NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

US Open 2015: trionfa Flavia Pennetta e annuncia il ritiro

US Open 2015: trionfa Flavia Pennetta e annuncia il ritiro
da in Sport
Ultimo aggiornamento: Lunedì 14/09/2015 09:42

    Flavia Pennetta vince gli US Open 2015 di Tennis al termine di un match forse non spettacolare, ma molto concreto contro Roberta Vinci. Col risultato di 7-6, 6-2, la brindisina porta a casa il suo primo Slam in poco più di un’ora di gioco dimostrando una superiorità e una sicurezza di sé davvero notevoli. La tarantina era parsa ancora provata sia nel fisico sia soprattutto a livello mentale dalla straordinaria vittoria contro Serena Williams. Ma la vera sorpresa del match tutto italiano è l’annuncio della regina: “Questa è stata la mia ultima partita qui, ho deciso di ritirarmi dal tennis”. Porterà a termine la stagione e appenderà la racchetta al chiodo, cosa chiedere di più da una carriera di primissimo piano?

    Incredibile allo US Open 2015 di tennis con la finale femminile che sarà tutta italiana: due straordinarie imprese sono arrivate da due straordinarie atlete come Flavia Pennetta e Roberta Vinci, che hanno battuto rispettivamente Simona Halep (Rom) e Serena Williams (USA), numeri due e uno del ranking mondiale. Un trionfo tutto pugliese visto che Flavia è di Brindisi e Roberta di Taranto: la prima è stata autorevole e sicura, soprattutto nell’unico, breve, momento di difficoltà, ma in poco meno di un’ora ha demolito l’avversaria. La seconda è andata oltre l’immaginabile sconfiggendo l’imbattibile Serena, che combatteva per il Grande Slam.

    Flavia Pennetta è stata la prima a qualificarsi per la finale dello US Open 2015 battendo in due set netti la rumena Simona Halep col punteggio di 6-1, 6-3 in appena 59 minuti. Dopo un primo set filato via velocissimo, il secondo ha visto la numero due al mondo portarsi sul 3-1, ma la brindisina ha recuperato e ha allungato chiudendo il match. “Immensa”, il commento del compagno e collega Fabio Fognini. Come non essere d’accordo?

    Ma la sorpresissima è arrivata per cena. La vittoria di Roberta Vinci su Serena Williams sembrava utopia, qualcosa da fantascienza. E infatti il primo set è andato all’americana per 6-2. Tuttavia, la panterona è apparsa da subito molto tesa, poco precisa e più vulnerabile del solito: l’italiana era infatti riuscita a raggiungere subito il break al termine di un game da 13 minuti, ma è stata poi rimontata e sommersa. Però, insomma, c’era un piccolo spiraglio, una piccola percentuale di aprire una crepa. E infatti, Roberta usciva nel finale con un coraggio quasi commovente, aggredendo senza paura e senza niente da perdere. Il secondo set era suo, 6-4. Il terzo, però, è partito con il gap: 2-0 per la Williams, che ha iniziato a esultare a ogni punto come se fosse un match point, il sintomo che stava raschiando il fondo del barile psico-fisico. Il break è arrivato sul 3-3 e Serena non si è più riuscita a muovere, risultando pesante e fallosa. L’ultimo gioco del match è stata pura perfezione, vinto a 0 per volare in finale.

    LE PIU’ BELLE DEL TENNIS

    733

    PIÙ POPOLARI