I 10 gol fantasma più famosi, la classifica

I 10 gol fantasma più famosi, la classifica
da in Calcio, Juventus, Milan, Nazionale italiana di calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 07:17

    La Serie A si evolve. Dopo anni di polemiche arbitrali arriva finalmente la tecnologia nella stagione 2015/16. Il presidente della Figc Carlo Tavecchio ha annunciato che dalla stagione 2015-2016 in Serie A sarà introdotta la Goal Line Technology. Ma quali sono stati i 10 gol fantasma più famosi della storia del calcio? Ecco la nostra classifica.

    Il gol di Muntari alla Juventus nel 2012 fu decisiva per il primo titolo alla Juventus di Conte. Muntari colpisce di testa, la palla varca di molto la linea di porta e Buffon la respinge. Per tutto lo stadio e i giocatori in campo è gol ma l’arbitro Tagliavento e il guardalinee non si sono accorti e fatto questa topica colossale.

    L’Inghilterra di Capello, nei Mondiali 2010, subì una grave ingiustizia. Frank Lampard sorprese il portiere tedesco con un pallonetto che rimbalzò all’interno della porta per poi uscire. L’arbitro non si accorse di nulla e non decretò la rete. L’Inghilterra fu eliminata per quella svista.

    Nel 1967 la Lazio e la Juventus si affrontarono in campionato. Il gol-no gol di De paoli passò alla storia come il primo gol fantasma ripreso in televisione. La palla colpì il sostegno interno della porta ed uscì. L’arbitro non si accorse di nulla e la partita finì 0-0. Fu il primo gol fantasma ripreso in televisione.

    Marko Devic, giocatore ucraino, in Ucraina-Inghilterra negli Europei del 2012 fu protagonista di un gol fantasma. Il tiro del giocatore superò il portiere Hart e sulla linea Terry tentò di salvare il risultato. La palla superò la linea ma sia gli arbitri addizionali che l’arbitro non videro nulla e non convalidarono il gol.

    Nella Coppa dei campioni del 1988, il Milan subì un torto arbitrale. Sullo 0-0 il difensore Vasiljevic, nel tentativo di rilanciare il pallone, “svirgola” mandando lo stesso nella sua porta per oltre un metro. L’arbitro e guardalinee non si accorsero e la partita finì ai calci di rigore.

    La partita Udinese-Roma di quest’anno è stata decisa da un gol fantasma del difensore Astori. Il colpo di testa del centrale giallorosso si stampa sulla traversa e sulla ricaduta batte sulla linea di porta. Per l’arbitro addizionale è gol e la Roma vince il match.

    Il Derby di Milano del 1967 divenne storico per il suo gol-no gol. Il protagonista è Rivera, il capitano del Milan di quel tempo, calciò in porta, la palla colpì la traversa e sbattè sulla linea senza varcarla. Per l’arbitro fu gol. Quel derby divenne storico perchè, da quella sera, la trasmissione “Domenica Sportiva” decise di mostrare le immagini della moviola per smentire la rete.

    Nel 1998 la Juventus di Marcello Lippi fu impegnata ad Empoli. Dopo il vantaggio i bianconeri subirono il pareggio di Bianconi. Peruzzi, con un intervento goffo, provò a salvare la palla seppur fosse entrata nettamente in porta. Per l’arbitro non fu gol. Incredibile.

    Luis Garcia con un gol fantasma decide la semifinale di ritorno di Champions League tra Liverpool e Chelsea. Mourinho a fine gara disse che quel gol arrivava dalla Luna. Ancora adesso non si ha la completa certezza che la palla sia entrata in porta.

    Il gol fantasma più famoso fu segnato nella finale dei campionato mondiali 1966. Inghilterra e Germania dell’Ovest sono ferme sul 2-2 quando Geoff Hurst calcia sulla traversa e la palla colpisce la linea riscendendo senza superarla. Per l’arbitro la palla entrò in porta e l’Inghilterra divenne campione del mondo.

    1032

    PIÙ POPOLARI