NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Eranio licenziato dalla RSI per la frase razzista, le reazioni

Eranio licenziato dalla RSI per la frase razzista, le reazioni
da in Calcio, Razzismo, Sport

    Ha fatto scalpore la frase pronunciata da Stefano Eranio come opinionista di RSI al termine del match tra Bayer vs Roma terminato con un rocambolesco 4-4 e che gli è costato il licenziamento. Commentando l’erroraccio del difensore giallorosso Rudiger – che è di colore – ha affermato che “i giocatori di colore, quando sono sulla linea difensiva, spesso certi errori li fanno perché non sono concentrati. Sono potenti fisicamente (…) però, quando c’è da pensare (…) spesso e volentieri fanno questi errori”. La RSI – Radio Televisione Svizzera Italiana, l’ha rimosso dall’incarico, ma Eranio non ci tiene a passare per razzista e ha affermato “Non sono mai stato un razzista, nella mia carriera da allenatore ho avuto tanti ragazzi di colore che mi sono rimasti nel cuore. Mi dispiace di avere dato questa impressione”.

    La RSI lo ha licenziato e ha emesso un comunicato: “Dopo avere attentamente valutato la portata di questo commento, del tutto incompatibile con le regole e la deontologia del Servizio pubblico e preceduto da un’altra affermazione dello stesso tenore fatta da Eranio durante l’incontro Manchester City-Juventus del 15 settembre scorso, la Direzione della RSI ha deciso di interrompere immediatamente la collaborazione con Eranio stesso”.

    Eranio ha commentato rispondendo a Ticinonews, l’ex-centrocampista ha affermato di considerarsi una persona perbene e di non essere mai stato un razzista, non era sua intenzione offendere nessuno e se l’ha fatto è giusto che debba pagare il proprio errore. Poi ha aggiunto di sentirsi avvilito in questo momento. Ma allora cosa intendeva? “Volevo solo dire che la scuola calcistica africana di solito cura poco la tattica e che i giocatori africani puntano maggiormente sulla forza fisica, visto che ne hanno molta, ma spesso curano poco la parte tattica”.

    Ok, ma cosa ha da dire sul precedente che la RSI ha citato nel suo comunicato ufficiale e che si riferisce alla partita tra Juventus e Manchester City nel girone eliminatorio dei bianconeri? Eranio ha affermato di ricordarsi bene la frase della sera della Roma, ma di non ricordare affatto nulla di strano pronunciato in occasione di quel match. E infatti su YouTube non si trova niente né in vari forum, blog o siti elvetici. Sarebbe meglio se RSI facesse più chiarezza, dato che ha lanciato un’accusa ben precisa. Cosa ne pensiamo di questo episodio? La frase è stata infelice perché si poteva effettivamente interpretare in tono spiacevole, ma crediamo che sia stato una brutta scelta di argomentazione di Eranio e che l’ex-calciatore non volesse sostenere, peraltro così in modo pubblico ed esplicito, un suo pensiero razzista.

    TAVECCHIO E I CALCIATORI MANGIABANANE

    555

    PIÙ POPOLARI