NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Balotelli, patente sospesa: la Top 10 delle “Balotellate”

Balotelli, patente sospesa: la Top 10 delle “Balotellate”
da in Calcio, Inter, Mario Balotelli, Milan, Sport
Ultimo aggiornamento: Lunedì 07/09/2015 09:59

    Altra multa, altra Balotellata. Mario Balotelli, ex attaccante di Inter e Manchester City ora ritornato al Milan, continua a far parlare di sè fuori dal campo. La Polizia locale di Brescia ha infatti sospeso la patente del centravanti dopo aver appurato che guidasse a 90 km/h in città ossia a 40km/h in più rispetto al limite. La zona è quella dello stadio Rigamonti, non lontano dalla casa di Brescia dell’ex-azzurro. Era a bordo di una Lamborghini. “Mi dispiace, non me ne sono accorto”, sarebbero state le sue prime parole. A inizio anno, a bussare alla porte era stata invece Equitalia con una cartella esattoriale da 10 mila euro per multe non pagate tra il 2012 e il 2013. SuperMario aveva superato per 18 volte il limite di velocità con la sua Ferrari a noleggio. Questa è stata l’ultima, in ordine di tempo, “Balotellata” della sua finora breve ma intensa carriera. Ecco la top-ten degli scivoloni del campione.

    Nella top-ten delle Balotellate c’è sicuramente la scelta di indossare, quando giocava nell’Inter, la maglietta del Milan. Intercettato dall’inviato di Striscia la Notizia, Valerio Staffelli, Supermario decise di stare allo scherzo e indossare la divisa rossonera. I dirigenti e tifosi nerazzurri non preso molto bene questa scelta.

    Mario Balotelli, nel suo periodo italiano, fece una scelta bizzarra quando non trovò parcheggio a Bergamo. L’attaccante decise infatti di parcheggiare la sua vettura dentro al carcere femminile solo perchè trovò il cancello aperto della struttura.

    Ai tempi del Manchester City si fece riconoscere più per prodezze fuori che dentro al campo. In un noto ristorante italiano, riconobbe una escort balzata agli onori della cronaca per essere stata con Rooney, attaccante dello United. Balotelli, durante la cena, scherzò la ragazza e i suoi amici. Alla fine ci volle un buttafuori per fermare la rissa nel parcheggio.

    Che sia Inghilterra o Italia non fa differenza, Balotelli ha preso montagne di multe finora per la gioia dei vigili. Eccessi di velocità e soste vietate sono il suo tallone d’achille quando è alla guida dei suoi bolidi.

    Ai tempi dell’Inter ebbe un accesso diverbio con Dejan Stankovic. Nella rifinitura prima di un match di Champions League, Balotelli ricevette un fallo dal serbo. I due furono divisi per non creare troppe tensioni nello spogliatoio.

    A Manchester Balotelli diede il meglio di sè, fuori dal campo. Dopo un allenamento decise di prendere delle freccette da muro e lanciarle dalla sua camera ai ragazzini del settore giovanile che transitavano sotto le sue finestre. Un gioco veramente stupido.

    Operato al menisco decise di far parlare di sè anche in ospedale. L’attaccante infatti non ascoltò le infermiere e decise di scherzare con loro nascondendosi e mostrandosi giocherellone più che mai.

    La “sua” Inter stava volando verso il Triplete e lui, dopo la bella vittoria contro il Barcellona, decise di lanciare la maglietta nerazzurra a terra. Il pubblico interista lo fischiò sonoramente per il brutto gesto.

    Un gesto folle di Balotelli è stato fatto in centro a Milano. L’attaccante della Nazionale decise infatti di sparare con una pistola scacciacani. La bravata gli costò molto cara.

    A vincere la Top-ten della Balotellate è l’incendio divampato nella sua casa inglese. Il motivo fu un grosso fuoco d’artificio lanciato dentro la propria abitazione per scherzare con gli amici. Il rischio fu altissimo e l’incendio fu immediato. Balotelli non ebbe grosse conseguenze a parte una multa salatissima e spese di ristrutturazione.

    1076

    PIÙ POPOLARI