Gerry Scotti: ‘Il divorzio da mia moglie un fallimento, ma il lavoro mi ha salvato’

Svestiti i panni del 're dei quiz show' di Mediaset, Gerry Scotti si racconta da un punto di vista più intimo e privato in una recente intervista. Amareggiato per il fallimento del primo matrimonio, il conduttore ha riconosciuto come quel periodo sia stato uno dei più brutti della sua vita. Il lavoro lo ha salvato dalla depressione ma, a differenza di molti colleghi, il suo futuro non sarà in eterno davanti alle telecamere.

da , il

    Gerry Scotti: ‘Il divorzio da mia moglie un fallimento, ma il lavoro mi ha salvato’

    E’ il re dei quiz show di Canale 5 e, per la prima volta, Gerry Scotti si racconta da un punto di vista più intimo e privato, partendo dal divorzio dalla moglie e dal fallimento di quella famiglia in cui tanto credeva. Il conduttore di Mediaset, dunque, si mostra in una nuova veste, meno divertente e ironica di quella in cui lo si conosce solitamente, e si mette a nudo annunciando anche i prossimi progetti professionali.

    Nato in provincia di Pavia, poi sbarcato a Milano dove ha mosso i primi passi in radio, Gerry Scotti non ha mai dimenticato i valori della famiglia trasmessi proprio dal papà – ‘Lavorava di notte e di giorno dormiva’ – e dalla mamma. Quei principi, però, non sono riusciti a resistere anche nella vita privata del conduttore tv che ha vissuto il fallimento del primo matrimonio come una vera e propria sconfitta: ‘Per uno con una famiglia come quella nella quale sono cresciuto io, il matrimonio era sacro’ – ha spiegato Scotti a La Stampa – ‘Il fatto che il mio sia naufragato è stato un fallimento’.

    Leggi anche: Gerry Scotti, addio alla tv tra un anno: ‘A 60 anni viaggi, cibo, moto, barche’

    Gerry Scotti: ‘Il lavoro è stato la stampella alla quale appoggiarmi’

    Un vero e proprio disastro familiare per Gerry Scotti che ha vissuto il naufragio del matrimonio come una ‘vergogna’.

    ‘Non mi sono mai vergognato di niente, ma quando mi sono separato per poi arrivare al divorzio mi vergognavo di aver finito la storia della mia famiglia’ – ha ammesso il conduttore, che ha particolarmente sofferto anche per l’allontanamento dalla casa in cui è nato e viveva il figlio Edoardo.

    E’ stato proprio quest’ultimo, però, a permettergli di conoscere Gabriella, l’attuale compagna: ‘[…] La conoscevo da anni […]Chiacchierando scopriamo non solo che i nostri due figli erano nella stessa classe ma erano diventati migliori amici’ – ha ricordato il conduttore – ‘Così iniziamo a sentirci e adesso stiamo insieme da più di dieci anni’.

    Leggi anche: Gerry Scotti sposa Gabriella Perino? I due in Spagna per Caduta Libera

    Il momento della separazione dalla moglie, tuttavia, è stato uno dei più critici e solo il grande impegno sul lavoro ha permesso a Gerry Scotti di non cadere in depressione.

    ‘Devo dire grazie al mio lavoro perché essendo impegnato tutti i giorni con Passaparola, Il Milionario o tutte le cose che in quel frangente occupavano la mia vita, sono riuscito a non cadere nell’errore della commiserazione’ – ha continuato, riconoscendo come il lavoro sia stato ‘la stampella alla quale appoggiarsi’.

    Gerry Scotti, dopo la tv una casa di produzione

    Nonostante il lavoro abbia rappresentato per Gerry Scotti un’ancora di salvezza dalle tristi vicissitudini della vita privata, il conduttore non ha alcuna voglia di continuare ad apparire in eterno davanti alle telecamere.

    ‘[…] Provo imbarazzo per alcuni ‘grandi della tv’ che si lamentano, magari passati gli 80 anni, perché ‘non li fanno lavorare’ – ha spiegato, ritenendo che il ‘non accorgersi che il ‘tempo è finito’ sia un peccato grave’.

    Gerry Scotti, quindi, ha le idee chiare sul suo futuro lavorativo: ‘Prima o poi avvierò con mio figlio e alcuni collaboratori una casa di produzione per realizzare contenuti per la tv’ – ha concluso – ‘Credo sia il modo giusto per dare la svolta a una carriera che sinceramente mi ha dato tantissimo’.

    Leggi anche: Gerry Scotti a Che tempo che fa: ‘Il pubblico mi ama perché sono il vicino di casa’