Carlo Tavecchio e i calciatori “mangiabanane”

da , il

    Carlo Tavecchio e i calciatori “mangiabanane”

    La Fifa ha scritto una lettera alla Figc per “aprire un’indagine e prendere le misure appropriate” a proposito delle parole espresse dal presidente della Lnd Carlo Tavecchio durante l’Assemblea Straordinaria Elettiva per candidatura alla presidenza della Figc di venerdì scorso. In quell’occasione Tavecchio spostando il discorso sui giocatori extracomunitari disse che “l’ Inghilterra individua dei soggetti che entrano se hanno professionalità per farli giocare, noi invece diciamo che ‘Opti Pobà’ è venuto qua che prima mangiava le banane ed ora gioca titolare nella Lazio e va bene così. In Inghilterra deve dimostrare il suo curriculum ed il suo pedigree”. Lo ‘scivolone’ del numero uno della Lnd non è passato inosservato all’estero, ed ha attirato l’attenzione “della Task Force della Fifa contro il razzismo e la discriminazione e del suo presidente Jeffrey Webb”, si legge ancora nella nota pubblicata sul sito stesso della Fifa, che ricorda come “la lotta contro il razzismo sia una priorità assoluta” e che “i funzionari del mondo del calcio sono tenuti ad agire come modelli” in questo ambito.

    Le reazioni delle squadre di calcio

    “Così non si può continuare. La Lega di Serie A non può far finta di nulla”. Dopo la Fiorentina, anche la Sampdoria attraverso le parole del suo presidente Massimo Ferrero mette in discussione la candidatura di Carlo Tavecchio alla guida della Figc, in seguito alla dichiarazione a proposito dei giocatori extracomunitari. “I presidenti devono rivedersi al più presto e rivalutare la posizione, altrimenti rischiamo il commissariamento della Figc”, ha aggiunto Ferrero, le cui parole sono state riportate dal sito ufficiale del club blucerchiato. Una frase infelice”. così il presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi ha commentato in un’intervista rilasciata a ‘Calciomercato.it’ le dichiarazioni di Carlo Tavecchio sui calciatori extracomunitari. “Noi stiamo andando a Milano per i sorteggi dei calendari: ci saranno tutti i presidenti, quindi parleremo anche di questo – ha proseguito il numero uno del club toscano – Per quanto mi riguarda, sembra una gaffe, se poi ha un valore sostanziale rispetto al calcio lo vedremo nei prossimi giorni e ne trarremo le logiche conseguenze”. Corsi ha poi ribadito che “stasera sarà importante, io la reputo una gaffe – ha concluso – però noto che sta innescando meccanismi internazionali quindi stasera sarà importante parlarne. “Ho dovuto leggere almeno quattro volte le dichiarazioni del Presidente Tavecchio per la paura di aver preso un abbaglio e di aver capito ‘fischi per fiaschi’. La mia reazione è stata di profonda amarezza e di grande fastidio”. Così si è espresso il presidente del Cesena Giorgio Lugaresi in una nota pubblicata sul sito del club in merito alle dichiarazioni dell’attuale Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, riferite a giocatori extracomunitari. “Sono dell’idea che, dopo aver condiviso la sua candidatura perchè abbracciava le modifiche di rinnovamento, elaborate soprattutto dai Presidenti Lotito della Lazio e Agnelli della Juventus sul futuro del calcio italiano – si legge ancora – da oggi tutti i Presidenti della Lega di Serie A dovrebbero sentirsi liberi di votare per la presidenza federale in assoluta autonomia, seguendo solo le proprie convinzioni e la propria coscienza”, ha concluso Lugaresi.

    Tavecchio presidente

    Carlo Tavecchio sarà il futuro presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio alias FIGC, battendo l’altro candidato Demetrio Albertini. Quali sono i punti del programma che proporrà? Ieri ha parlato con la stampa e non si è concentrato solo su Antonio Conte come futuro super commissario tecnico dell’Italia da rifondare, ma ha anche parlato di se stesso e del futuro della FederCalcio. Alcune frasi sono già passate tra i titoloni dei quotidiano sportivi come “Fino a cinquant’anni un compromesso l’ho fatto, quando ero direttore di banca e sindaco, ma a settant’anni di compromessi non ne faccio mica, non voglio diventare il più ricco del cimitero“. Ma soprattutto è passata alle cronache la frase sulle banane a proposito degli stranieri che arrivano in massa in Italia e non sono regolamentati come in Inghilterra. Tanto che ora si chiede anche che rinunci alla candidatura.

    Il suo programma

    Per la cronaca aveva affermato: “L’Inghilterra individua i calciatori che entrano se hanno un’adeguata professionalità, noi invece diciamo che ‘Opti Poba’ prima mangiava le banane poi è venuto qua e ora gioca titolare nella Lazio“. Una frase davvero infelice, lui si è difeso affermando che si stanno strumentalizzando le parole che ha espresso sbagliando, ma per una carica così importante come quella della Fedecalcio – che è del tutto equiparabile a un ruolo politico – non si può certo parlare a vanvera e, sì, basta anche solo una frase per scatenare un putiferio perché c’è chi non aspetta altro che un piccolo infortunio. Insomma, benvenuto in politica, Tavecchio.

    Ad ogni modo, Carlo Tavecchio è il favoritissimo per la FIGC, attualmente riveste il ruolo di presidente della Lega nazionale dilettanti e può contare sul voto appunto della Lega Dilettanti, di buona parte della Lega Pro e Arbitri oltre a Serie A. Quali sono i punti focali del suo programma? Antonio Conte è il candidato numero uno al ruolo di super CT che si occuperà anche delle giovanili e che supervisionerà lo staff di tecnici e osservatori.

    Quattro manager (Governance) saranno affiancati al presidente FIGC andando a sostituire l’attuale figura del direttore generale unico. Saranno poi creati centri tecnici federali (Academy) sparsi in tutta Italia che avranno il compito di indicare i migliori giovani da portare in azzurro nelle Under. Sarà rivisto e riprogettato il centro tecnico di Coverciano per sfruttare meglio la struttura con un manager dedicato. Infine forse il punto più importante ossia la sicurezza negli stadi: si seguirà l’esempio dello Juventus Stadio abbattendo ogni tipo di barriera (che protegge i violenti, più che isolarli) e pene più severe. A breve avremo la conferma del sostituto del dimissionario Abete.