Nuova Yamaha M1: svelate le moto di Lorenzo e Rossi

Presentati a Barcellona i due centauri che parteciperanno alla Moto Gp 2016

da , il

    Nuova Yamaha M1: svelate le moto di Lorenzo e Rossi

    Le due nuove Yamaha M1 per la stagione di motociclismo 2016 sono state presentate questa mattina a Barcellona, nella Sala della Movistar, lo sponsor principale della scuderia giapponese. Due moto, due piloti, uno con il 99 e l’altro con il 46, un solo obiettivo, vincere.

    La nuova Yamaha cambia ben poco dal punto di vista estetico: stesso color blu elettrico e metallizzato, corta e dal design aggressivo ma senza tralasciare le morbidezze sul cupolino e vicino alla sella. Ciò che quest’anno cambia davvero sono gli pneumatici che passano sotto la gestione della Michelin e l’elettronica.

    Nella kermesse spagnola organizzata per la presentazione delle due moto giapponesi, vengono fatti salire sul palco i grandi protagonisti della passata stagione. Il primo ad essere chiamato sul palco è Lin Jarvis, Responsabile dell’area Motosport della società nipponica. Jarvis è felice per ciò che lui e la sua squadra sono riusciti a compiere nella passata stagione ma l’obiettivo è ripetersi anche quest’anno.

    Dopo Lin Jarvis è il nove volte campione del mondo Valentino Rossi a presentarsi sul palco. Le prodezze del dottore nel 2015 sono state incredibili e le possibilità che possa ripetersi sono basate tutte su come sarà l’approccio con la nuova Yamaha M1: “L’anima della nostra moto è sempre la stessa, anche se cambia di anno in anno. Il primo test di Sepang è particolare, perché è la prima volta che guidi la moto che guiderai per tutto l’anno. Quindi è sempre importante avere sensazioni positive in Malesia”.

    Parlando poi degli pneumatici, il dottore afferma: “Il feeling con l’anteriore è ancora un problema per tutti i costruttori. L’inverno sarà importante per capire le gomme e migliorare il feeling. Le gomme da 16,5 pollici mi piacevano, ma la Michelin ha deciso di passare a quelle da 17 pollici. La moto ha guadagnato agilità, ma in questo modo ha perso un po’ di stabilità, quindi è più reattiva, ma è più facile commettere degli errori”.

    Dopo il campione di Tavullia è la volta del campione del mondo in carica, Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, oltre a parlare degli pneumatici -per lui non sono un problema, afferma- si concentra sulle novità riguardanti l’elettronica e dichiara: “L’elettronica è invece molto differente rispetto all’anno passato, ma abbiamo la necessaria esperienza per fare bene. Uno dei nostri punti forti è che sappiamo adattarci in fretta alle situazioni più disparate e questa è un’ottima cosa in ottica 2016″.

    E’ ufficialmente iniziata la fase preliminare della nuova stagione di MotoGP. Le Yamaha sono agguerrite, sarà ancora Rossi contro Lorenzo?