Serie A: le 10 meteore del calcio italiano

Serie A: le 10 meteore del calcio italiano
da in Calcio, Serie A, Sport, Fernando Torres
Ultimo aggiornamento: Martedì 24/02/2015 14:53

    Nel firmamento della Serie A e della storia del calcio sono presenti molte stelle ma anche tante meteore. Giocatori comprati per sostituire giocatori in partenza, arrivati in pompa magna e finiti nel dimenticatoio nel giro di qualche mese. Ogni stagione ci sono immancabili colpi ‘a effetto’ che poi si sciolgono in bolle di sapone. Ultimo, in ordine cronologico, è Fernando Torres. Lo spagnolo, acquistato dal Milan era arrivato per cancellare Balotelli ma dopo 5 mesi è stato subito silurato. Ecco quali sono state le 10 meteore della Serie A più importanti. Sfogliate le pagine per scoprire i giocatori che avrebbero dovuto sfondare ma che invece si sono rivelati dei buchi nell’acqua.

    Ve lo ricordate Fabio Macellari? arrivato all’Inter per sostituire Roberto Carlos fu presto messo in naftalina. In nerazzurro fece 7 presenze poi fu ritenuto inadatto. Iniziò a girovagare per l’Italia ma il suo treno era ormai passato. Ha chiuso la carriera in Sardegna in una società dilettantistica. Ora fa il vocalist per un groppo Rock.

    Mark Bresciano ha indossato diverse casacche in Serie A. I tifosi di Empoli, Parma, Palermo e Lazio si ricorderanno di questo centrocampista tutta corsa che amava esultare stanno fermo e immobile. Ora è andato a giocare nell’ Al-Gharafa a Doha.

    Gonzalo Sorondo fu uno dei colpi di Massimo Moratti. Arrivato all’Inter per blindare la difesa nerazzurra fu accantonato con una velocità record. L’uruguaiano gioca ora nello Sporting di Montevideo nella massima serie dell’Uruguay. Per lui l’Italia è stata una vera delusione.

    Meghni è stato considerato da molti addetti ai lavori, uno dei più grandi talenti degli ultimi 10 anni. Giocatore tecnico ma con un fisico e una pische debole. Il ragazzo alternava grandi giocate a partite orribili. Dopo le esperienze a Bologna e Lazio è attualmente svincolato.

    L’ex focoso difensore della Roma gioca da qualche stagione in Messico. Per lui la Serie A non ha portato molto bene e per questo motivo ha deciso di andare a giocare in centroamerica. Gioca nel Leones.

    Ferreira Pinto ha bruciato la fascia sia in Serie A che in Serie B. All’Atalanta ha vissuto le sue stagioni migliori ma anche a Lecce e Varese si è saputo far rispettare. Ora gioca tra i Dilettanti del Pontisola nella bergamasca.

    Vitali Kutuzov è arrivato al Milan giovanissimo. L’attaccante bielorusso doveva seguire le orme di Shevchenko ma tra i rossoneri non esplose. Iniziò a girare l’Italia giocando ad Avellino poi a Bari. Squalificato per calcio scommesso ora gioca a hockey a Sesto San Giovanni in provincia di Milano.

    Nell’anno della retrocessione della Juventus in Serie B fu considerato il gemello di Claudio Marchisio. I due ebbero una carriera diametralmente opposta. Paro ha fatto tanta provincia e ora è il capitano del Mantova in Lega Pro.

    L’ex capitano del Marocco ha girato diverse squadre in Italia. In molti hanno creduto in lui ma non è mai riuscito a sbocciare. Roma, Siena, Genoa, Inter, Fiorentina hanno puntano su Kharja ma nessuno è rimasto felice del suo rendimento. Ora è in Ligue 2 in Francia.

    Come Kharja anche Obodo ha collezionato molte maglie in Serie A. Centrocampista tutto muscoli, il nigeriano non ha mai realmente sfondato nel nostro campionato. Ora gioca in Grecia al Skoda Xhanti. Non una squadra di primissimo livello.

    1015

    PIÙ POPOLARI