I calciatori più sopravvalutati degli ultimi anni, la classifica

I calciatori più sopravvalutati degli ultimi anni, la classifica
da in Calcio, Sport, Fredy Guarin, Lorenzo Insigne, Nani
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 07:17

    Promesse del calcio diventate meteore oppure che hanno reso al di sotto delle aspettative e del proprio talento. Negli ultimi anni la nostra Serie A è stata invasa da questi tipi di calciatori. La pressione, giocate sbagliate ed eccessi fuori dal terreno di gioco hanno fatto crollare quelli che ad inizio carriera venivano considerati dei possibili campioni. Ecco la lista dei calciatori che sono stati maggiormente sopravvalutati negli ultimi anni dai media, procuratori e società italiane.

    Lanciato dal Lione quando era ancora giovanissimo si parlava un gran bene dell’attaccante attualmente al Parma. Dopo il prestito al Bologna arriva la chiamata della squadra di Donadoni. Belfodil fa una buona stagione, senza un po’ di gol e viene ceduto all’Inter per Cassano e sei milioni di euro per la comproprietà. Anno disastroso ai nerazzurri, viene rispedito in Emilia dove non sboccia.

    Oltremanica si parlava di lui come del nuovo Rio Ferdinand. Approdato alla United via Fulham per il momento sta deludendo tutti. Non riesce più ad essere quel difensore roccioso che aveva dimostrato di essere nelle sue precedenti annate in Premier League.

    La carriera di Guarin è molto simile alle sue ultime annate in nerazzurro. Parte forte in Colombia e si trasferisce in Francia dove però non convince. Va al Porto dove vince di tutto con Villas Boas. Sembra esploso, l’Inter spende 12 milioni per averlo ma il colombiano, nella militanza nei nerazzurri, gioca a sprazzi.

    Uscito dal settore giovanile della Roma sembra destinato a seguire la carriera di Francesco Totti e Daniele De Rossi. Il giocatore ha un talento puro ma un fisico cristallino. A Roma iniziano i primi problemi fisici e nel 2009 finisce a Liverpool. In Inghilterra gioca col contagocce per malanni vari. Torna in Italia, alla Juve prima Milan poi, ma non convince. Ora è alla Fiorentina dove gioca con continuità. Ottimo giocatore ma ad inizio carriera ci si aspettava molto di più da lui.

    Per il capitano del Milan vale lo stesso discorso fatto Aquilani. Tante aspettative quando iniziò la carriera all’Atalanta, considerato come il nuovo Pirlo. Dopo tanti anni alla Fiorentina, la chiamata del Milan. Belle giocate ma nulla di sensazionale come invece ci si aspettava da lui qualche anno fa.

    Lorenzo il Magnifico ai tempi del Pescara. La chiamata del Napoli e la voglia di dimostrare il suo valore con la maglia della sua città. Da tre anni delude i tifosi partenopei con partite opache. Insigne è un 1991 e ha ancora tempo per uscire dall’etichetta del calciatore sopravvalutato.

    Arrivato allo United per far dimenticare Cristiano Ronaldo ha deluso. Dopo 7 anni in Inghilterra, dove togliendo il 2011 e 2012 non ha mai fatto vedere granchè, è tornato in Portogallo. Sembrava il giocatore ideale per far tornare grande lo United.

    Il belga è arrivato allo United la scorsa estate per la bellezza di 33 milioni di euro. Doveva essere il pilastro del centrocampo dei Red Devils e invece è stato finora un vero flop. Mica male visto i prezzi dell’operazione.

    Uno dei calciatori più sopravvalutati degli ultimi anni. Uscito dalla cantera del Barcellona dopo una valanga di reti. Parte bene con i blaugrana e vince sotto la guida di Guardiola. Il Barca lo cede alla Roma per fare esperienza da titolare ma fallisce. Passa al Milan dove non incide. Finisce all’Ajax a fare la riserva. Un lento ed inesorabile declino.

    Diego Ribas da Cunha è stato un grande flop della nostra Serie A. Acquistato dalla Juve post calciopoli doveva portare in alto i bianconeri. Tempo pochi mesi è finito nel dimenticatoio. All’estero però è riuscito a ritagliarsi delle soddisfazioni vincendo l’Europa League e la Liga da comprimario con l’Atletico Madrid di Simeone.

    Un altro flop bianconero dell’era post calciopoli è stato Felipe Melo. Arrivato dalla Fiorentina per ben 25 milioni di euro, non riesce ad incidere. Tanti cartellini e poche giocate decisive sono il suo bottino in bianconero. Va in Turchia al Galatasaray dove continua la carriera tra alti e bassi.

    La scusante dell’età ormai non regge più. Ad inizio della carriera disse di essere tra i più forti di sempre ed inferiore solo a Messi. Attualmente gioca nel Liverpool dopo aver fallito nell’Inter, nel City e nel Milan. Più vizi che gol sono stati finora il suo liet motiv della carriera.

    Se giochi nel Barcellona e dopo qualche anno finisci negli Emirati Arabi, diventi per forza uno dei giocatori più sopravvalutati di sempre. Ricardo Quaresma inizia la carriera alla grandissima in Portogallo, il Barcellona lo nota e lo acquista. In blaugrana fallisce e finisce al Porto. Mourinho lo porta all’Inter dove non incide. Passa al Besiktas in Turchia e poi negli Emirati. Ora è tornato in Portogallo sempre al Porto. Quaresma è sicuramente sul podio dei sopravvalutati.

    Il centrocampista belga era considerato fino a qualche anno fa, uno dei più forti e giovani centrocampisti al mondo. Le big europee avevano messo gli occhi su di lui. Finisce allo Zenit San Pietroburgo per la cifra astronomica di 40 milioni. In Russia non riesce ad incidere mai.

    La palma del più sopravvalutato degli ultimi anni va ad Andy Carroll. Il Liverpool lo acquista dal Newcastle per 41 milioni di euro nel Gennaio 2011. Fino a quel momento aveva collezionato 33 reti, di cui 17 nella Serie B inglese, in 91 presenze. Il Liverpool crede in lui ma con i Reds gioca 44 partite in tre stagioni di Premier segnando 6 reti. Passa al West Ham nella estate del 2013 per 18 milioni e in due anni segna 9 gol. Nel rapporto, ogni sua rete è costata ai club quasi 4 milioni di euro, mica male!

    1592

    PIÙ POPOLARI