Checco Zalone, Tapinho: l’inno contro il razzismo e l’omofobia per i Mondiali di Calcio 2014

Checco Zalone, Tapinho: l’inno contro il razzismo e l’omofobia per i Mondiali di Calcio 2014
da in Calcio, Checco Zalone, Comici, Diritti, FC Barcellona Calcio, Mondiali di calcio, Musica, Nuovi singoli, Omofobia, Omosessualità, Razzismo, Sport
Ultimo aggiornamento:
    Checco Zalone canta Tapinho, nuovo inno per i Mondiali 2014

    Checco Zalone lancia Tapinho, il suo personale inno per i Mondiali di Calcio 2014 contro il razzismo e l’omofobia. Il lancio arriva durante il programma di Radio Deejay Football Club dove il comico ha cantato per la prima volta il suo nuovo singolo.

    Costruito su tipiche sonorità carioca, Tapinho prende spunto da due episodi calcistici che hanno fatto parlare molto negli ultimi tempi.

    La banana lanciata da un tifoso del Villareal contro Dani Alves, calciatore del Barcellona, e il provocatorio bacio gay tra Ivan Rakitic e Daniel Carriço.

    “Ehi, a ti, tifosu razzista, io capisco tu punto di vista, che uomo bianco non è come u neru, sotto la doccia ti dico veru, e allora sfuttimi, sfuttimi como vuoi tu, e quando tocco palla fammi huhu
    ma su una question, una soltanto, te pregunto, si por favor puoi lanciarmi una prugna, un avocado, una mela cutugna, perché u destinu a me mefitico, m’ha fatto neru e stiticu”

    Dopo l’esilarante “Siamo una squadra fortissimi”, Checco Zalone scrive il suo personale e satirico inno che è destinato a diventare il tormentone dei Mondiali di Calcio 2014. Un singolo che nonostante la natura umoristica condanna in modo diretto ogni forma di razzismo e di omofobia.

    229

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CalcioChecco ZaloneComiciDirittiFC Barcellona CalcioMondiali di calcioMusicaNuovi singoliOmofobiaOmosessualitàRazzismoSport Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/03/2016 09:54
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI