Prandelli: Balotelli non è un campione, Rossi una delusione

da , il

    “Ringrazio il Galatasaray, il presidente, una persona con cui ho trovato subito una simbiosi. La mia è una scelta sportiva basata su un progetto vincente”. Queste le prime parole di Cesare Prandelli pronunciate nella conferenza stampa di presentazione da nuovo tecnico del Galatasaray. “E’ un club con una storia molto ricca, abbiamo un futuro davanti, un progetto che deve arrivare a un obiettivo - ha aggiunto il tecnico di Orzinuovi, che ha posto la firma sul suo contratto biennale proprio davanti alle telecamere - Vogliamo creare una squadra vincente, che offra un calcio non solo bello ma redditizio. Ieri ho visto il centro sportivo, c’è un’ottima organizzazione, con persone competenti, professionali e preparate, ci sono i presupposti per lavorare veramente bene. Il presidente mi ha detto che vuole raggiungere la quarta stella, queste parole sono garanzie di serietà e di voler vincere”.

    Su Sneijder

    “Mi sembra sia uno dei giocatori più importanti dell’Olanda e sarà uno dei giocatori più importnati del Galatasaray”. Così si è espresso a proposito di Wesley Sneijder, tra i protagonisti alla Coppa del Mondo e uomo chiave per il club turco. “Abbiamo seguito le sue partite con interesse, è un giocatore fondamentale che sta rispondendo a tutte le situazioni, di personalità, di corsa e resistenza”, ha aggiunto il tecnico di Orzinuovi, che ha posto il gruppo davanti a tutto. “Senza regole una squadra non può vincere, sono queste che permettono a tutti i componenti della squadra di avere dei riferimenti – ha spiegato l’ex ct della nazionale italiana – Quando si decide di fare una cosa la si decide tutti insieme, nessuno deve pensare a livello personale. Quando un dirigente pensa al Galatasaray deve pensare a una squadra, non a una persona”, ha concluso.

    Spara a zero sull’Italia

    E poi arriva la bomba. Prandelli si sfoga su Mario e su Pepito Rossi: “Balotelli per ora ha solo grandi colpi, deve diventare un campione. La più grossa delusione dal punto di vista umano però è stata Giuseppe Rossi. Doloroso vedersi paragonato a Schettino. Ma questo è il cinismo del nostro calcio. Qualcuno dei miei giocatori è stato tradito dalla paura, ma non è vero che il gruppo era diviso. La presenza delle famiglie nel ritiro è stato un aspetto positivo della nostra spedizione, ma tra le gente che mi accusa c’è qualcuno sporco dentro. Potevo chiedere una buonuscita, come avrebbero fatto tanti italiani, ma mi sono dimesso. Sono al Galatasaray per vincere e non per i soldi. Io e la mia famiglia riceviamo lettere di minacce dai tifosi”

    La firma sul contratto

    Cesare Prandelli è il nuovo allenatore del Galatasaray a partire dalla prossima stagione. Lo ha confermato via Twitter il presidente del club, Unal Aysal. “Annunceremo la firma ufficiale nel giro di uno o due giorni – ha assicurato il numero uno della società turca, seconda quest’anno in campionato dietro al Fenerbahce – Prandelli sarà in carica da lunedì, per l’inizio della stagione, insieme ai nostri calciatori. L’annata 2014/15 andrà molto bene. Me lo sento”. Prandelli, che si è dimesso dall’incarico di ct della nazionale dopo il deludente Mondiale in Brasile, prende così il posto sulla panchina del Galatasaray di un altro allenatore italiano, Roberto Mancini.