Pagelle Serie A: i voti del secondo turno 2014/15

Pagelle Serie A: i voti del secondo turno 2014/15
da in Calcio, Fiorentina, Inter, Juventus, Milan, Serie A, Sport
    Pagelle Serie A: i voti del secondo turno 2014/15

    Pronti per la pagella della seconda giornata di Serie A 2014/15? Tre squadre al vertice dopo due partite con le solite Juventus e Roma e il Milan di Inzaghi capace di vincere in modo rocambolesco contro il Parma. Partiamo proprio da questo match ricco di gol, errori, spettacolo ed emozioni, terminato 4-5 per i rossoneri che ringraziano la forma straordinaria di Menez (che gol, quello decisivo di tacco dopo aver scartato Mirante come un funambolo). Certo, in difesa si balla ancora troppo e l’autogol di De Sciglio è imbarazzante – e Diego Lopez si infortuna cercando di stoppare in modo goffo, oltre al danno la beffa – ma l’entusiasmo e la grinta indotta da Super Pippo si vede e si sente. Voti 6.5 al Milan e 6 al Parma di Donadoni, dopo il salto tutti gli altri voti.

    Riprendiamo dagli anticipi in ordine cronologico con la JUVENTUS di Allegri che sbriga la pratica Udinese senza paura del sempre capo-cannoniere Di Natale. Ancora una prestazione solida per i bianconeri che esultano prima con Tevez e poi con Marchisio meritandosi un 7 contro un 5.5 dei rivali pari-colori dell’UDINESE.

    La ROMA di Garcia si accontenta del massimo risultato col minimo sforzo contro un buon EMPOLI che – una volta terminato il rodaggio, potrà raccogliere qualche frutto e probabilmente anche salvarsi. Decide un autogol di Sepe al 45esimo per un 6.5 per i giallorossi e un 6 per i toscani.

    Brutta sconfitta del NAPOLI contro il CHIEVO VERONA in casa per 0-1 con Maxi Lopez decisivo contro la squadra di Benitez in balia dell’ennesima partita sconclusionata. Decide il rigore sbagliato da Higuain (parata strepitosa di Bardi) e dopo l’eliminazione dalla Champions League il cielo è sempre più nero sulla testa dell’allenatore spagnolo. Voti 5 al Napoli e 7 al Chievo.

    La SAMPDORIA passa 2-0 col TORINO nell’anticipo di pranzo con i gol di Gabbiadini e Okaka splendidi entrambi, il primo su punizione e il secondo dopo discesa veemente a rete. I blucerchiati possono prendersi più soddisfazioni quest’anno e magari essere il Toro dell’anno scorso. I granata senza i gioielli venduti faticheranno non poco.

    Voto 7.5 alla Samp, 5 al Toro.

    E chi l’avrebbe mai detto? Dopo l’incredibile 7-0 dell’anno scorso in casa del SASSUOLO, arriva il bis anche a San Siro con l’INTER che ripete la goleada contro gli emiliani che subiscono anche l’espulsione di Berardi, ancora colpevole di una Balotellata. Davvero un incubo che ritorna e che sorprende dato che il Sassuolo dell’anno scorso a inizio campionato era ben diverso da quello che ci saremmo aspettati domenica. Voto 7.5 per i neroazzurri, 4 per i verdenero.

    Bella vittoria per la LAZIO 3-0 sul CESENA grazie alle reti di Candreva (bella conclusione al volo), Parolo e Mauri per i biancocelesti che possono puntare davvero in alto quest’anno, sfruttando le partenze a rilento di Lazio e Fiorentina. Voti 7.5 alla Lazio e 5 al Cesena

    Che delusione la FIORENTINA vista contro il GENOA con un Montella che sembra confuso e spaesato, capace di piazzare Babacar sulla fascia preferendolo a alternative più competitive e specializzate come Joaquin o lo stesso Ilicic salvo poi togliere tutte le punte di ruolo terminando la partita con una formazione discutibile. 0 a 0 e tutti scontenti, voto 5 alla Fiorentina (3 a Montella) e 6 al Genoa.

    Non basta il rigore di Cossu nel finale al CAGLIARI che cede in casa a una buona ATALANTA che passa con Estigarribia e raddoppia con Boakye, voti 5.5 ai padroni di casa, 6.5 agli ospiti.

    RISULTATI E CLASSIFICA SERIE A

    718

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioFiorentinaInterJuventusMilanSerie ASport
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI