Serie B portoghese diventa cinese con sponsor e giocatori

Serie B portoghese diventa cinese con sponsor e giocatori

La società Ledman sarà partner della Segunda Liga e porterà soldi e calciatori

da in Calcio, Sport
    Serie B portoghese diventa cinese con sponsor e giocatori

    Decisione storica della federazione calcistica lusitana: la serie B portoghese diventerà infatti sponsorizzata da una importante società cinese che porterà non soltanto palate di soldi per poter apporre il proprio brand, ma anche l’accordo per alcuni membri dello staff e dieci calciatori ossia uno per club, con il forte consiglio (ma non l’obbligo formale) di farli giocare così da mantenere sempre vivo l’interesse in patria. Dopo tante finali di Supercoppa Italiana giocate a Pechino e dintorni, è arrivato il passo successivo. Quando il fenomeno interesserà anche l’Italia? Scopriamone di più.

    La Segunda Liga diventa dunque cinese grazie a un contratto non indifferente. La società che ha sponsorizzato il tutto è la Ledman Optolelectric e realizza pannelli LED ad alta risoluzione, di quelli utilizzati normalmente negli stadi per le pubblicità a rullo ben visibili sia dalle postazioni dell’impianto sia, soprattutto, a casa. Di stanza a Shenzen, ha deciso di investire svariate decine di milioni di euro, non ci è dato sapere però la somma esatta. Quel che sappiamo è che ha già apposto il proprio brand a un campionato locale e che detiene i diritti per i Mondiali di Calcio e una bella porzione della società svizzera Infront Sports & Media, rilevata con un assegno da 25 milioni di euro. In Portogallo i cinesi sono già presenti da tempo con la SAD Torreense di proprietà dell’industriale Qui Chen, mentre lo storico club dello Sporting Lisbona collabora con una squadra cinese che vale da satellite.

    Dall’Italia (e dagli altri campionati) molti giocatori fanno le valigie verso contratti faraonici con i club cinesi, come ad esempio Fredy Guarin che ha detto addio all’Inter per essere accolto a braccia aperte uno stipendio di circa 6 milioni di euro all’anno. Ma è solo l’assaggio perché in Portogallo si può sbirciare nel futuro e su cosa potrebbe attenderci a breve: l’accordo è stato firmato a Pechino da Pedro Proença, presidente della Lega professionistica portoghese. Quale successo avrà la neonata Ledman LigaPro? Il tempo ci darà le risposte, sarà però interessante osservare anche quali calciatori saranno portati a giocare e quali tecnici saranno inseriti. Chissà che qualche talento vero non salti fuori.

    408

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI