOTA DELL’AUTORE - Il 5 febbraio, però, è una data molto cara anche per i tifosi del Milan e dell’Inter. Infatti, oggi Cesare Maldini, allenatore, giocatore, Commissario Tecnico, nonché papà di Paolo Maldini -tra i 3 difensori italiani più forti della storia del calcio- compie 84 anni. Per l’altra parte di Milano, quella nerazzurra, oggi compie gli anni Rodrigo Palacio. “El Trenza” (la treccia) compie 34 anni.

    523

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI