Le regole NCAA Basket in breve

In questo approfondimento vi proponiamo il regolamento del NCAA basket in breve per non perdervi nella jungla di commi che governano il campionato dei giovani

da , il

    L’Nba è il campionato statunitense di basket più seguito e amato? Risposta sbagliata. Il vero tifoso di palla a spicchi d’Oltreoceano è affetto da quella che è definita “March Madness”, la pazzia per il campionato universitario, fucina di campioni e di storie meravigliose. Vi proponiamo il regolamento del NCAA basket in breve per non perdervi nella giungla di commi che governano il campionato dei giovani statunitensi che sperano di sfondare poi in Nba. I campioni in carica 2013 sono gli studenti di Louisville che hanno battuto davanti ai 74000 spettatori dell’Atlanta Dome, la compagine dell’università del Michigan. E’ stata la terza vittoria per Louisville e la seconda per Rick Pitino, allenatore che entra di diritto nella storia per essere stato l’unico a vincere il titolo con due squadre differenti.

    Regolamento del torneo

    Intanto bisogna chiarire che l’NCAA è una lega che comprende tutti gli sport che si praticano nei college americani, quindi sarebbe più corretto parlare di Divison One Basket. A questo campionato prendono parte più di 300 squadre che rappresentano i vari atenei sparsi sul territorio americano. Le franchigie sono divise in 32 conference stabilite con accordi tra le università. Ne esistono di più importanti definite Major Conference e sono: Big East, Big Ten, Big Twelve, ACC, SEC e PAC-10. Durante l’anno si gioca la regular season, basata su tornei a cui partecipano su invito squadre anche di conference diverse. Alla fine di questa fase ognuna gioca un torneo di conference che stabilisce una testa di serie che accede al tabellone NCAA formate dalle 32 vincente e da altre 32 scelte sulla base dello score annuale nella “selection sunday”. Si gioca in campo neutro fino ad arrivare alle Final Four, uno degli eventi sportivi più seguiti negli Usa.

    Regole di gioco

    Oltre alla struttura del torneo ci sono da sottolineare differenze con il regolamento di gioco Nba o Fiba. Le partite vengono disputate in due tempi da 20 minuti con un eventuale overtime di 5. Il cronometro per il tiro è fissato a 35 secondi e di conseguenza per passare la metà campo ci sono 10 secondi (8 normalmente). La distanza della linea da 3 punti è diversa rispetto all’Nba avvicinandosi ai 6 metri e 25 centimetri del basket europeo. Non esiste la regola dei 3 secondi difensivi per cui è possibile sperimentare la difesa a zona. Differenze sostanziali anche nella gestione del limite di falli. Dopo 7 falli si va in lunetta, ma fino a 10 il giocatore ha diritto a due tiri liberi solo se segna il primo altrimenti si proseguo nella situazione di gioco.