Le peggiori sconfitte di sempre al Mondiale

da , il

    Brasile-Germania 1-7: la delusione dei fan

    Quali sono le sconfitte peggiori di sempre ai Mondiali? Lo scioccante crollo del Brasile per 7-1 per mano della Germania in semifinale ai Mondiali 2014 è stato un evento più unico che raro dato che non era mai capitata una simile disfatta a memoria d’uomo a questi livelli della Coppa del Mondo. I verdeoro hanno infatti subito il record di gol e la sconfitta più ampia, ma c’è chi ha fatto peggio, soprattutto nei gironi eliminatori. Come El Salvador nei Mondiali 1982 vinti dall’Italia che vennero sconfitti addirittura per 10-1 dall’Ungheria chiudendo ovviamente ultimi del girone con una differenza reti di -12 perdendo anche – di misura però – contro Argentina e Belgio. Scopriamo le altre umiliazioni più cocenti.

    La Corea del Sud detiene il record di peggiore differenza reti di sempre nei gironi dei Mondiali avendo concluso quello del 1954 con un agghiacciante -16 frutto di un 9-0 contro l’Ungheria guidata da Puskas e da un 7-0 dalla Turchia, per altro paese fratello per via degli aiuti durante la Guerra di Corea appena conclusa. E la terza partita? Per fortuna loro non c’era. Lo Zaire è arrivato a -14 con un 9-0 inflitto dalla Jugoslavia e poi più umani 2-0 con Scozia e 3-0 contro il Brasile: era il Mondiale del 1974 e la compagine africana sembrava davvero una squadra da oratorio capitata per caso tra i giganti.

    8 gol hanno seppellito l’Arabia Saudita nel Mondiale del 2002 per mano della Germania, dopo il 3-0 con l’Irlanda e l’1-0 del Camerun. La Corea del Nord perse 7-0 contro il Portogallo ai Mondiali 2010 in Sud Africa dopo aver sfiorato l’impresa (2-1) contro il Brasile e aver perso per 3-0 contro la Costa D’Avorio. Uno shock inaspettato colpì il Camerun ai Mondiali del 1994 quando in una delle partite più folli della Coppa del Mondo, la Russia si qualificò sconfiggendo per 6-1 gli africani con pokerissimo di Oleg Salenko e gol della bandiera del 42enne Roger Milla, il giocatore più vecchio a segnare in un Mondiale. Ma come non ricordare anche il 5-2 tra Francia e Svizzera e soprattutto il 5-1 tra Olanda e Spagna di quest’anno?