Massimo Ferrero: il meglio (del peggio) del presidente della Samp

Massimo Ferrero: il meglio (del peggio) del presidente della Samp
da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 07:17

    Massimo Ferrero è il presidente della Sampdoria e in questi mesi alla guida dei blucerchiati si è fatto conoscere per uscite, gaffes e atteggiamenti estremi, a volte circensi, spesso al limite del ridicolo. Chi è Ferrero? È nato 62 anni fa a Roma ed è detto Er Viperetta. Un uomo che si è fatto da solo, con un passato umile per poi scalare posizioni fino al ruolo di organizzatore generale e successivamente produttore esecutivo per poi diventare produttore indipendente nel ’94 per diverse pellicole di Tinto Brass ad esempio. Oltre ad alcune comparsate si fa conoscere per la sua attività imprenditoriale con l’acquisto di ben 60 sale cinematografiche per dare vita alla Ferrero Cinemas Group. Ecco il meglio del peggio.

    “Io ho fatto tre film a Palermo e parlo un pochino palermitano – e inizia a imitare la cadenza siciliana – ah, mister. Buonasera a tutti. Ciao Ilaria. Sei la donna del pallone, ma quando vorrai fare un film ti faremo fare l’attrice”.

    Lotito vuole fare il morto”, è la frase più significativa del presidente intervistato da SkyTG24 dopo la riunione per l’elezione del presidente della FederCalcio tra Albertini e Tavecchio.

    “L’ho detto a Moratti: caccia via quel filippino“, aveva affermato Ferrero a proposito del collega interista Erick Thohir ai microfoni della Rai. Poi il dietrfront, appena due ore dopo.

    Massimo Ferrero si è un po’ troppo aperto durante lo scherzo telefonico alla radio per “Te la do io Tokyo” con dichiarazioni su Ilaria D’Amico e Sky ai 5 Stelle.

    Ancora una volta è Ilaria D’Amico al centro delle attenzioni di Ferrero che, come al solito, dice quel che tutti pensano ma che non esplicitano dato che sono dotate di senso del pudore. In questo caso, il rapporto tra la conduttrice e Gigi Buffon.

    Attore, produttore e anche rapper: Ferrero si esibisce in occasione del derby della Lanterna tra Samp e Genoa.

    Infine, il gesto dell’ombrello nel marasma del Marassi dopo il gol blucerchiato al Napoli. Notare anche la sciarpa della Samp indossa a mo’ di bandana, un classico di Ferrero.

    645

    PIÙ POPOLARI