Calcio: Joseph Blatter contestato a Zurigo, gli lanciano banconote false in faccia

Calcio: Joseph Blatter contestato a Zurigo, gli lanciano banconote false in faccia
da in Calcio, Mondiali di calcio, Sport

    Joseph Blatter è stato duramente contestato durante la conferenza stampa indetta al termine della riunione dell’Esecutivo Fifa. Il numero 1 del calcio mondiale, dopo aver iniziato a parlare, è stato fermato da un uomo che gli ha lanciato addosso banconote falso urlando: “Sepp, questi sono per i Mondiali in Corea del Nord nel 2026″ in chiaro riferimento alle presunte ‘mazzette’ prese dalla Fifa per l’organizzazione del Mondiale 2022 in Qatar. La persona è stata fermata, con molta lentezza, dalla security e il personaggio in questione è stato successivamente identificato in Simon Brodkin, comico inglese famoso per interpretare il personaggio di Lee Nelson. Joseph Blatter ha potuto continuare la conferenza anche se visibilmente scosso dall’accaduto.

    Joseph Blatter è il presidente dimissionario della Fifa e lo sarà ancora per altri 7 mesi fino al 26 Febbraio, data scelta dall’Esecutivo per la votazione del nuovo presidente. Lo scorso 2 Giugno il francese aveva annunciato le sue dimissioni dopo lo scandalo e i conseguenti 14 dirigenti FIFA arrestati dagli uomini dell’FBI americana. Uno scandalo che travolse la federazione e lo stesso Blatter che, appena rieletto, decise di dimettersi dall’incarico. Il consiglio esecutivo della FIFA si è riunito quest’oggi per decidere una data per la nuova elezione ed è stata individuata per il 26 Febbraio. Blatter, dopo la contestazione ricevuta da Simon Brodkin, ha continuato la sua conferenza stampa visibilmente scosso ma ha potuto spiegare ciò che è emerso dalla riunione: Sono ancora vivo seppur sembrava che le onde dello tsunami del 27 maggio scorso mi dovessero portare via – ha spiegato Joseph Blatter- Hanno fatto pressione sulla FIFA e su di me sia i media che politici di tutto il mondo e per questo motivo ho deciso di lasciare. Lo faccio per difendere l’istituzione non per difendere me stesso. Sono il presidente e lo sarò ancora per diversi mesi, dovevo essere finito ed invece sono ancora qui”. L’esecutivo FIFA ha dunque scelto la data del 26 Febbraio per eleggere un nuovo numero 1: “Dal 27 Febbraio non sarò più il Presidente e mi dedicherò ai miei hobby e al mio lavoro di giornalista. Mi piacerebbe lavorare in radio. Non sarò ancora candidato perchè mi sono dimesso ma fino a quella data sarò ancora io il numero 1 della FIFA. Sono comunque curioso di sapere chi sarà il mio successore.” Tra i candidati il nome forte è quello dell’ex pupillo di Blatter, Michael Platini, attuale leader della UEFA.

    464

    PIÙ POPOLARI