Tennis, Montecarlo: Wawrinka campione, Federer ancora battuto nei derby

da , il

    Tennis, Montecarlo: Wawrinka campione, Federer ancora battuto nei derby

    Stanislas Wawrinka si prende anche il Montercarlo Masters 1000 con una vittoria prestigiosa nel derby contro Roger Federer: nessuno ha raccolto tanti punti come lui nel 2014, d’altra parte è anche stato in grado di vincere il suo primo slam, l’Australian Open e rischia davvero di poter competere seriamente anche per il secondo ossia il Roland Garros e prima ancora a Roma. Il punteggio finale è di 4-6; 7-6; 6-2 con l’ex numero uno al mondo che è crollato dopo il tie-break perso, non solo fisicamente ma anche mentalmente, sotto i colpi sempre più solidi e la tenuta atletica sempre più “fresca” del connazionale, che ora è numero 3 al mondo. Chissà dove arriverà a fine anno?

    Masters Montecarlo: Ferrer elimina Nadal, clamoroso

    LaPresse

    Clamoroso a Montecarlo: al Masters 1000 lo spagnolo David Ferrer elimina ai quarti di finale del torneo Atp il numero uno del ranking e connazionale Rafa Nadal, che qui ha vinto ben otto volte. È la terza sconfitta in ben 53 incontri per il maiorchino che aveva perso la prima volta a 16 anni contro Guillermo Coria e la seconda nella finale del 2013 contro Novak Djokovic. Il punteggio finale è stato perentorio con un 7-6 (1), 6-4 in due ore e 14′ di gioco. Ora se la dovrà vedere con lo svizzero Stanislas Wawrinka che si era imposto per 7-6 (5), 6-2 contro la sorpresa canadese Milos Raonic. Passa anche l’altro elvetico, il ritrovato Roger Federer che prende la partita contro Tsonga per i capelli e la ribalta prendendosi una gran bella soddisfazione. Per lui 2-6 7-6 (6) 6-1 e un occhio alla sfida tra Djokovic e Garcia-Lopez.

    Fognini si ammutina con Tsonga, Nadal distrugge Seppi

    Ha del clamoroso l’eliminazione di Fabio Fognini al Masters di Montecarlo: il ligure domina il primo set contro il francese Jo Wilfred Tsonga, poi arriva ad avere sei palle break nel secondo prima di perdere completamente la testa. Un crollo nervoso che gli costa il secondo set durante il quale litiga con il giudice di sedia chiedendo e poi ottenendone la sostituzione. Ma non serve: il terzo set ha del paradossale, con l’italiano che perde 6-0 senza quasi giocare e poi esce tra i fischi del pubblico che giustamente poco ha apprezzato dell’atteggiamento insopportabile e insostenibile dell’azzurro. Tsonga ringrazia: “Questo è Fabio, sappiamo che è così e io lo ringrazio perché oggi è il mio compleanno“. Che peccato, è proprio questo il limite che non gli permette il salto di qualità. Fuori anche Andreas Seppi che viene distrutto dal numero uno Rafa Nadal in 6-1, 6-3 in una partita senza storia. Intanto, Novak Djokovic si qualifica per i quarti di finale del torneo Masters 1000 di Montecarlo. Il serbo, numero 2 del ranking e del seeding, ha sconfitto senza problemi lo spagnolo Pablo Carreno Busta, con il punteggio di 6-0, 6-1. Djokovic affronterà ai quarti il vincente della sfida tra il ceco Tomas Berdych e lo spagnolo Guillermo Garcia-Lopez

    Secondo turno

    LaPresse

    Ottima giornata ieri al Masters di Montecarlo di Tennis con i nostri due ragazzi Andreas Seppi e Fabio Fognini che si qualificano agli ottavi di finale battendo rispettivamente Pablo Andujar 7-6, 6-4 in 2h48′ e Bautista Agut 7-6 6-4 in 1h43′. Ora troveranno due scogli davvero ostici da superare perché il primo dovrà vedersela nientemeno con il numero uno al mondo Rafael Nadal (che ha annientato Gabashvili in 6-4 6-1 in 72 minuti) e il secondo il francese Tsonga (che non sta però brillando, anzi sta faticando) per poi, eventualmente, vedersela con Roger Federer (che ha superato Stepanek per 6-1 6-2). A proposito di vittorie lampo, anche Wawrinka ha sconfitto in 45 minuti il proprio rivale come Djokovic nel secondo turno. La vittima sacrificale è stata il buon Cilic che è stato sotterrato 6-0, 6-2.

    Montecarlo: il primo turno

    LaPresse

    Mentre si sta giocando in questi minuti la partita tra il nostro Fabio Fognini e Roberto Bautista Agut, il Masters di Montecarlo ha vissuto un primo turno molto interessante con la vittoria davvero travolgente di Novak Djokovic su Montanes per 6-0, 6-1 in appena 45 minuti di gioco. Una dimostrazione di forza straordinaria, che sembra aver impegnato il serbo meno dell’allenamento mattutino. Un segnale forte lanciato a Nadal e anche a Federer che saranno impegnati oggi. Nel frattempo, il nostro altro pupillo ossia l’altro eroe di Coppa Davis, Andreas Seppi, si è imposto sul russo Mikhail Youzhny per 6-3, 7-6 accedendo al secondo turno. Facciamo il repilogo delle gare giocate ieri e il punto di quelle che attendono i migliori oggi.

    Fari puntati su Fabio Fognini che l’anno scorso aveva lottato fino alle semifinali e che quest’anno tenta il colpaccio supportato da una condizione eccezionale, che gli ha permesso anche di battere Andy Murray regalando all’Italia il punto della speranza (poi diventata realtà con il doppio finale) in Coppa Davis. Dovrà affrontare il numero 45 al mondo ossia Roberto Bautista Agut che ha eliminato per 6-2, 6-2 il canadese Vasek Pospisil. Lo svizzero Roger Federer sarà impegnato in uno scontro non così scontato contro il sempre ostico ceco Stepanek, poi sarà il turno del numero uno al mondo Nadal contro il russo Gabashvili (che ha battuto il francese Simon per 4-6, 6-4, 6-4) che però sembra da subito un ostacolo più morbido.

    Seppi ha dovuto giocare il primo turno contro il buon russo Mikhail Youzhny sconfiggendolo per 6-3, 7-5 (7-4) con un primo set davvero fantastico con perle come il passante sotto le gambe (alla Federer) che gli è valso anche un punto davvero insperabile, ma faticando soprattutto nel secondo set durante il quale ha dovuto respingere anche 3 set point sul proprio servizio, grazie a una prima divenuta nuovamente solida. Il tie-break parte male con un mini-break ma poi si ribalta grazie alla precisione di Seppi e alla fallosità dell’avversario. Ora l’italiano troverà lo spagnolo Andujar, numero 36, che nel primo turno ha avuto la meglio sul francese Roger Vassellin dopo una lunga battaglia terminata 6-2, 5-7, 7-6 (7-5).

    Ricordiamo che l’anno scorso Seppi era stato sconfitto proprio da Fognini al secondo turno e che nella sua carriera non è mai andato oltre il secondo turno del Masters 1000 di Montecarlo. Si sono già giocate alcune sfide di secondo turno come quella che ha visto il passaggio rapido e indolore dello spagnolo Ferrer per 6-3, 6-0 sul francese Chardy, quella un po’ più faticosa del ceco Berdych sul russo Tursunov per 7-5, 6-4 e la battaglia inaspettata dell’idolo francese Tsonga sul tedesco Kohlschreiber dopo quasi due ore in 6-4, 1-6, 6-4. Un torneo tutto da seguire, rimanete sintonizzati. Sarà tripletta di Nole?