Europa League 2014, finale: vince il Siviglia ai rigori

da , il

    Siviglia-Benfica: Daniel Carriço e Ivan Rakitic si baciano

    Il Siviglia conquista l’Europa League 2014 grazie alla lotteria dei calci di rigore. La partita tra gli spagnoli e i lusitani era finita 0-0 con il Benfica maggiormente pericoloso. Nel secondo tempo dei tempi regolamentari, una grande prestazione del portiere Beto ha fermato gli attacchi di Lima, Rodrigo e Garay. Il Siviglia resta vivo e nei supplementari va vicinissimo al colpo del ko con Bacca. L’arbitro fischia la fine e si va cosi ai calci di rigore.

    Beto si dimostra in stato di grazia neutralizzando due penalty. Dall’altra parte, Oblak non fa lo stesso e la partita si conclude cosi 4-2 per gli spagnoli. Per il Siviglia è la terza Europa League nelle ultime nove stagioni.

    Incredibile il percorso degli spagnoli che non dovevano partecipare alla kermesse europea. Il Siviglia infatti è stato inserito in questa europa league dopo i problemi finanziari di Malaga e Rayo Vallecano. La squadra di Emery è partita a fine luglio col preliminare e dopo 19 partite, è giunta alla vittoria della manifestazione.

    Per il Benfica invece continua la maledizione delle coppe europee. Correva l’anno 1962 e il Benfica si laureò campione d’europa per il secondo anno consecutivo. Il tecnico dei lusitani era tale Bela Gutmann che, dopo aver sentito un rifiuto per un conguaglio economico dopo il secondo successo, si lasciò in malo modo con la società. L’allenatore dichiarò:” Da qui a 100 anni, il Benfica non vincerà mai più la Coppa dei Campioni.”

    Da quella dichiarazione il Benfica ha gioco otto finali europee, compresa quella di questa sera, ed è stato sempre sconfitto.

    La maledizione di Gutmann, cosi è stata rinominata, continua.

    la vigilia

    Questa sera alle 20.45 presso lo Juventus Stadium di Torino, i portoghesi del Benfica e gli spagnoli del Siviglia si contenderanno l’Europa League 2014. Le due squadre sono arrivate in Italia con la voglia di vincere la competizione internazionale. Per il Benfica è la seconda finale di Europa League consecutiva. Dopo la sconfitta dell’anno scorso, la parola d’ordine di questa sera sarà: “vincere”. Per il Siviglia, le ultime tre stagioni sono state avare di soddisfazioni. Il successo europeo darebbe nuovo lustro alla società spagnola.

    Per quanto riguarda le probabili formazioni che scenderanno in campo questa sera, non ci saranno diversi big in entrambe le formazioni. Il Benfica di Jorge Jesus che è alla caccia del Triplete, dopo aver vinto il campionato e la coppa di Portogallo, dovrà fare a meno dei titolari squalificati: Markovic, Eduardo Salvio e Perez. In aggiunta non ci saranno anche Fejsa e Silvio. Cinque indisponibili per una finale europea sono un numero decisamente elevato. Sulla sponda spagnola, il tecnico Unai Emery, non potrà disporre dello squalificato Jairo Samperio e degli infortunati Cheryshev e Cristoforo. In extremis si cercherà di recuperare Vitolo. Appuntamento quindi a questa sera per scoprire quale sarà la squadra che alzerà la coppa al cielo di Torino. Per i bookmakers, il Benfica è favorito ma la squadra di Jesus dovrà sconfiggere anche la cabala. I portoghesi, dopo l’ultima Champions vinta 40 anni fa, hanno perso 7 finali europee consecutive.

    Ecco le probabili formazioni:

    Benfica: Artur; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira; Djuricic, Amorim, Gomes; Gajtan; Rodrigo, Lima. All. Jorge Jesus

    Siviglia: Beto; Coke, Fazio, Pareja, Alberto Moreno; Mbia, Carriço; Vitolo, Rakitic, Reyes; Gameiro. All. Emery