Calciomercato Inter: Ranocchia alla Samp, Guarin in Cina

Calciomercato Inter: Ranocchia alla Samp, Guarin in Cina
da in Calcio, Calciomercato, Inter, Serie A, Sport, Fredy Guarin, Pablo Daniel Osvaldo, Valon Behrami
Ultimo aggiornamento: Martedì 26/01/2016 09:16

    Inter Parma

    Due importanti partenze per l’Inter in questa finestra di calciomercato 2016 invernale: Andrea Ranocchia è stato infatti ceduto in prestito alla Sampdoria in prestito, mentre Fredy Guarin se ne andrà in Cina a titolo definitivo. Iniziamo con il difensore italiano classe ’88 che si trasferirà a Genova per sei mesi alla ricerca del riscatto e magari di una maglia azzurra. Il centrocampista colombiano ha accettato (e ci mancherebbe altro) 6 milioni di euro all’anno e i neroazzurri 13 milioni da parte del Shanghai Shenhua. Meno dei circa 15 offerti dallo Jiangu Suning, che però poi ha preferito Ramires del Chelsea.

    Vidic

    Due nomi per il calciomercato dell’Inter, uno in ingresso e uno in uscita. Partiamo proprio da quest’ultimo che vede chiudersi l’esperienza del difensore serbo Nemanja Vidic. Ha twittato: “Ringrazio tutta la famiglia nerazzurra ed i tifosi dell’Inter. Al club auguro grandi successi per il futuro. Sempre forza Inter”. Or potrebbe sbarcare negli USA allo DC United oppure ritirarsi, a 34 anni. Chi potrebbe arrivare è il promettente attaccante croato classe ’91 Ante Budimir, che sta facendo ottime cose in Serie B.

    Caceres

    Il calciomercato invernale 2015/16 pronto a decollare e all’Inter serve un terzino che sia anche in grado di compiere il ruolo di difensore centrale e Martin Caceres risponde a questa richiesta. L’uruguaiano, che è vincolato alla Juve fino al giugno prossimo, è al margine del progetto Allegri un po’ per i fatti extra-calcistici (incidenti che prendono di mira fermate dei trasporti torinesi) e un po’ per infortuni. I neroazzurri vorrebbero assicurarselo già da subito e sembra abbiano avviato il discorso con il procuratore (Fonseca), c’è da vincere però la concorrenza di Milan, Napoli e alcuni club della Premier League.

    Clamoroso colpo di mercato in uscita per l’Inter che cede il centrocampista Mateo Kovacic al Real Madrid per una somma pari a circa 40 milioni di euro con 35 milioni di euro subito e 5 legati ai bonus. Una somma davvero pesante per il croato che era inseguito anche dal Liverpool e che finisce nelle classifiche degli acquisti più cari di questo calciomercato estivo. In un primo momento si era parlato anche della contropartita tecnica di Fabio Coentrao, ma il laterale non sarà inserito nella trattativa. Ovviamente Kovacic ha acconsentito con piacere al passaggio in Blancos.

    È ufficialmente un giocatore dell’Inter, Stevan Jovetic: il montenegrino è sbarcato ieri mattina a Malpensa e oggi si sottoporrà alle visite di rito e alla firma del contratto quadriennale mentre l’affare tra i due club sarà improntato su un prestito biennale con base di 15 milioni di euro subito al Manchester City e altri 12 milioni di euro come riscatto. Il primo attaccante per Mancini è servito, ma il tecnico spera che si chiuda anche il prima possibile su Perisic.

    È arrivato insieme al presidente dell’Inter Erick Thohir all’aeroporto di Milano Malpensa, Martin Montoya il difensore laterale spagnolo ex-Barcellona sarà il nuovo rinforzo dei neroazzurri, costato 10 milioni di euro con un contratto di 2.3 milioni. Oggi terminerà l’iter delle visite mediche, firmerà il contratto e si preparerà per la prossima stagione. Ma il calciomercato non finisce qui perché si sta lavorando anche sul centrocampista dell’Atletico Madrid, Suarez, e il montenegrino del City, Jovetic.

    Ufficiale Geoffrey Kondogbia per il calciomercato dell’Inter in questa estate 2015. Il nuovo numero 7 è stato presentato apparendo con la sua futura maglia dalle finestre dell’Hotel ME confermando che la presenza di Mancini sulla panchina è stata determinante per la scelta dei neroazzurri. Battuta la concorrenza del Milan che non solo si è visto sfuggire il francese, ma ha dovuto anche subire i saltelli del giocatore sui cori “Chi non salta rossonero è” intonati dai tifosi accorsi. Il mercato non si ferma qui, il nome più richiesto è quello dell’egiziano Salah, che però sta scatenando i desideri di diversi club non solo di Serie A.

    Thiago Motta potrebbe ritornare all’Inter e potrebbe essere accompagnato dal brasiliano Felipe Melo che sembra a un passo dall’addio al Galatasaray. Per il calciomercato estivo 2015/16, i neroazzurri stanno lavorando anche su Ondrej Duda, classe ’94, considerato il nuovo Hamsik e dal valore di 6 milioni e l’attaccante Carrillo. In difesa il primo nome è quello di Benatia, che però costa 22 milioni di euro e il Bayern non lo svenderà. Al Monaco si sono messi gli occhi sulla coppia Abdennour e Kondogbia che costano 40 milioni.

    Grandi movimenti tra Inter e Genoa con tre giocatori che potrebbero prendere l’autostrada tra i due capoluoghi per accasarsi con i meneghini: Perotti, Falque e Perin potrebbero infatti terminare alla corte di Mancini, mentre per Bertolacci è un po’ più complicato. Il più costoso è ovviamente il portiere – tra i più promettenti in Italia – con una valutazione intorno ai 15 milioni di euro. Si potrebbe fare una sorta di pacchetto completo con relativo sconto per il terzetto, mentre per Bertolacci il discorso è più complesso visto che vige la comproprietà con la Roma e gli interessi arrivano anche dal Milan oltre che dalla Fiorentina stessa.

    Perché vendere un attaccante di 22 anni che segna a raffica per comprare un centrocampista di 10 anni più anziano, obiettivamente verso la fine della carriera? Andate a chiederlo agli strateghi dell’Inter, che sembrerebbero avvicinarsi a Yaya Touré del Manchester City – un pupillo di Mancini – sacrificando nel caso Icardi. I neroazzurri devono fronteggiare buchi come i 180 milioni di deficit e i 6 di multa, recupereranno gli 8 milioni per Murillo dai 7+4 di Bonazzoli e Duncan e altri ne arriveranno dai prestiti concessi con diritto di riscatto. Ma Touré potrebbe valer un grosso sacrificio e i tifosi già rumoreggiano.

    Ancora un ritorno alla base in questa sessione di calciomercato 2014/15: dopo Matri alla Juve c’è un altro bis ossia quello di Davide Santon che riveste ancora la maglia neroazzurra dopo tre anni e mezzo di lontananza. Arriva in prestito con diritto di riscatto dopo aver fatto esperienza al Newcastle: se la dirigenza interista vorrà mantenerlo dovrà versare 4 milioni di euro nel caso in cui si riuscisse a accumulare 14 presenze. Niente da fare per Antonio Cassano: il fantasista ex-Parma è ancora senza squadra e forse si accaserà proprio negli ultimi minuti di questa sessione invernale.

    Ancora notizia sul calciomercato dell’Inter: i neroazzurri cercano di rinforzarsi per questa seconda parte di stagione 2014/15 e puntare alla qualificazione all’Europa League (o, perché no? Anche alla Champions) con pochi e mirati acquisti. Sfumato l’affare Mario Suarez, il nuovo nome sul taccuino è quello del brasiliano 28enne Lucas Leiva dal Liverpool: costa 10 milioni e si devono anche aggiungere bonus, ma il prezzo sembra buono, sicuramente un trasferimento con più prospettive del ritorno di Thiago Motta. Non si molla nemmeno la pista che porta a Lassana Diarra dal Lokomotiv Mosca. Per quanto riguarda le uscite, Alvaro Pereira, Mbaye e Krhin sono già con la valigia pronta, Osvaldo è già fuori dalla porta, si parla di un possibile come-back alla Juventus via Tevez.

    Si lavora duro all’Inter per rinforzare la squadra in vista della seconda metà della stagione. Il pareggio con la Juventus ha dimostrato che con un po’ più di grinta si possono ottenere risultati migliori, ma serve comunque mettere mano al portafogli: Shaqiri è il primo nome sulla lista, c’è ancora da contrattare con il Bayern per gli ultimi dettagli, questione di 2 milioni di euro. La sceneggiata in campo e negli spogliatoi di un sempre più nervoso Osvaldo ha messo l’oriundo in partenza: potrebbe finire al Boca Juniors che gli offrirebbe una maglia da titolare. Si potrebbe anche prospettare un ritorno eccellente come quello di Thiago Motta dal PSG e si sonda anche il terreno per Lucas Leiva. AGGIORNAMENTO: Shaqiri è ufficiale, prestito con riscatto obbligatorio fissato a 15 milioni di euro. Contratto fino al 2019 per il giocatore che guadagnerà 2,75 milioni arrotondabili a 3 in base a bonus.

    L’Inter chiude per Lukas Podolski: l’attaccante esterno dell’Arsenal sbarcherà a Milano in prestito secco fino a fine campionato dunque a Giugno. Sei mesi per offrire un’alternativa che si spera sia più di qualità e sostanza che di semplice “nome noto”. Insomma, il pericolo è quello di un giocatore non più all’apice della carriera, ma già il fatto che non si siano spesi i 7 milioni chiesti originariamente dal club inglese è una buona notizia. Il tedesco, recente campione del mondo, podrebbe giocare la sua ultima partita oltremanica oggi contro il West Ham.

    È derby milanese per il 21enne Matija Nastasic del Manchester City: il roccioso difensore non trova spazio tra le fila dei Citizen e potrebbe scatenare l’asta tra Inter e Milan nel calciomercato invernale 2014/15. Ovviamente l’obiettivo principale rimane il prestito con eventuale riscatto, così da ammortizzare il prezzo. Ma si lavora ovviamente anche per l’attacco con il nome di Cerci che rimane sempre molto caldo. Rimanete sintonizzati per tutte le ultime sul mercato neroazzurro.

    A termine del match contro l’Albania, l’attaccante azzurro Alessio Cerci ha parlato del proprio futuro e della sua insoddisfazione per la troppa panchina all’Atletico Madrid. L’ex-granata ha infatti affermato: “Ero venuto in Spagna per giocare da titolare, ma da riserva sto perdendo la pazienza”. E apre uno spiraglio, se non proprio una porta alla nuova Inter di Roberto Mancini bis che si sta interessando all’esterno offensivo: “Sì, se ne sta parlando molto, è una domanda scomoda”. Non è da escludere un possibile ritorno in Italia già a gennaio, magari in prestito con opzione per il 2015/16

    Ricky Alvarez pronto a dire addio all’Inter: l’argentino è ormai a un passo dal Sunderland dove dovrebbe trasferisi sulla base di un prestito con diritto di riscatto. Che il centrocampista 26enne fosse in partenza era ormai più che probabile dato che non era stato convocato per la trasferta del ritorno delle qualificazioni per la qualificazione in Europa League di questa sera, ora finalmente si sa la sua destinazione dato che in un primo momento sembrava che anche il Monaco fosse della partita. Era approdato all’Inter nel 2011 e in tre stagioni aveva messo in cascina 73 presenze e 11 gol.

    L’Inter sta guardando in casa in questa sessione di calciomercato 2014/15 e così cerca di piazzare finalmente Fredy Guarin che ormai ha un piede fuori da Appiano Gentile dallo scorso gennaio. Con 15 milioni si ha la conferma del trasferimento, ma si potrebbe chiudere a 12 milioni. Sulle sue tracce come sempre la Juventus come ideale sostituto a Vidal ormai promesso sposo al Manchester United (60 milioni), ma anche lo stesso Manchester, il Tottenham, il Monaco e l’Atletico Madrid. Rolando è sempre al centro di una delicata trattativa per farlo rimanere alla corte di Mazzarri mentre il francese Biabiany è valutato 5-6 milioni di euro – per la metà – dal Parma.

    Calciomercato Inter 2014/15, dopo una breve contrattazione, l’affare Daniel Osvaldo è andato in porto e l’attaccante oriundo è già a Milano per le visite mediche. L’ex Juve sosterrà i tradizionali test fisici e poi sarà atteso in sede Coni in via Piranesi. Le sue prime dichiarazioni sono altisonanti: “Puntiamo allo scudetto, per chi dice che non sono la persona giusta, be’ non sono mai la persona giusta…”. Un velo di polemiche per un talento mai veramente sbocciato più per limiti comportamentali. Intanto Rolando è a un passo dalla permanenza ufficiale alla corte di Mazzarri: il portoghese dovrebbe ufficializzare il passaggio dal Porto per 4 milioni con un triennale di 1.7 milioni di euro per il giocatore. In uscita Kuzmanovic: il Valencia starebbe sondando il terreno.

    Serve una punta a Mazzarri e così il calciomercato dell’Inter per la stagione 2014/15 si sta concentrando proprio sul settore offensivo. La pista calda è quella che porta a Daniel Osvaldo del Southampton che – terminata l’esperienza in prestito con la Juventus – potrebbe giungere a Milano utilizzando come pedina di scambio Saphir Taider o, al peggio, Hugo Campagnaro. E sarebbe per altro una pedina molto gradita al mister. Certo, si deve anche fare cassa e per questo motivo il predestinato alla vendita è sempre lui, Fredy Guarin, che poi è anche il pezzo più pregiato della collezione. Viene valutato 18 milioni, si potrebbe chiudere a 15 milioni. Ma potrebbe anche essere girato in prestito oneroso liberando così dallo stipendio da 2.8 milioni netti, che possono diventare anche 3.4 con i bonus a obiettivo. Il ricavo potrebbe poi essere sfruttato per puntare a uno tra Cerci e Lamela.

    Gary Medel è il nuovo acquisto dell’Inter per il calciomercato estivo 2014/2015: alla corte di Mazzarri arriva un centrocampista/difensore al quale non manca certo l’agonismo e la grinta. Anzi, forse molto spesso si impegna anche un po’ troppo nei contrasti e non tira mai indietro la gamba, motivo per il quale viene associato a un pitbull. Il costo che l’Inter corrisponderà al Cardiff sarà di 7.5 milioni di euro per il trasferimento a titolo definitivo (tramontata l’ipotesi di un prestito), con la possibilità di abbassare l’esborso inserendo un giovane come contropartita. Medel è stato protagonista di un buon Mondiale 2014 ed era arrivato in Galles addirittura per 13 milioni dal Siviglia.

    Sembrava la classica perla di mercato inventata da qualche svitato, invece sembra tutto vero: Pato starebbe per tornare in Italia, ma non al Milan, bensì all’Inter. Mazzarri avrebbe dato anche il suo benestare, cosi Vilmoz, il suo agente, lo avrebbe offerto a Piero Ausilio, che ci starebbe seriamente pensando. E così il Papero cresciuto in Rossonero, quello che tempo fa aveva detto che non avrebbe mai fatto come Leonardo, è cioè andare all’Inter, si mangia anche lui la parola data e sembra dover approdare in nerazzurro. Si sà, quando ci sono di mezzo i soldi e il successo, tutto il resto viene meno.

    Come si muoverà l’Inter in questo calciomercato 2014/15? Ci sono poche novità al giorno d’oggi fatto salvo per voci più o meno affidabili che arrivano dai corridoi al di fuori degli uffici della dirigenza. Sembra che il primo grande obiettivo possa essere lo svizzero Behrami, che gioca attualmente nel Napoli e che è un pallino dell’allenatore Mazzarri. Sul fronte partenze sembra ormai certa la cessione di Guarin (Juve?) che dopo il pasticcio della finestra invernale aveva inevitabilmente rotto. Berardi deve ancora maturare e così sembra sicura la permanenza del portiere Handanovic tra i pali.

    Intanto una piccola curiosità: Marco Benassi è stato ceduto al Torino con una formula “vecchia” ossia la comproprietà che è stata formalmente cancellata dal calcio italiano (era una nostra esclusiva) impedendo nuovi accordi e obbligando a risolvere quelli esistenti nel giro di un anno. E perché il promettente classe ’94 è stato co-comprato? Perché l’accordo era stato formalizzato a Gennaio in occasione della cessione di D’Ambrosio. Servirà maggiore chiarezza.

    4067

    PIÙ POPOLARI