Basket, Milano campione d’Italia dopo 18 anni

Basket, Milano campione d’Italia dopo 18 anni
da in Altri Sport, Basket, Calcio, Serie A, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Basket, Milano campione d’Italia dopo 18 anni

    Milano batte Siena 74-67 e l’Olimpia ritorna campione d’Italia dopo 18 anni, per la ventiseiesima volta nella sua storia. EA7 ha battuto Mens Sana che non aveva mai perso nella propria storia in una finale scudetto. È stata una gara estremamente combattuta, con un tifo straordinario sugli spalti che hanno sospinto i padroni di casa trainati dalla coppia Samuels e Melli in grado di mettere a segno 11 punti e 8 rimbalzi in nel primo periodo; al 10′ il parziale è di 19-9 poi arriva la tripla di Hackett che vale il 22-9 che scatena la reazione dei toscani che recuperano 7 punti. Preziosa tripla di Green a 22 secondi dall’intervallo per il 34-29 poi Jerrells allunga a 36-29. Milano allunga ancora dopo la ripresa a 41-29, ma arriva un clamoroso ribaltone con un parziale a favore di Siena di 19-2 per il sorpasso 45-43 e l’allungo a 48-43. Terzo quarto inizia con 54-48 ma EA7 ci mette il cuore e pareggia a 62-62 a -4′. Ai meno 2 minuti si è 64-62, poi arriva la tripla di Hackett a -1.29′ e quella di Moss per il 70-62. Siena spende tanti falli nell’ultimo minuto, ma il risultato non si sblocca. È festa grande a Milano.

    Sara’ la ‘bella’ di venerdì a Milano (ore 20.30) a decidere l’esito della finale scudetto di basket. Con una zampata d’orgoglio, l’EA7 Emporio Armani Milano pareggia al PalaSclavo la serie (3-3), vincendo gara-6 sul campo della Montepaschi Siena con il punteggio di 74-72. A farla da padrone, tra gli uomini di Banchi, è Alessandeo Gentile, a referto con 23 punti e top-scorer della serata; tra i campioni d’Italia in carica, che falliscono cosi’ il match-ball casalingo, 22 di Haynes, 19 di Carter e 18 di Hunter

    MONTEPASCHI SIENA: Viggiano 6, Hunter 18, Cournooh, Haynes 22, Carter 19, Janning 4, Ress 3, Ortner, Nelson, Udon ne, Bucarelli ne, Green. Allenatore: Crespi. EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: Gentile 23, Cerella ne, Melli 6, Hackett 4, Kangur 2, Langford 13, Samuels 2, Toure’ ne, Wallace 4, Lawal 10, Moss 6, Jerrels 4. Allenatore: Banchi. ARBITRI: Taurino, Martolini, Bettini. NOTE: parziali 20-21, 36-40, 55-63. Tiri liberi: Montepaschi 11/14, Emporio Armani 10/14. Usciti per cinque falli: nessuno.

    La Montepaschi Siena sbanca il Forum di Assago con il punteggio di 72-68 e sorpassa l’EA7 Emporio Armani Milano nella serie della finale scudetto del campionato italiano Lega A di basket. Ora i toscani conducono per 3-2. Protagonista dell’incontro il centro Othello Hunter che ha garantito a Siena 18 punti con due terrificanti schiacciate nell’ultimo e decisivo periodo. Il quintetto di Crespi scappa via già nel primo parziale chiuso in vantaggio 20-15. Nel secondo quarto arriva la reazione dei padroni di casa che vincono 18-14 arrivando all’intervallo lungo sul 34-33 in favore dei toscani.

    La Montepaschi non riesce però a mettere la freccia, anzi, a cavallo dell’ultimo intervallo piazza il break decisivo arrivando alla doppia cifra di vantaggio sul 59-49. Gentile prova a caricarsi Milano sulle spalle costringendo la difesa senese a spendere molti falli, ma l’EA7 spreca molte occasioni con triple sbagliate a ripetizione da Jerrels e Langford, e Siena porta a casa la partita ribaltando clamorosamente la serie: da 0-2 a 3-2. Per Milano in doppia cifra Gentile (11), Hackett (11), Langford (14) e Jerrels (13). Per Siena, oltre al già citato Hunter, Haynes (10), Nelson (10) e Carter (14). Ora la serie della finale scudetto torna al PalaMensSana, a Siena mercoledì va in scena gara-6: Milano è obbligata a vincere se vuole mantenere vive le speranze, Siena ha un match-point importantissimo per centrare uno scudetto che avrebbe dell’incredibile.

    La Montepaschi Siena fa valere ancora una volta il fattore campo nella finale scudetto con L’EA7 Milano e pareggia la serie sul 2-2, vincendo al PalaEstra 75-68. I toscani trovano un Janning in giornata di grazia (20 punti), ben supportato anche da Viggiano (10) e ottengono una vittoria meritata e mai messa in discussione. La squadra di Crespi infatti parte subito forte, si porta avanti già nel primo quarto (19-11) e, eccezion fatta per un breve passaggio a vuoto a metà del secondo quarto, conduce sempre nel risultato. All’Olimpia non basta un Langford da 20 punti e un Samuels da 13. Deludono infatti gli azzurri Alessandro Gentile (6 punti) e Daniel Hackett (5 punti con 2/10 al tiro). La serie adesso si sposta nuovamente al Forum, dove lunedì sera è in programma gara-5.

    La Montepaschi Siena supera l’EA7 Armani Milano 85-68 in Gara 3 e così riapre la serie della finale scudetto di basket maschile. Il quintetto di coach Crespi ottiene il primo successo davanti al proprio pubblico, dopo che l’Olimpia si era aggiudicare le prima due ad Assago.

    Siena gioca come prevedibile la miglior partita della sua serie, ispirata al tiro, ricca di energia. Milano subisce un colpo durissimo in un primo tempo da 27 punti appena, poi gioca un grande terzo periodo, segna 32 punti, ritorna a meno quattro due volte ma nel momento in cui servivano esecuzione e difesa, il divario si rivela troppo ampio per essere davvero recuperato. Basta un momento di sbandamento all’inizio del quarto periodo perchè Siena fugga di nuovo e cosi’ gara 3 finisce 85-68. La serie è 2-1 Olimpia. Gara 4, sabato alle 20.30 sempre a Siena

    MONTEPASCHI SIENA: Viggiano, Hunter 25, Cournooh, Haynes 23, Carter 8, Janning 13, Ress 3, Ortner 4, Nelson 7, Udom ne, Bucarelli ne, Green 2. Allenatore: Crespi. EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: Gentile 5, Cerella, Melli, Hackett 14, Kangur, Langford 12, Samuels 12, Toure’, Wallace 5, Lawal 4, Moss 5, Jerrels 11. Allenatore: Banchi. ARBITRI: Paternico’, Vicino, Baldini NOTE: parziali (19-13, 46-27, 64-59. Tiri liberi: Montepaschi 15-25, EA7 Armani 13/19. Usciti per 5 falli: Janning, Moss

    In gara-2 della finale scudetto di Basket, Milano si impone col risultato di 79 a 65 portandosi sul parziale di 2 a 0 nei confronti di Siena. Spettacolare prestazione di Samuels e Gentile autori rispettivamente di 20 e 18 punti, con in generale molta più precisione dei rivali che al contrario hanno sprecato tanto sotto canestro, con un rapporto di 23/65 al tiro. Tiene solo un tempo il team toscano poi deve soccombere all’attacco di EA7 che nel finale può anche contare sul risveglio di Langford. Dopo le due partite in Lombardia, da giovedì ci si sposta in Toscana con le altre due gare in sequenza: vediamo se il fattore campo conterà anche qui e il Mps si riprenderà dal parziale.

    La prima frazione si è conclusa con un parziale di 19-16 per Milano, con Siena che c’è e non molla e con Hackett vivo e pimpante, che poi porta il parziale a +5. Si arriva dunque sul 26-21 con Siena solida in difesa e Samuels migliore in campo con 10 punti. Quando EA7 arriva a +6 (29-23) Siena ricuce il gap con Ress e Haynes. Ma l’attacco non è altrettanto prestante e così con una media di 10/21 da due e 2/10 da tre dopo 20’, si arriva a metà gioco con un +7 (42-35). Siena molla poi quasi di colpo giungendo al -11 (52-41), fino al cappotto finale con +14 che però non ha niente da recriminare. I migliori di Siena sono stati Haynes con 12, Janning con 10 e Green e Ress con 8.

    1431

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Altri SportBasketCalcioSerie ASport
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI