Jurgen Klopp lascia il Borussia Dortmund, le sfuriate più divertenti del tedesco

Jurgen Klopp abbandona la panchina del Borussia Dortmund. Le sfuriate più belle del focoso allenatore tedesco durante i suoi anni a Dortmund.

da , il

    La notizia ha squarciato i cieli di Dortmund: Jurgen Klopp a fine stagione lascerà la panchina del Borussia. Dopo una stagione travagliata avara di successi è arrivata questa mattina la decisione di lasciare i gialloneri e non guidarli più nel prossimo campionato. Il vulcanico allenatore, da sette anni alla guida del club, è riuscito a fare grandi case alla guida del Borussia come vincere 2 volte la Bundesliga, 1 coppa di Germania, 3 SuperCoppe di Germania e arrivare in finale di Champions League nel 2013. Ora la decisione di cambiare e siamo certi, visti le qualità tecniche dell’allenatore, che molti dirigenti dei top-club europei proveranno a convincerlo a guidare le proprie squadre. Jurgen Klopp durante la sua carriera in giallonero si è fatto conoscere, oltre ai tanti trofei, per un carattere a dir poco vulcanico. Sfuriate, scenette divertenti e momenti di puro nervosismo hanno fatto conoscere all’Europa intera il sanguigno Klopp. Ecco quali sono state le sfuriate migliori a Dortmund.

    5. Pensi sia un idiota

    Dopo la sconfitta dell’andata per 0-3 contro il Real Madrid in Champions League risponde per le rime ad un giornalista in conferenza stampa dicendogli “So che tu pensi io sia un idota” con un ghigno beffardo in riferimento alla possibile rimonta della sua squadra nei confronti della squadra madrilena.

    4. Commento alla finale di Champions

    Il momento più alto dell’avventura di Klopp sulla panchina del Borussia fu nel 2013. La sua squadra arrivò in finale di Champions League e dovette affrontare il Bayern Monaco. I baveresi si imposero e Klopp fu sconfitto. In conferenza stampa sintetizzò la sua finale con: “C’è stato un bel tempo, tutto è andato bene e solo il risultato che è stato una m**da”.

    3. Sfuriata contro Sahin

    Dopo una prestazione opaca Klopp decide di sostituire il turco Sahin. Il giocatore va verso la panchina ma viene fermato dal mister tedesco che gli rimprovera a muso duro di aver giocato male prendendolo anche per la maglietta e urlandogli addosso.

    2. Contro Matthias Sammer

    Durante una partita della Bundesliga viene atterrato brutalmente il suo centrocampista Blaszczykowski e lui va a muso duro contro l’altra panchina prendendosela con Matthias Sammer. Un gruppo di giocatori e il quarto uomo hanno dovuto fermare la furia Jurgen Klopp.

    1. A Napoli

    Il meglio di Klopp lo ha regalato in Italia a Napoli. Durante una partita di Champions League subisce il gol di Higuain con la sua squadra in 10 per un giocatore fuori per infortunio. Il mister impazzisce, va su tutte le furie per il torto subito, insegue il quarto uomo e gli urla in faccia per circa 30-40 secondi. Scena che mostra il temperamento focoso del bravo allenatore tedesco.