Nadia Toffa, l’intervista a Le Iene: ‘Mi ha chiamato Berlusconi. L’elicottero? Una figata’

Un bellissimo regalo di Natale quello di Nadia Toffa che, per la prima volta dopo il malore, ha rilasciato una simpatica ma emozionante intervista a Le Iene. L'amata inviata ha sdrammatizzato l'accaduto, raccontando in chiave ironica lo svenimento in ospedale, il viaggio in elicottero, l'arrivo in ospedale per poi commuoversi ripensando all'immenso affetto ricevuto dalla gente comune.

da , il

    Nadia Toffa, l’intervista a Le Iene: ‘Mi ha chiamato Berlusconi. L’elicottero? Una figata’

    Dopo ben due terribili settimane, Nadia Toffa è stata intervista a Le Iene. Ironia ed alto senso dell’umorismo hanno contraddistinto il primo intervento della giornalista di Italia 1 dopo il malore: ‘Mi ha chiamato Berlusconi’, ha affermato la Toffa dalla guancia ‘verde’, come da lei sottolineato sui social e nel video stesso. La conduttrice de Le Iene si è poi immersa in un simpatico, a tratti emozionante, racconto dell’accaduto ringraziando le numerosissime persone che in questi giorni si sono fortemente preoccupate.

    ‘Col senno di poi ne rido, ma non mi ero resa conto di cosa fosse accaduto’, afferma Nadia Toffa nell’intervista a Le Iene parlando dell’arrivo all’ospedale San Raffaele di Milano dove, ad attenderla, c’era tantissima gente. ‘Io mi sono molto commossa, città intere hanno pregato per me. A Taranto hanno fatto la fiaccolata’, si commuove la giornalista che, secondo quanto traspare in video, sembra essersi ripresa alla grande, sempre col sorriso sulle labbra.

    Leggi anche: Nadia Toffa sta bene, le prime foto della iena per le vie di Milano

    Nadia Toffa racconta il malore a Le Iene: ‘Non mi rendevo conto’

    E’ arrivato dopo ben due settimane il primo racconto a Le Iene della stessa Nadia Toffa in merito al malore che l’ha colpita nella hall di un albergo a Trieste.

    ‘Quella mattina mi sentivo strana, ma del malore non ricordo nulla. Mi ricordo benissimo la hall dell’hotel. Ho chiesto di pagare il taxi per andare in stazione. A un certo punto sono caduta’.

    La Toffa ha poi continuato affermando che il primo viso famigliare visto è stato quello dell’autore storico de Le Iene Max: ‘Ma tu cosa ci fai a Trieste?’, gli ha domandato. ‘Ero lucida, ma non mi sono resa conto di ciò che stava accadendo, della gravità. Nessuno sapeva cosa avessi’.

    La bionda conduttrice ha poi ironizzato sul viaggio in elicottero: ‘E’ stata una figata pazzesca. Non l’avevo mai preso e mi piacciono da impazzire queste cose: ho fatto bungee jumping, l’elicottero in effetti non l’avevo mai provato’, svelando poi di aver trascorso l’intero viaggio parlando con l’infermiere e ricordando tutti i servizi fatti nelle città sorvolate, come Vicenza.

    Leggi anche: Nadia Toffa dimessa dall’ospedale dopo il malore: la iena è tornata a casa

    Nadia Toffa si commuove a Le Iene

    Un grande regalo di Natale per i numerosi sostenitori di Nadia Toffa nel vederla a Le Iene in un’inedita ed ironica intervista, seppur molto commovente.

    ‘Scusate se mi commuovo ma a me ha stupito tanto l’affetto della gente comune. Secondo me non contava tanto il personaggio, pregavano davvero per me e un’altra cosa che mi ha stupito sono i messaggi di alcuni politici con cui ho un rapporto conflittuale’, racconta la Toffa.

    ‘Ho parlato con Berlusconi. Non l’ho mai incontrato ma mi ha chiamato e voleva sapere come stavo. Pensavo fosse il suo imitatore’, afferma, ‘Mi ha stupito’.

    Tornando poi al racconto del malore, la giornalista ha affermato di essere finita in ospedale in quanto non dà mai retta ai segnali fisici.

    ‘Io ho un marito molto impegnativo e questo marito si chiama Le Iene. E’ la mia vita, non è lavoro. Quando noi trattiamo un argomento non è che arriviamo a casa e ce ne dimentichiamo. Noi facciamo show, facciamo TV, ci metto tutta me stessa ma c’è tanto amore, c’è tanta passione ed è come il problema fosse tuo’, ha infine concluso l’amata inviata augurando un Buon Natale a tutti.