Ibra gentiluomo: un nonno fa il furbo ma Zlatan si accorge

Ibra gentiluomo: un nonno fa il furbo ma Zlatan si accorge

Il gigante svedese si rende protagonista di un gesto che gli fa onore e che regala un sorriso ad un piccolo tifoso

da in Calcio, Sport
    Ibra gentiluomo: un nonno fa il furbo ma Zlatan si accorge

    Zlatan Ibrahimovic ha un carattere difficile. E’ permaloso, è scontroso ed è orgoglioso, molto. Ma sicuramente non è un “furbetto” anzi, è un uomo giusto, tutto d’un pezzo, contro chi ruba e chi cerca un modo facile per arrivare in alto. Una prova? Ecco un video che vi farà amare ancora di più Zlatan.

    All’ingresso in campo, in ogni partite nelle massime serie dei campionati nazionali e nelle competizioni europee, i calciatori e l’arbitro, entrano sempre accompagnati da dei bambini che, mano per mano, accompagnano i calciatori sul terreno di gioco. In questo caso la partita da disputarsi era Sant Etienne contro Paris Saint Germain per la Ligue One, il campionato francese, dove milita Ibrahimovic.

    Ibrahimovic gentiluomo non scambia il bambino

    Come potete vedere nel video, il nonno del bambino in seconda posizione, quello che avrebbe dovuto dare la mano a Trapp, portiere del PSG, viene spinto, senza dare troppo nell’occhio, al posto del bambino in prima fila che viene, invece, spostato in seconda posizione dal nonno. L’amore del nonno è sincero per il suo nipotino e avrebbe voluto consegnare tra le mani del piccolo Zlatan Ibrahimovic.

    Il gigante svedese, però, si è accorto subito dei movimenti che il nonno stava facendo e questo sotterfugio non è stato digerito da Zlatan che odia queste “magagne”. L’attaccante del PSG ha quindi, dopo aver lanciato un’occhiataccia al nonnetto furbetto, riportato ordine nella fila, lasciando il nipotino del furbetto in seconda posizione e lasciando in prima chi ci doveva stare.

    Il bambino felice di non aver perso la posizione accenna un sorriso, colto dal giocatore che, probabilmente, chiede “Sei contento?” e il bambino risponde “Si”. Zlatan passa la mano sopra il capo del bambino e si concentra per scendere in campo.La dimostrazione che Zlatan odia i furbi e che, anche se anche l’altro ragazzetto era un suo fan, non puoi passare sopra gli altri in maniera scorretta per ottenere quello che vuoi. Ibra, un uomo tutto d’un pezzo.

    362

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI