Le 10 migliori maglie ritirate delle squadre di calcio [FOTO]

Le 10 maglie più famose ritirate dalle squadre di calcio. Numeri appartenuti a leggende del calcio. Le 10 magliette leggendarie [FOTO].

da , il

    Quando un grande campione abbandona il calcio viene spesso omaggiato dal proprio pubblico con applausi e coreografie. Negli anni alcuni giocatori sono diventati delle vere e proprie bandiere tanto da essere considerati ancora parte integrante di una squadra seppur abbiano abbandonato il calcio giocato. Questi calciatori, ricordati come delle vere e proprie leggende viventi, hanno spesso giocato un’intera carriera sempre e solo con lo stesso numero. Il ’6′ di Franco Baresi, il ’4′ di Zanetti e il ’14′ di Crujiff sono ancora nella memoria dei tifosi. Ma quali sono le maglie ritirate che ancora adesso hanno un posto nei cuori dei tifosi? Sfogliate le pagine per scoprirlo.

    Maradona

    Quando Diego Armando Maradona ha abbandonato Napoli è stato una sorta di ‘lutto cittadino’. Persone disperate in giro per la città che non si capacitavano dell’addio di uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi. La sua maglia, la numero 10 è stata ibernata e non è stata più utilizzata se non in occasione del campionato di Serie C di qualche stagione fa. Motivo? la numerazione era obbligatoria dal numero 1 all’ 11.

    Baresi

    Il ‘numero 6′ del Milan vuole dire solo Franco Baresi. La bandiera e leggenda del Milan ha giocato 20 anni con i rossoneri indossando sempre la stessa maglia e numero. Molti successi, trionfi e carisma da vendere hanno fatto apprezzare Baresi anche in giro per il mondo. In molti addetti ai lavori lo considerano il più forte centrale di sempre.

    Zanetti

    Zanetti è stato ed è tuttora un’icona dell’Inter. Lo storico capitano nerazzurro ha fatto piangere i tifosi il giorno del suo addio. Il primo acquisto dell’era Moratti è stato fedele al suo numero ’4′ per tutta la carriera in narazzurro. Arrivato fino a 40 anni suoni in campo ha sempre onorato la casacca nerazzurra. Attualmente è un dirigente della nuova Inter di Thoir.

    Baggio

    Roberto Baggio chiuse la propria carriera da giocatore del Brescia nel 2003/2004. Il ‘Divin Codino’ fece innamorare i tifosi di molte squadre tra le quali Juventus, Inter, Milan e Bologna. A Brescia ebbe una seconda giovinezza e portò i lombardi in Europa. Le ‘Rondinelle’ ritirarono la sua maglia numero ’10′.

    Facchetti

    Giacinto Facchetti è un’altra grande leggenda dell’Inter. L’ex presidente nerazzurro ha macinato chilometri a San Siro con la maglia numero ’3′ sulle spalle. Ora i nerazzurri hanno deciso di ritirare la maglietta in ricordo del grande difensore che ha fatto vincere molti trofei all’Inter.

    Moore

    La maglia numero ’6′ del West Ham è stata ritirata in onore di Bobby Moore. Il leggendario giocatore ha fatto le fortune della squadra inglese della Premier League. I suoi tifosi lo ricordano come una vera leggenda e lo osannano appena possono.

    Crujiff

    Crujiff ha fatto cose pazzesche sia con la maglia dell’Ajax che con quella della nazionale olandese di calcio. Il suo numero è da sempre il ’14′ e l’Ajax ha deciso di ritirare, in suo onore, questo numero dalle sue divise.

    Raul

    Raul è stato uno dei bomber europei più forti di sempre. Campionissimo e capitano del Real Madrid ha chiuso la carriera allo Schalke 04. In Germania è stato considerato un vero leader e trascinatore tanto che a fine carriera è stata ritirata la numero ’7′ che apparteneva al fortissimo spagnolo.