Mondiali 2014: come l’Inghilterra vuole battere l’Italia

da , il

    Figuraccia britannica ai Mondiali 2014 in Brasile: il vice allenatore dell’Inghilterra, Gary Neville, è stato paparazzato all’uscita dall’hotel dove la squadra soggiorna, con in mano i fogli con le tattiche “segrete” che il CT Roy Hodgson ha preparato contro gli azzurri. È il secondo infortunio dell’ex difensore del Manchester United che già al momento dell’atterraggio aveva apostrofato con un bel Vaffa un cameraman che forse stava dando un po’ fastidio. Per carità, dai fogli non emerge nessuna imprevedibile tattica di straordinaria intelligenza, anzi al contrario sono schemi che si potevano ampiamente prevedere, tuttavia è curioso dare una sbirciatina ai piani dei nostri rivali all’esordio dei Mondiali brasiliani proprio contro l’Italia. Cosa c’è scritto?

    La leggerezza di Neville poteva anche passare inosservata se non fosse stato per un fotografo con super zoom che si è appostato ad hoc e invece che immortalare l’ex-calciatore si è concentrato su ciò che maneggiava. I fogli, in realtà, erano destinati probabilmente ad appunti di carattere specifico su ogni giocatore, dato che si possono leggere – stampati – i nomi dei componenti della rosa britannica. Ma il buon Gary ha scritto per bene tutto ciò che si era concordato qualche minuto prima a termine della riunione strategica del team guidato da Roy Hodgson. Lo scoop è stato rivelato dal Daily Mail, per altro, quindi si tratta di fuoco amico.

    Ok ma che diavolo c’è scritto? Possiamo tradurre le scritte più o meno così, interpretando la scrittura di Neville: “Quando la palla termina in una zona di controllo, si devono fare almeno 3 passaggi prima di passarla al centravanti [...] Se la palla viene giocata nella zona di conclusione a rete, almeno 2 centrocampisti devono cercare di entrare nella zona e creare superiorità per formare un 3 contro 2 [...] Ma se la squadra in difesa dovesse perdere il possesso palla, allora deve contrastare subito l’azione avversaria“. Insomma niente di trascendentale.

    Anzi, tutt’altro, soprattutto l’ultima indicazione è davvero da manuale delle giovani marmotte del calcio. Ci mancava solo che il buon vecchio Neville scrivesse: “Quando il pallone finisce sulle fasce si provi a crossarla in mezzo per il centroavanti” oppure “Solo il portiere può afferrare il pallone con le mani senza penalità, ma solo dentro l’area di rigore”. In realtà tutto suggerisce che ci sarà un controllo netto e feroce su Andrea Pirlo, che come al solito si meriterà un amichetto che gli terrà compagnia per tutta la partita non perdendosi nemmeno un passo del regista azzurro.

    E in onore dell’Inghilterra, che ha coniato il termine WAGS (Wives And GirlfriendS), ecco la carrellata delle donne degli azzurri