Pallone d’Oro 2015: Buffon e Conte non hanno votato

Pallone d’Oro 2015: Buffon e Conte non hanno votato

La Federcalcio non fa votare Conte e Buffon per il Pallone d'Oro in segno di protesta

da in Antonio Conte, Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Pallone d’Oro 2015: Buffon e Conte non hanno votato

    Messi ha vinto il suo quinto Pallone d’oro ma non con qualche strascico di vena polemica. Le discussioni attorno all’ennesimo trofeo vinto dall’argentino ci sono state, anche quest’anno, ma tra i protagonisti di questa disputa si annoverano nomi quali Gianluigi Buffon e il CT della nazionale italiana Antonio Conte, che, in accordo con la Federcalcio, non si sono presentati all’evento per “protestare” contro l’assenza del portiere bianconero nella lista dei candidati alla vittoria del Pallone d’Oro 2015.

    Nella storia sono stati molti i giocatori che avrebbero meritato un Pallone d’oro, tra i più famosi possiamo citare una conoscenza italiana come Paolo Maldini e Andrea Pirlo, andando in Spagna possiamo menzionare Iniesta e altri grandi del “futebol” come Zlatan Ibrahimovic e Thierry Henry oppure Clarence Seedorf, uno dei re della Champions League. A questi grandi campioni del calcio si aggiunge Gianluigi Buffon.

    Quest’anno era, forse, l’ultima occasione per vedere “San Gigi” alzare il Pallone d’Oro o perlomeno entrare nei 50 candidati nella lista dei papabili vincitori visto che la Juventus è arrivata in finale di Champions League, ed è rimasta in partita per quasi tutta la gara grazie a lui con parallela vittoria del quarto scudetto consecutivo. Invece, cosi non è andata e la protesta da parte della Federcalcio è sfociata nel “non-voto” da parte di Conte e Buffon che non si sono presentati all’evento.

    Gianluigi Buffon è tutt’ora, alla veneranda età di 37 anni è il miglior portiere italiano e uno dei migliori al mondo e, vista l’ultima stagione impressionante, sua e della Juventus, e per la sua carriera sarebbe dovuto come minimo finire nella lista dei migliori 50 giocatori al mondo ma, incredibilmente, la Fifa ha deciso di non inserire una leggenda del calcio nella propria lista commettendo un errore.

    Ma è giusta la protesta da parte della Federcalcio Italiana? Forse si perché dal 2010, ovvero da quando è entrata la Fifa nella politica del Pallone d’Oro, la questione è divisa tra Barcellona e Madrid, senza nessun altro a tenere testa a Messi e Ronaldo, lasciando scemare il vero ed originale senso del Pallone d’Oro, ovvero istituire il miglior giocatore dell’anno.

    Sicuramente Buffon non avrebbe vinto quest’anno il Pallone d’Oro ma la polemica è per la mancanza di “rispetto” (chiamiamola cosi, senza esagerare) nei confronti di uno dei calciatori più importanti della storia del nostro paese e di una delle squadre più blasonate della Serie A. Forse, nel caos in cui la Fifa si trovavo all’epoca dello scandalo Blatter, c’è stato qualche errore di troppo nel compilare la lista.

    465

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Antonio ConteCalcioSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI