Pagelle Serie A 2014/15: i voti del 25esimo turno

da , il

    Pagelle Serie A 2014/15: i voti del 25esimo turno

    In attesa del supermatch tra Juventus e Roma valevole come posticipo del lunedì del 25esimo turno siamo pronti con le pagelle con tutti i voti meritati dalle squadre impegnate nella Serie A 2014/15. Copertina per il Torino che esulta dopo aver battuto il Napoli dimostrando di essere diventata una delle squadre più in forma, determinate e organizzate non solo del nostro campionato. E chissà che ora lo Zenit San Pietroburgo non si faccia più di un dubbio su una qualificazione in Europa League che sembrava già scontata. Scopriamo promossi e bocciati.

    Partiamo dunque dal match dell’Olimpico di Torino che ha visto Glik ancora una volta decisivo: il difensore nonché capitano mette a segno il sesto gol stagionale con una spizzata precisissima di testa da calcio d’angolo e regala i tre punti ai granata. Benitez, nervosissimo, a fine gara quasi non parla e dà la colpa all’arbitro. Voti: 7.5 e 5.5.

    La Fiorentina mata l’Inter in una sfida che sa di terzo posto: i viola sfruttano ancora una volta la freschezza di Salah, che non la smette più di stupire. L’egiziano decide il match e affonda Mancini che arrivava da un tris di successi. Voti 7 e 5.5.

    Milan spento e scarico, come spesso accade quest’anno, nel match contro il Chievo Verona al Bentegodi che termina con uno 0 a 0 che dà subito idea di quanto scialbo è stato l’incontro. Voti 5.5 e 6.

    La Lazio è, col Torino, la squadra che più sta piacendo per gioco e atleticità e lo dimostra il secco 3-0 rifilato al Sassuolo in trasferta in Emilia con i gol di Anderson, Klose e Parolo. Lo stesso Anderson ci ha messo piede in tutte le altre due azioni. E la Roma non è più così lontana, meno ancora il Napoli. Voti: 7.5 e 5.

    Ritorna alla vittoria la Sampdoria che recupera lo svantaggio iniziale a Bergamo dell’Atalanta che trova il gol con Stendardo, prima con Muriel e poi con Okaka che rompe il digiuno. Voti 6.5 e 6.

    Importantissima vittoria del Verona sul campo del Cagliari per 1-2 con Toni che apre le danze e viene seguito da Gomez; ininfluente la rete di Conti nel finale. Zola viene però riconfermato. Voti 7 e 5.5.

    Cesena vittorioso contro un’Udinese sempre più in crisi. Stramaccioni si arrende al gol di Rodriguez e ora deve guardarsi alle spalle perché l’abisso retrocessione non è così lontano. Voti 7 e 5.

    Palermo e Empoli non si fanno male e si dividono un punto ciascuno nello 0 a 0 del Barbera, meritando 6 politico entrambe. Non si è giocata Genoa e Parma, che è stata rinviata per le note vicende legate alla società gialloblu.

    RISULTATI E CLASSIFICA SERIE A