Malcom Glazer è morto: addio al presidente del Manchester United

da , il

    Malcom Glazer è morto: addio al presidente del Manchester United

    Lutto nel mondo del calcio: il Manchester United piange la morte del proprio presidente, l’americano Malcom Glazer che si è spento nella città natale di Rochester all’età di 86 anni. Il tanto discusso proprietario della storica società inglese è scomparso ieri e a darne notizia è stato l’entourage della sua altra grande franchigia sportiva recentemente acquisita ossia i Tampa Bay Buccaneers dell’NFL in Florida. Una notizia che arriva all’improvviso e che stupisce forse i più, dato che non avrebbero mai dato un’età così avanzata per Mr. Glazer, che però negli ultimi anni aveva visto la propria salute peggiorare sin dai due ictus in rapida sequenza che l’avevano colpito nel 2005 e 2006. Non è mai stato tanto amato a Manchester.

    Addio dunque a Malcolm Irving Glazer nato a Rochester il 25 maggio 1928 e scomparso sempre a Rochester tre giorni dopo il suo 86esimo compleanno appunto il 28 maggio 2014. Chi era il proprietario di due società sportive importantissime come il Manchester United nella Premier League di calcio inglese e dei Tampa Bay Buccaneers della NFL in Florida? Era soprattutto presidente della First Allied Corporation, ossia una ricca e prestigiosa holding con le mani in pasta un po’ ovunque, tanto da aver creato un patrimonio di ben 2.6 miliardi di dollari (dati Forbes) negli ultimi anni. E dire che – come molti tycoon – aveva iniziato dal basso.

    La famiglia era originaria della Lituania e aveva messo su un business con una gioielleria. Dopo aver continuato il lavoro del padre insieme ai sette fratelli, si è rapidamente fatto strada nel mondo degli affari grazie all’ottimo fiuto. A circa 40 anni riesce a diventare numero uno della First Allied Corporation, società che poi non abbandona più per il resto della vita. Viveva a Palm Beach, in Florida insieme alla moglie Linda e che gli aveva dato cinque figli e una figlia: Avram, Kevin, Bryan, Joel, Darcie e Edward. Joel, Bryan e Edward erano poi diventati vicepresidenti della First Allied Corporation.

    Aveva acquistato il Manchester United nel 2005, dieci anni dopo aver messo le mani sui Tampa Bay Buccaneers, ma non è mai stato particolarmente amato dai tifosi anche per la provenienza straniera. Stagione problematica quest’anno per il team inglese che ha esonerato David Moyes ma ha comunque terminato addirittura settimo in Premier League, in FA Cup si è fermato ai Trentaduesimi di finale, alla semifinale di League Cup, ai quarti di finale di Champions League e ha vinto la Community Shield. A fine stagione è arrivato l’annuncio del contratto a Van Gaal al posto di Giggs che si è nel frattempo ritirato.